Il Napoli ha pagato cash Fabian Ruiz, il terzo acquisto più costoso del club

Pillole economiche sul trasferimento di Fabian Ruiz: il Napoli ha pagato in contanti la clausola rescissoria, senza aspettare l’addio di Jorginho.

Il Napoli ha pagato cash Fabian Ruiz, il terzo acquisto più costoso del club

Le pillole dell’affare

Fabian Ruiz al Napoli è un colpo non banale. Non vogliamo arrivare alla definizione del giornalista di bEINSports Matteo Bonetti, per cui nessun altro colpo di mercato concluso da un club di Serie A, in questa sessione, potrà essere più impattante. La Juventus sta provando ad acquistare Cristiano Ronaldo, saremmo intellettualmente disonesti. Al tempo stesso, però, vogliamo sottolineare alcune pillole non banali legate a questa operazione.

In primis, il costo: Fabian Ruiz è stato pagato 30 milioni di euro, la terza quota più alta nella storia del Napoli dopo Higuain e Milik. Insomma, siamo di fronte a un investimento corposo, che va decisamente oltre gli standard del Napoli, anche del Napoli di De Laurentiis nell’era dell’ipervalutazione dei calciatori. Il tutto, per un calciatore di 22 anni, con 50 presenze totali nella Liga. Poche, ma abbastanza da impressionare tutti gli addetti ai lavori. Basta controllare il tweet che vi abbiamo linkato sopra.

Poi, un’altra curiosità: Fabian Ruiz è stato acquistato sfruttando la clausola rescissoria presente nel suo (vecchio) contratto con il Betis. Per la prima volta, il Napoli utilizza a suo vantaggio un’istituzione del mercato che ha fatto molto discutere al tempo di Cavani e Higuain, che in Spagna è obbligatoria e che ora è una specie di necessità del mercato. Tanto che pure la Juventus ha dovuto “piegarsi” nel nuovo accordo con Emre Can.

Infine, last but not least: il pagamento cash. Senza aspettare Jorginho, senza formule astruse o dilazionate. Dopo i 25 milioni per Verdi, il Napoli ha chiuso un altro affare investendo soldi freschi, immediati e senza compromessi. 30 milioni di euro, il calciatore lascia il Betis Siviglia e passa al Napoli. Quanti altri club, in Italia e nel mondo, possono permetterselo?

Per chiudere, vi linkiamo il profilo tecnico-tattico del centrocampista andaluso, scritto qualche settimana fa. Sì, perché in tutto questo Fabian Ruiz sa anche giocare bene a calcio.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Non trovo il link al tweet

  2. Raffaele Sannino 5 luglio 2018, 17:32

    Basta con questi illustri sconosciuti,vogliamo i super campioni per puntare alla sestina:campionato ,coppa e supercoppa italiana,coppa e supercoppa dei campioni e coppa intercontinentale.Solo così saremo soddisfatti.

    • Nemmanco. Vogliamo Bruscolotti tim meneger, devono tornare Reina e Sarri. Siamo gente di cuoro noi napoletani. Il mio sogno è vincere lo scurett a via Caracciolo. Sotto o’castiell

      • Venio, io lo so che non possiamo comprare grandi calciatori affermati, ma a sto punto deciditi: abbiamo preso Ancelotti (con annesso stipendio oneroso) per fare cosa? Pagare uno stipendio oneroso?

        • il percorso di Ancelotti è tutto da scrivere. Ma a me onestamente non mi dispiacerebbe che il Napoli crescesse ulteriormente con l’apporto di Meret, Fabian Ruiz e Verdi. Necessariamente si doveva innervare la squadra di elementi in grado di raccogliere il testimone dai giocatori attuali, che sono il nucleo fondativo per la costruzione del retaggio di cultura e di gioco che dovrà essere sempre un riferimento per quelli che verranno. Un po’ come il primo Milan di Sacchi, a cui Berlusconi diede fiducia, riconosciuta negli anni, che si è perpetuato in maniera diversa fino all’ultima Champions di Ancelotti. Insomma parliamo di un ciclo che alla fine è durato 20 anni.

Comments are closed.