Addio a Luigi Necco

Era ricoverato da un mese al Cardarelli. Volto storico di Novantesimo minuto negli anni di Maradona, è stato un innovatore nel giornalismo

Addio a Luigi Necco

Aveva 83 anni

Addio a Luigi Necco. Se n’è andato questa mattina all’ospedale Cardarelli dov’era stato ricoverato il 18 febbraio per scompensi diabetici e bronchite cronica. Le sue condizioni apparvero subito critiche per insufficienza respiratoria renale. Aveva 83 anni. È stato un innovatore tra i giornalisti, non solo a livello sportivo. Poi il suo volto è rimasto per sempre legato a Novantesimo Minuto. Era il volto napoletano ai tempi di Maradona, e anche prima. È rimasto nella storia il suo “Milano chiama, Napoli risponde” col tre della mano a indicare le reti segnate dagli azzurri. Il giornalismo italiano e Napoli perdono un professionista che ha lasciato il segno con passione, ironia e intelligenza.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. principalmente una gran bella persona.

  2. guardando qualche vecchio film o trasmissione televisiva del passato, balzano agli occhi alcuni personaggi come Necco o Massimo Troisi, gente capace di far sorridere senza usare volgaritá, quando queste persone parlano, le parole non sono spilli ma gentili carezze . Terra Chiama, Paradiso risponde…

  3. Mario Fabrizio Guerci 13 marzo 2018, 10:58

    Addolorato per la scomparsa appresa stamane.Un grande.R.I.P.

  4. Stefano Valanzuolo 13 marzo 2018, 9:05

    Era una persona colta, intelligente, cordiale. Un casinista per natura, di quelli che meno male che ci sono… Un abbraccio.

Comments are closed.