Lazio-Napoli 1-2, vittoria meritata all’esordio: segnano Milik e Insigne

Successo non netto ma meritato per la squadra di Ancelotti, che va sotto dopo una bella giocata di Immobile; poi il Napoli fa valere la sua superiorità.

Lazio-Napoli 1-2, vittoria meritata all’esordio: segnano Milik e Insigne

Lazio-Napoli 1-2, vittoria in rimonta: vantaggio di Immobile, pareggio di Milik e gol decisivo di Insigne nella ripresa. Inizio positivo, per gioco e risultati.

Il primo tempo

Lazio-Napoli inizia come partita attenta, guardinga, le due squadre si studiano e poi esplodono secondo le loro caratteristiche. Inzaghi tiene bassi i suoi, per poi ripartire in verticale. Nasce così la prima occasione dei biancocelesti, che poi è il bellissimo gol di Immobile: palla lunga per il centravanti della nazionale, seguito da tre uomini, Albiol, Koulibaly e Mario Rui. Immobile scherza tutti con una finta, i giocatori del Napoli non sono reattivi e il tiro di sinistro è perfetto, all’incrocio.

Poco prima del vantaggio della Lazio, il Napoli si era fatto vedere con Zielinski, e un altro paio di buone accelerazioni in zona centrale. Dopo il gol, la squadra di Ancelotti si accende e si scatena. Insigne va vicino alla rete in azione personale, poi è Zielinski a colpire la traversa con un tiro deviato e che supera Strakosha. Dal 40esimo in poi, Milik segna praticamente tre gol: il primo viene annullato da Banti per carica su Radu, Koulibaly di testa da angolo travolge il rumeno, l’azione si sviluppa ma è nulla; poco dopo, gran pallone verticale e sinistro incrociato, buona risposta di Strakosha; infine, il vero e meritato pareggio, con il solito gioco Insigne-Callejon e il pallone al centro per Milik. Arek è puntuale nell’impatto col pallone, ed è rete.

La ripresa

Il Napoli riparte là dove aveva finito, meno intensità nel possesso ma un predominio territoriale netto. Che si concretizza in una Lazio praticamente innocua, se non su azione d’angolo: palla sul secondo palo, Immobile impatta male e conclusione a lato. Il Napoli insiste nella gestione, e in un’azione avvolgente trova il varco: cross dalla destra di Hysaj, sponda di Allan e perfetta conclusione di Insigne. Con la sua conclusione, dalla sua mattonella. Palla all’incrocio.

Il 2-1 tiene aperta la partita, il Napoli prova a gestire i ritmi e scandisce il tempo con i cambi: fuori Hamsik, Insigne e Zielinski, entrano Diawara, Mertens e Rog. Gli unici rischi arrivano alla fine, calcio d’angolo dalla destra e perfetto anticipo di Acerbi su Koulibaly. Palo pieno. Sul capovolgimento di fronte, palla di Callejon per Milik a tu per con Strakosha. Splendido Bastos, che toglie letteralmente il pallone dalla porta. Finisce così per la gioia di un Napoli che scaccia i fantasmi dell’estate con una vittoria non netta, ma meritata. In rimonta, in casa della Lazio. Due cose significative, eccome, alla prima giornata di campionato. Si ricomincia nel modo in cui era finita. Ora il Milan.

ilnapolista © riproduzione riservata