Napoli-Roma 2-4, è la notte degli orrori: vantaggio di Insigne, poi il crollo

Napoli-Roma è la seconda sconfitta in campionato, la prima dopo 10 vittorie consecutive. La Juventus, ora, è virtualmente avanti (-1 con una partita da recuperare).

Napoli-Roma 2-4, è la notte degli orrori: vantaggio di Insigne, poi il crollo

Napoli-Roma 1-4, una notte indimenticabile. Ma in senso negativo. Insigne porta il Napoli in vantaggio, Under pareggia subito. Poi Dzeko due volte, e infine Perotti.

Il primo tempo

Succede che il Napoli vada in vantaggio, ma in realtà non ci vada mai. Il gol di Insigne illude che tutto vada come al solito, Under dopo 60 secondi riporta tutti sulla terra. Sono due gol belli, non casuali. Insigne servito da Mario Rui dalla fascia sinistra, tiro leggermente deviato e 1-0. Sessanta secondi dopo, la palla è già a centrocampo dopo l’1-1 di Under, arrivato con un tiro di sinistro deviato in maniera beffarda da Mario Rui. Reina scavalcato, palla dentro e partita vera. Anzi, difficile. La Roma segna al 26esimo, dopo una lunga e bellissima azione. Cross di Florenzi, splendido colpo di testa di Dzeko. È 1-2, e non abbiamo visto ancora nulla.

La ripresa

Il Napoli si riversa nella metà campo della Roma, ma il gioco è confuso e poco fluido. La Roma non fa e non deve fare altro che rimanere compatta, acquattata sulle due linee di difesa e centrocampo. Insigne si rende pericoloso in maniera reale due, tre volte ma Alisson è strepitoso. Alla prima ripartenza, Dzeko trova un meraviglioso tiro a giro di sinistro. Da fuori area. Reina è incolpevole. La partita è finita, la scure la fa calare Mario Rui con un orrendo colpo di tacco a centro area su cross dalla sinistra. Palla che arriva docile verso Perotti, 1-4 e arrivederci. Segna Mertens nel recupero, ma è solo tabellino. E il San Paolo applaude.

È successo, il Napoli si ferma dopo 10 vittorie consecutive. Ci può stare. Juve a -1, con una partita da recuperare. Nulla è perduto, ma ora sono i bianconeri ad essere avanti, anche se solo virtualmente. Appuntamento a Milano, Inter-Napoli domenica prossima. Per provare a dimostrare che Napoli-Roma è solo un caso.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. mauro nardos 3 marzo 2018, 23:46

    Io non ho visto un crollo ma tanti episodi a sfavore, poi certo 4 goal non li becchi cosi, soprattutto quando cosi tanti ne non prendi nemmeno in 10 giornate, ma sti ragazzi avevano un peso addosso tremendo. E Dzeko che fa la il partitone quando altrimenti non segna nemmeno a porta vuota, pali, paratone, goal di Dybala che in un minuto ci spedisce moralmente al tappeto. Inoltre aggiungiamoci la brutta prestazione di quello che é sempre stato l´uomo in piú del Napoli, ovvero Allan, e la frittata é fatta.
    Adesso mollare definitivamente peró sarebbe da stolti, anche perché fino al recupero della juve siamo primi. Arrivare secondi in questo campionato sarebbe un ottimo risultato, ma dopo le pretazioni degli azzurri sarebbe un´ingiustizia universale, dobbiamo fare tutto quello che é nelle nostre carte per evitarlo.

  2. Pacojonathan 3 marzo 2018, 23:44

    Io ringrazio sarri in primis e giocatori appresso… ma vorrei tirare le orecchie a giornalisti, addetti ai lavori e tifosi ostinati: ma come si può pensare MINIMAMENTE di andare a torino a vincere contro gli ergastolani? Ci sono zero premesse… in casa non perdono mai (anche fuori), non prendono mai goal… ma perchè illudere ed illudersi? Io sono fiero che con una rosa da quarto posto (grazie al presidente) siamo stati primi per 26 partite… abbiamo fatto miracoli fino ad ora… arrivare per il 3° anno consecutivo in champion è un grandissimo successo…

    • La forza del cuore e della disperazione? Non si ha più nulla da perdere

  3. Sergio Travi 3 marzo 2018, 23:02

    Attendo al varco gli avvoltoi acquattati che questo aspettavano. Così come i disfattisti in servizio permanente effettivo. E i perdenti dentro. Quando c’è ancora tutto da giocarsi. E sono sicuro che ce lo giocheremo fino alla fine.

  4. FORZA NAPOLI SEMPRE

  5. Tre cose che ho imparato oggi:

    – La Juve non gioca male per caso. Gioca male apposta, per ammazzare la partita e piazzare la giocata del campione a freddo. Praticamente vive della morte delle partite perchè in quei contesti i campioni fanno la differenza. L’ho capito solo ora e me ne rammarico.

    – Il Napoli ha troppa responsabilità addosso. Vedere Lazio-Juve avrebbe fiaccato qualsiasi entusiasmo. E’ tutto troppo grande, e quando tu fai spettacolo per mesi mentre quelli vincono partite nel modo peggiore del mondo, ma non ne perdono una, ad un certo punto ti avvilisci.

    – Se noi, che siamo fortissimi, ci avviliamo di fronte ad un evento come Lazio-Juve, come può mai una provinciale trovare il coraggio di affrontare la Juve. Mi dispiace dirlo ma non si scansano, si avviliscono prima di entrare in campo. Come dar loro torto. Noi non siamo riusciti ancora ad indurre questa sensazione a tutti, ma solo ad alcuni. Con noi le squadre più forti sentono di poter vincere, e da stasera lo sentiranno ancora di più. Quindi giocheranno alla morte.

    Ecco, io stasera ho letto l’avvilimento di chi trova tutto troppo grande, troppo oltre per i propri pur generosi mezzi. Forza comunque ragazzi.

    • Mario Pansera 3 marzo 2018, 23:32

      perfettamente d’accordo… oggi per la prima volta da anni ho visto una partita (beh solo il 2o tempo) degli strisciati e al gol del bimbominkia… mi so depresso. Hai descritto esattamente quello che ho provato
      forza napoli sempre

    • Vincere a 10 secondi dalla fine, spezza le reni ad una balena. Una mazzata tremenda che ha distrutto squadra e tifosi anche se si vinceva stasera. Troppa fortuna juventina, troppa sfortuna Napoli, dopo i rigori sistematici negati contro la Juve vince pure 10 secondi dalla fine con l’unico mezzo tiro in porta è inaudito.

  6. Certo, dispiace, ma il gol di Dybala già ci aveva detto che Eupalla non è con noi. Mario Rui davvero sfortunato stasera, c’è il suo zampino praticamente in tutti i gol della Roma. Complimenti alla tempestività delle dichiarazioni del suo procuratore.

  7. Quando Dybala ha segnato…già sapevo come finiva!!!…chissà se adesso il procuratore di Rui parlerà!!!

  8. Non mi arrendo , voglio combattere . Io da fuori voi da dentro . Non mollate ragazzi io , almeno io sono con voi. Forza Napoli sempre .

Comments are closed.