Radio Crc e lo stallo Napoli-Chelsea: «Gli avvocati fermano Sarri, non può andare a Londra»

Il Napoli aspetta da un mese una telefonata di Abramovich. Telefonata che però non arriva. Il Chelsea rischia una diffida.

Radio Crc e lo stallo Napoli-Chelsea: «Gli avvocati fermano Sarri, non può andare a Londra»

È tutto fermo da un mese

La vicenda Sarri-Chelsea è una delle più ingarbugliate che si ricordi. Inutilmente ingarbugliata, aggiungiamo. Perché in realtà è tutto chiaro. C’è un accordo tra il Chelsea e Sarri (ne scrivemmo qui in tempi non sospetti). Mancano due tasselli. Antonio Conte non è stato ancora licenziato. E si tratta di diciotto milioni lordi da versare. E Maurizio Sarri è ancora l’allenatore del Napoli. La clausola rescissoria da otto milioni è scaduta, e il Chelsea dovrebbe trattare direttamente con il Napoli. Sono questi i due confini della vicenda. Qualsiasi altra notizia – ossia tutte le notizie relative ai rapporti tra il Chelsea e Sarri – non sposta di un centimetro la questione.

Non si capisce l’attendismo di Abramovich. Né a quale gioco voglia giocare il presidente del Chelsea. Abbiamo rilanciato poco fa un nostro articolo del 29 maggio in cui scrivemmo che all’orizzonte si sarebbe potuto profilare addirittura uno scontro in tribunale. Da allora è trascorso quasi un mese e non è successo nulla.

Le parole di De Laurentiis

In questa direzione, dello scontro, va anche l’intervento del giornalista Raffaele Auriemma a Radio Crc. Auriemma ha detto che a Sarri è stato consigliato di non andare a Londra. A consigliarlo sono stati i suoi avvocati. Sarri è un tesserato del Napoli e rischia conseguenze giudiziarie se trattasse ufficialmente con un altro club. Anche il club, ha aggiunto Auriemma, rischia una diffida.

Siamo fermi alle parole di De Laurentiis di qualche giorno fa: «Siete così sicuri che Sarri possa andare al Chelsea? Vedremo. A me non ha chiamato nessuno».

L’ipotesi che resti Conte

Tutti gli attori della vicenda sono muti. Sarri e Zola, spiega Auriemma, sono stati fermati dai rispettivi legali. Il giornalista adombra addirittura l’ipotesi che Abramovich possa fermare tutto e restare con Conte allenatore. Ipotesi che ogni tanto fa capolino anche su qualche giornale inglese. Sta di fatto che al presidente del Chelsea sarebbe bastato mettere mano al portafogli per sbloccare la situazione ed esaudire i propri desideri.

Anche la notizia della trattativa condotta dall’agente Ramadani lascia il tempo che trova. De Laurentiis ha fatto sapere chiaro e tondo che non desidera trattare con intermediari. Vuole ricevere una telefonata del Chelsea e trattare con loro. Altrimenti, la situazione resta ferma.

ilnapolista © riproduzione riservata