Napoli, attento al remake di “Non aprite quella porta” senza Reina

Le inquietanti similitudini con l’estate 2014. Se il Napoli vuole rompere con Pepe, deve prendere un portiere più forte di lui. Altrimenti sappiamo come potrebbe andare.

Napoli, attento al remake di “Non aprite quella porta” senza Reina

Doppio film

Non aprite quella porta è un classico dell’horror. Quindi, fa presto a diventare un classico del giornalismo sportivo. Nel senso: nella costruzione dei titoli riguardanti porte da calcio, estremi difensori e situazioni contingenti è una specie di must. In pochi, però, sanno che il film è stato praticamente girato due volte. La versione originale del 1974, il remake del 2003.

Ora, siccome anche noi siamo giornalisti sportivi, sottolineiamo questo inquietante parallelo. Che è un po’ banale, ma va oltre il titolo del singolo e semplice film. Con il caso Reina, con la gestione attuale del caso Reina, il Napoli rischia di fare un remake. Non aprite quella porta, prima versione azzurra, è stato girato nell’estate 2017. Reina non viene confermato, sceglie di andare al Bayern Monaco e il Napoli prosegue con Rafael. Sappiamo com’è andata a finire, in seguito. Tanto male che il ritorno di Reina si imponeva, praticamente.

Un fotogramma tratto da The Texas Chain Saw Massacretitolo originale di Non aprite quella porta

Corsi e ricorsi

Ecco, appunto: il terrore è quello del ricorso storico, di andare a ripetere un exploit negativo nella gestione della rosa. Coinciderebbe tutto: il terzo posto e il preliminare di Champions, un finale di stagione esaltante, un arrivederci/addio per beghe contrattuali (perché si parla di questo, in realtà, più che di tutta la storia delle “distrazioni”), la difficoltà nell’individuare un erede. Il Napoli 2014 fu sfortunato, perché si era mosso per tempo acquistando Rafael. Nell’ottica dell’affiancamento di un giovane, la scelta era sembrata ponderata, anche inizialmente positiva. Rafael aveva risposto bene, faceva intravedere buone qualità. Poi l’infortunio, la difficoltà quasi atavica nel ritrovare coordinazione e concentrazione dei tempi migliori. Quindi Reina fu rimpianto amaramente.

Certo, ci sono delle differenze. Quello era un Napoli non copertissimo in tutti gli slot dell’organico, e la scelta fu proprio quella di affidarsi a Rafael. Oggi, il resto della rosa è abbastanza completo e non c’è la possibilità che il Napoli possa puntare, in caso di addio di Reina, di puntare su un estremo difensore già in organico. Però, come dire: i ricordi, soprattutto quelli nefasti, influenzano la percezione del presente. E la previsione del futuro.

Reina

Tutto parte da Reina, comunque. E finirà con lui. Nel senso: il Napoli ha da risolvere questa situazione, prima di darsi una configurazione definitiva. Il problema, oggi come tre anni fa, è quello di trovare un estremo difensore che possa sostituire lo spagnolo. Che possa avvicinarsi al suo valore assoluto, mantenendo quindi alta la qualità del Napoli nel ruolo. Il profilo tattico è una faccia della stessa medaglia: un portiere che intenda il calcio come Pepe, come regista arretrato oltre che come estremo difensore, piedi e mani insieme, è complesso da individuare. E quelli forti giocano in squadre molto importanti, troppo importanti. E poi gli Szczesny del caso preferiscono fare da riserva in cambio di quattro milioni di euro.

Il Napoli è in una situazione rischiosa. Che si potrebbe risolvere con Neto, ma questo probabilmente sposterebbe gli equilibri all’indietro, pure rispetto a Reina. Non fino a Rafael, ma sicuramente non come con Szczesny. L’altra soluzione è quella della scommessa importante, Bernd Leno. Ma ci vogliono soldi, tanti soldi. Meno di quelli che servirebbero per confermare Reina, che reclama un rinnovo forse fuori mercato ma probabilmente è cosciente di avere una certa forza contrattuale dalla sua. La forza di non avere ancora un concorrente reale, la forza di rappresentare un precedente da evitare. Pure recente, tra l’altro.

Tre anni fa, il Napoli aprì quella porta. Lo fece male, finì per imprecare una stagione intera. Non può più permetterselo, è cresciuto, è una squadra adulta nonostante una rosa giovane. E una squadra adulta non commette lo stesso, nefasto errore. Oggi abbiamo scritto che il caso Reina è similare ad altre situazioni conturbanti di mercato che agitano altri club. Vero, quindi la situazione non è (ancora) grave. Ma è seria, pericolosa. E quindi va risolta. Al meglio, al più presto.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Fabio Milone 10 giugno 2017, 9:37

    Ma Skorupski proprio non e’ cosa???
    Siamo sicuri che l’alter ego di Pepe Reina (magari restasse pure un altro anno a giocarsela alla pari) non possa essere proprio il giovane polacco che gia’ gioca nell’Empoli che ha modulo e caratteristiche tattiche simili alle nostre?
    Gia’ abituato alla serie A, pronto e reattivo nel ruolo specifico del portiere e anche discreto coi piedi, ancora giovane (mi sembra 25 anni)… unico problema che e’ della Roma e non si sa se se lo vogliano tenere per fare da secondo alll’altro giovane.

  2. giancarlo percuoco 10 giugno 2017, 9:23

    Ideona: potremmo prendere il portiere della Francia.

