Le 12 ore di Ancelotti che sconvolsero il mercato del Napoli: Benzema, Vidal, Di Maria…

Profili internazionali coreografici all’arrivo di Ancelotti, vecchi pallini interni (Suso, Verdi) “richiamati” dal nuovo corso tecnico.

Le 12 ore di Ancelotti che sconvolsero il mercato del Napoli: Benzema, Vidal, Di Maria…

Giuntoli ha il dono dell’ubiquità

Sono passate solo poche ore dalla formalizzazione – tra l’altro non ancora ufficiale – dell’ingaggio di Ancelotti. Eppure il Napoli ha già avviato una trentina di trattative di mercato, a voler rimanere stretti. Una vera e propria rivoluzione, con nomi enormi, altisonanti, clamorosi, trovate voi l’aggettivo che meglio identifica una vera e propria pioggia di affari anche solo pensati. Sì, perché ci sono due possibilità: Giuntoli è ubiquo, ed è contemporaneamente a Roma, alla Filmauro, e pure ad incontrare tutti gli agenti di questi calciatori; oppure alcuni di questi rumors sono da catalogare come bufale. 

Ad occhio e croce, noi puntiamo sulla seconda eventualità. Non fosse altro che per alcuni dei nomi che sono stati snocciolati. Abbiamo Benzema, Vidal e David Luiz. Ovvero tutti calciatori con un ingaggio quasi doppio, o anche doppio, a quello di Insigne, Mertens e Hamsik. Sono stati tutti allenati da Ancelotti, ma crediamo che questo non basti a chiudere il cerchio di un acquisto. Ancelotti fa l’allenatore, non il mago.

Abbiamo letto di Seri, centrocampista del Nizza; o anche di Martial, esterno del Manchester United. L’ultima bomba, in ordine di tempo, riguarda Angel Di Maria, uno dei calciatori-feticcio di Ancelotti. Oltre a questi nomi internazionali, puramente coreografici alla nomina di Ancelotti ci sono i vari Verdi e Suso de noantri, vecchi pallini domestici che potrebbero essere ancora più “invogliati” ad accettare Napoli dal nuovo tecnico. Insomma, prepariamoci ad un’estate piena piena di calciomercato. Vero, mezzo vero, anche solo virtuale. L’effetto-Ancelotti amplificherà ancora di più le voci intorno al Napoli.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. però Insigne, Mertens e Hamsik devono capire che la loro crescita economica dipende anche dall’inserimento di gente che può guadagnare più di loro.

  2. Antonio Baiano 23 maggio 2018, 19:12

    La cosa bella è che c’è qualcuno qui, in calce all’articolo, che crede veramente nell’arrivo di questi giocatori. Si vede che il troppo champagne gli ha dato alla testa.

    • Raffaele Sannino 23 maggio 2018, 22:45

      C’è chi beve champagne e chi è costretto a litri di soluzione schoum…

      • Antonio Baiano 24 maggio 2018, 8:28

        Questo lo pensi tu, che sei il vero integralista insieme ai tuoi compagnucci di merende che avete gufato un anno intero perchè tutto andasse a finire così. Se leggi il mio commento alle ultime pagelle della Coppia Napolista capirai, se ti levi le fette di prosciutto dagli occhi, che io ho dato una mia valutazione ben precisa e non esaltata di Sarri e volutamente l’ho data a fine stagione. Per quanto mi riguarda, ritengo l’arrivo di Ancelotti un momento probabilmente di svolta, sicuramente importante per la Società ma non mi esalto come fate voi. E’ tutto da vedere cosa farà con un organico di livello decisamente inferiore a quelli che ha gestito e se voi pensate che De La gli prenderà giocatori da 8-10mln di stipendio vuol dire che vivete su un altro pianeta, ad essere buoni nel giudizio.

  3. Scirocco Notturno 23 maggio 2018, 18:48

    A me sembrano tanto le previsioni del tempo. A due giorni restano cautamente affidabili, a 7 già sono un pour parler.
    Quando finisce il Calciomercato? Traetene da soli le conclusioni.

  4. rosario frattini 23 maggio 2018, 18:08

    Oggi Sky dava per certo l’ accordo raggiunto da Verdi con l’ Inter: dovrebbero parlarsi le società. A proposito do trattative de no’ antri.

  5. Raffaele Sannino 23 maggio 2018, 18:01

    Bisogna capire quale sarà il modulo di riferimento e se non ricordo male un suo collaboratore disse (tempo addietro) che al napoli serviva un centravanti di stampo europeo e più sostanza a centrocampo.Riteneva, inoltre, la coppia di centrali difensivi affidabile.Per cui se partono Hamsik,Mertens e Jorginho,sarebbe tantissima roba Benzema,Di Maria,Vidal.Gli ingaggi sono pesanti,ma chi va via non prende due noccioline.E’ un azzardo,ma ci sta.

  6. Divertiamoci a sparare cacchiate, dico la mia :)))
    Benzema non lo voglio. Uno che va a mignotte minorenni lo abbiamo gia’ avuto da presidente del consiglio. Vidal della Juve era un mostro, adesso mi sembra molto calato ma lo seguo poco. Se tornasse anche all’ 80% quello della Juve sarebbe fenomenale. Martial lo ho visto tre volte e mi e’ sembrato un fenomeno assoluto, pero’ lo devo aver beccato nei momenti buoni se no avrebbe gia’ vinto il pallone d’oro. Di Maria e’ quella roba li, tanto potenziale ma voglia di lavorare saltami addosso, se poi ci prendesse come un ridimensionamento della sua carriera sarebbe un fallimento totale.
    David Luiz va meglio da centrocampista che da terzino.
    Da qui ad Agosto ne possiamo sparare di tutti i colori :)))

Comments are closed.