Gazzetta scopre che da noi la scena Klopp-Sarri è impossibile

Con due mesi di ritardi sull’episodio. La Gazza nota che Sarri in Inghilterra è più disteso. Detto dallo stesso giornalista che lo aveva sempre accusato

Gazzetta scopre che da noi la scena Klopp-Sarri è impossibile

Elogio di Sarri

Fino a qualche mese fa, la Gazzetta dello Sport – e proprio a firma Sebastiano Vernazza – considerava Maurizio Sarri il re dei lamentosi, l’uomo perennemente alla ricerca di alibi, fino all’elogio della bruttezza e della ignoranza ritenute caratteristiche fondamentali per vincere gli scudetti. Qualche mese dopo, cioè oggi, la stessa Gazzetta (con lo stesso giornalista) tesse l’elogio di Maurizio Sarri e scrive: “Viva l’Inghilterra, che ha cambiato Maurizio Sarri. Tanto l’allenatore era polemico e irritato a Napoli, quanto è sorridente e positivo oggi al Chelsea. In Premier League si respira un’aria più pulita che in Serie A e il cielo è più luminoso”.

La scoperta

Evidentemente Vernazza deve aver saputo con circa due mesi di ritardo dello scambio di battute tra Sarri e Klopp durante Chelsea-Liverpool (con i due che ridono perché si stanno divertendo). E si chiede, pensosamente, se sia mai possibile rivedere una simile scena in Serie A. E scrive:

da noi va fortissimo il gesto della mano alla bocca per evitare le intercettazioni del labiale da parte delle telecamere. In Serie A si ha paura di comunicare le emozioni: manifestare i propri sentimenti può essere fonte di grane. In seconda battuta, se gli allenatori complici nel divertimento venissero smascherati dalle moviole televisive, sarebbero accusati di intelligenza col nemico e partirebbe la rumba sui social, il fuoco incrociato degli insulti, delle accuse, del complottismo: perché lo hanno fatto?

 

ilnapolista © riproduzione riservata