Calcio&Finanza spiega i legami tra Roma e Liverpool

Il sito specializzato ricostruisce le due strutture societarie. Ci sono alcuni punti in comune, legati ai nomi dei due dirigenti. «Un po’ poco per dire che la proprietà è la stessa»

Calcio&Finanza spiega i legami tra Roma e Liverpool
Pallotta e DiBenedetto

Attacchi e contrattacchi sulla Napoli-Roma

È l’ultimo giorno di mercato, ma è anche il giorno dell’asse Roma-Liverpool denunciato da Aurelio De Laurentiis. Le parole del presidente del Napoli su una possibile proprietà comune («Un uccellino mi ha detto che hanno lo stesso proprietario» hanno scatenato le reazioni della società giallorossa. Prima Baldissoni, poi il presidente Pallotta (in maniera non proprio serena), hanno risposto a modo loro al patron del Napoli.

L’articolo di Calcio&Finanza

Al di là della forma delle parole di De Laurentiis, resta in ogni caso il dubbio sul contenuto. Quanto c’è di vero dietro le dichiarazioni del presidente del Napoli? La risposta è arrivata con un pezzo di Calcio&Finanza, sito da sempre specializzato in questo tipo di articoli. Oggi il quotidiano on line, proprio dopo le frasi di De Laurentiis, si è occupato del tema.

Leggiamo: «Il Liverpool è controllato da una società con sede nel Regno Unito la UKSV Holdings Company Limited, a sua volta controllata da UKSV I LLC con sede nello Stato del Delaware (Usa). Quest’ultima società fa capo a Fenway Sports Group, una società americana cui fanno capo diversi investimenti nel settore sportivo tra cui la celebre squadra di baseball dei Red Sox di Boston. Il principale azionista di Fenway Sports Group (già New England Sport Ventures) è l’uomo d’affari americano John W. Henry. Nessun altro investitore possiede partecipazioni superiori al 10%. Tra questi figura anche l’ex presidente dell’AS Roma, Thomas R. DiBenedetto».

Sempre secondo C&F, esiste un altro punto di contatto tra Pallotta e Feneway Sports Group: si tratta di David Ginsberg, dal 2018 al 2010  Managing Director e founding partner della Raptor Group Holdings. Ovvero, secondo C&F, «la società di investimento cui fanno capo i business di Pallotta, tra cui l’AS Roma SpA e la Stadio TDV SpA, la società di diritto italiano costituita per realizzare lo stadio a Tor di Valle». Inoltre, «Dal 2002 al 2010, oltre a lavorare con Pallotta, prima alla Tudor Investment Corporation (di cui il presidente della Roma era uno dei top manager) e poi alla Raptor Group Holdings. Ginsberg ha guidato il finance committee di FSG, ricoprendo un ruolo chiave nella negoziazione e nell’esecuzione dell’acquisizione dei Red Sox e del Liverpool.

Il ruolo di Ginsberg e di Thomas DiBenedetto

Il manager americano è tornato a lavorare con Pallotta, ma non ha incarichi ufficiali nell’organigramma della Roma. Leggiamo ancora: «Dal 2010, Ginsberg ha iniziato a lavorare a tempo pieno per Fenway Sports Group. E ha assunto un ruolo di top manager anche nello stesso Liverpool con il ruolo di vicepresidente. Ginsberg ha poi lasciato le proprie cariche nei Reds nel dicembre del 2016 per tornare a lavorare con Pallotta. Il manager USA è tuttavia amministratore unico della Stadio Tdv SpA, la società costituita da Pallotta per procedere alla costruzione del nuovo stadio e che ne avrà la proprietà». In questo momento, quindi, oltre al legame eventuale tra Ginsberg e il Liverpool, il vero “contatto” tra Roma e Liverpool è rappresentato da DiBenedetto.

L’ex presidente giallorosso detiene il 20% dei diritti di voto dell’Investor Committee della società che controlla il club giallorosso, come spiegato da Calcio&Finanza: «L’AS Roma SpA è controllata da Neep Roma Holding, a sua volta controllata da AS Roma SPV LLC, che ne detiene il 100% delle azioni con diritto di voto. Questo 100% è diviso in parti uguale ai cinque membri dell’Investor Committee, che rappresenta l’organo decisionale della società. I cinque manager sono James Pallotta, Barry Stuart Sternlicht, Michael Ruane, Richard D’Amore e Thomas R. DiBenedetto».

Oltre al 20% della Roma – amministrata comunque da Pallotta, che riveste la carica di amministratore e legale rappresentante pro-tempore della società -, DiBenedetto ha una partecipazione del 10% nella società controllante del Liverpool, la Fenway Sports Group. C&F conclude così il suo approfondimento: «Forse un po’ poco per poter affermare che “il vero proprietario della Roma sia anche quello del Liverpool”». In ogni caso, oggi ne sappiamo un po’ di più. E un sito di riferimento nel rapporto tra sport ed economia ha messo in primo piano un approfondimento sulle parole di De Laurentiis.

ilnapolista © riproduzione riservata