L’eredità del derby di Torino: l’errore di Doveri al Var, l’esonero di Mihajlovic

Polemiche per la decisione dell’arbitro in occasione del 2-0, anche alcuni juventini riconoscono il fallo di Khedira. Primo nome per la panchina del Torino: Walter Mazzarri.

L’eredità del derby di Torino: l’errore di Doveri al Var, l’esonero di Mihajlovic

La Juventus in semifinale

C’è molto da dire, dopo Juventus-Torino di ieri sera. Intanto, ennesima vittoria senza subire gol per la squadra di Allegri. Gol di Douglas Costa, raddoppio di Mandzukic nella ripresa. Qualche episodio di imbarazzo difensivo (il palo di Niang, per esempio), ma il dominio dei bianconeri è stato netto per tutta la partita. In virtù di questo, perdono di colore le polemiche per il primo vero caso-Var legato a una partita dei bianconeri. Esattamente come per Crotone-Napoli, episodio controverso e potenzialmente decisivo. La differenza, stavolta, la fa l’arbitro Doveri. Che, dopo aver convalidato il gol del 2-0, va a rivedere il replay all’On Field Review e non ravvisa il fallo di Khedira su Acquah, che dà il via all’azione bianconera. Un errore grave, di interpretazione arbitrale rispetto a un fallo. Non lo diciamo noi, ma utilizziamo le parole di un influencer tifoso juventino come Antonio Corsa.

L’episodio è semplice, la casistica è simile ad un’altra situazione controversa. Sempre Acquah, nell’ultimo derby della Mole, e allora il fallo fu fischiato (il Var non c’era). Il centrocampista del Toro fu espulso. Anche questo caso è stato rispolverato da Corsa.

Addio Sinisa

Partita tesa da quel momento in poi, ma sostanzialmente finita. Il Torino non ha (avuto) la caratura per mettere davvero in difficoltà la Juventus, sul suo campo. Forse anche per questo la dirigenza granata ha deciso per il ribaltone, praticamente subito dopo il fischio finale. Mihajlovic non è più il tecnico granata, una decisione improvvisa ma non troppo. Al serbo vengono imputati i troppi punti persi con le piccole, anche perché le altre partite di un certo peso non sono andate così male (doppio pareggio a San Siro, vittoria all’Olimpico giallorosso in Coppa Italia e biancoceleste in Serie A). Per i tifosi del Napoli, però, la vera notizia riguarda il suo possibile successore. Walter Mazzarri, infatti, è il candidato numero uno per la panchina del Toro. Ultima partita da allenatore di Serie A (italiana, ovviamente): Inter-Verona 2-2, novembre 2014. Forse è l’ora giusta per ritornare.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Le lamentele juventine pagano eccome. Fatta la legge trovato l’inganno, siamo alle solite zozzerie. Doveri non era l’arbitro di linea in quel Juve-Milan con quel fallo ravvicinatissimo di braccio a 7 minuti oltre il 90.° che segnalò l’episodio del rigore alla Juventus. So che i milanistoi lo volevano spennare. I Valer……i continuano.

  2. mr. wolf: risolvo problemi 4 gennaio 2018, 20:30

    Boh, capisco l’essere tifosi, le provocazioni e tutto quello che volete. Ma come si fa ad accostare il fallo di acquah con l’intervento di Khedira?
    Il primo prende sì il pallone, ma con l’altra gamba falcia di netto Mandzukic.
    https://www.youtube.com/watch?v=Bithfp0fpbQ
    khedira non fa altro che anticipare Acquah che calciando sbatte sulla caviglia di khedira.
    nel primo caso rientriamo nell’imprduenza e, a mio parere, anche nella vigoria sproporzionata. il secondo è un intervento pulito sul pallone in anticipo e nel proseguo dell’azione vi è lo scontro, fisiologico.
    io credo che molti che scrivono non abbiano mai giocato al calcio. chiunque, prima di fare un intervento come quello di acquah sa che andrà a travolgere l’avversario.

    https://www.youtube.com/watch?v=Bithfp0fpbQ

  3. Ieri sera su TOP Calcio 24, uno dei giornalisti (non juventino), affermava che, riguardo all’episodio del presunto fallo su Acquah (per me c’era), la Juve e il Toro non c’entravano niente. Era solo un problema di arbitro e VAR, e che nessuno, neanche nei forum o blog, avrebbe tirato fuori la storia di “favori” fatti alla Juve. Non ero d’accordo. E ciò che leggo qui (in alcuni post), e in altri forum mi hanno dato purtroppo ragione.

    • Luigi Ricciardi 5 gennaio 2018, 10:11

      Il problema e’ che l’ interpretazione di questo tipo di contatti e’ sempre piu’ complicata, perche’ il vecchio assioma che chi prende palla ha ragione e’ stato soppiantato da una serie di sub-situazioni: disponibilita’ del pallone, pericolosita’ del contatto, intenzionalita’, e cosi’ via.
      La confuzione e’ semplice conseguenza.

  4. Gennaro Russo 4 gennaio 2018, 12:55

    Mazzarri è bravo. Anche se fa il catenaccio. Con noi ha davvero “fritto il pesce con l’acqua”… con i vari Aronica ecc… abbiamo fatto gli ottavi di Champions contro il Chelsea perdendo a stento. Quindi, onore a Walter Mazzarri.

    • Mazzarri, peggio di Mialovjic. Farà la solita fine lui e Frustalupi il suo secondo.

  5. Alla società ,che più si lamenta del var ,il messaggio é chiaro.le condizioni di favore non cambiano e nei momenti topici saranno eclatanti.sono sempre più convinto che pensare ad un calcio pulito in Italia è utopia.

  6. Dichiarazione di Miajlovic 8 mesi fa dopo il rosso ad Acquah, dopo un fallo un pò più vigoroso di quello di Khedira, prendendo comunque la palla:

    “È stato un errore ingiustificabile, ha falsato tutta la partita. Non c’è bisogno di un ingegnere nucleare per capire che quello non era fallo. È stata un’entrata sul pallone”

Comments are closed.