  3. ibrahimovic napoli: Seri contatti

  4. io rinnoverei il contratto a reina. portieri complessivamente più forti dello spagnolo non ne vedo per quelle che sono le potenzialità economiche del club.

    • Non possiamo tenere il presepe. Reina ha il rinnovo di contratto se Reina è utile. Altrimenti Reina termina il proprio contratto e poscia Quillon gli troverà una sistemazione

    • Mauro Naddei 10 giugno 2017, 1:28

      Soprattutto se penso ai nomi che sento in giro: Neto, Sirigu, addirittura Berisha!

    • giancarlo percuoco 10 giugno 2017, 7:26

      infatti. o si prendeva il Polacco ex Roma, oppure il portiere giovane andava preso l’anno scorso, per dargli il tempo di ambientarsi e non andare allo sbaraglio.
      ho paura che ci siamo fatti trovare con le braghe calate.

  5. Luigi Ricciardi 9 giugno 2017, 21:14

    Reina ha ancora un anno di contratto: potrebbe rispettarlo e andare via il prossimo a parametro zero. Se la società non vuole questa soluzione, lo venda subito e prenda un sostituto (anzi, prenda prima il sostituto…).
    Se altrimenti va bene come soluzione, cerchi uno che voglia fare il secondo momentaneo.
    Tertium non datur, per quello che pare di capire dalla volontà delle parti.

  6. A parte il problema portiere, ma qui sembra di rivedere un film già visto!…Campagna acquisti almeno secondo la stampa che non porterà da nessuna parte!…si insiste su scommesse giovani e non si comprano certezze!…Anche questa’anno “nun sarà’ cosa”!???

    • Aspetta, lo dici perché sei convinto tu o perché lo dice la stampa che come ogni anno deve glorificare tutte le altre squadre con più peso politico (compreso la stampa nostra che in realtà è degli altri)?

      • Raffaele Sannino 9 giugno 2017, 21:04

        “nun sarà’ cosa”!Ma per quale obiettivo?Lo scudo?Allora bisogna puntare a De Gea,Darmian,Draxler,Tolisso…..

        • Esatto per lo scudo!..se Dela pensa di vincerlo con i nomi che circolano “stamm a post”!

          • Raffaele Sannino 10 giugno 2017, 7:42

            Se vuoi vincere lo scudo hai due possibilità:o cambi squadra o cambi il presidente.Perchè i giocatori che servono per vincerlo,non li può comprare.E chest è!

  7. Comunque al di là di queste guaratelle per fare un Napoli serio per la prossima stagione ci vorrebbero almeno 2 giocatori top nell undici base; portiere e terzino destro.
    Tipo il portiere polacco e Darmian.

    SZCZESNY DARMIAN ALBIOL KK GHOULAM ALLAN GIORGINHO HAMSIK. CALLEJON MERTENS

    REINA SEPE. HISAY STRINIC MAK TONELLI ROG ZIELINSKI DIAWARA GIACHERINI ONAUS MILIK PAVOLETTI

  8. Mauri Franksson 9 giugno 2017, 19:39

    La permanenza di Reina, tenendo conto di pregi e difetti, sarebbe la soluzione migliore e eviterebbe sconvolgimenti tattici e di spogliatoio. Ma se proprio dobbiamo sostituirlo allora bisogna spendere e prendere Leno, se la scelta è tra lui, Skorupski, Berisha, Neto, Cragno e Meret. Questi ultimi due mi vanno benissimo solo come vice Reina per un anno.

  9. Salvatore L. Adamo 9 giugno 2017, 19:01

    quello che più mi preoccupa sono i tempi di assimiliazione del gioco di Sarri nel caso arrivasse davvero un nuovo portiere. nel caso prendessimo un neto, leno o portiere già affermato non ha senso affiancarlo e non è nemmeno fattibile, la società non si può permettere di pagare un portiere di livello per tenerlo in panchina. nel caso prendessimo un giovane tipo meret, cragno, per me non ha nemmeno tanto senso tenerli in panchina se adesso fanno i titolari altrove.

  10. REINA e un po’ come julio Alberto.
    Ve lo ricordate in Napoli benfica???
    L età ha il suo peso e nn facciamoci ingannare da altri aspetti.
    Il vero discorso è invece relativo alle possibilità di reperire sul mercato un portiere forte.

    • Luigi Ricciardi 9 giugno 2017, 21:01

      Julio Cesar lo ricordo, Julio Alberto no! 🙂

      • Esattamente………cesare…..cesare!!!?
        Il livello e quello……..ci metto pure Casillas ????

  11. Attimo Fuggente 9 giugno 2017, 18:46

    Bravo Fasano.Lei evidenzia ,con la consueta,a mio parere eccessiva ,discrezione, il vero problema.Tutti si intrattengono a dibattere se Reina è meglio di Tizio o di Caio,se Reina si comporta bene o male,quanto costa quello o quell’altro.Il problema è il ritardo e l’inerte e ottusa spilorceria con cui la società sta affrontando questa questione ,che avrebbe in qualche maniera già dovuto risolvere da tempo e che riguarda un ruolo fondamentale e attualmente il suo principale punto debole.Sembra che l’unica preoccupazione della società sia risparmiare qualche milione.”Signori vi siete dimenticati che Reina ha un contratto”….Ma come si fa?

  12. Condivido. Il problema c’è e non è di facile soluzione. Ed ho l’impressione che Reina sia cosciente di questa difficoltà del Napoli e, da cinico e sano professionista, conduce la trattativa con il coltello dalla parte del manico.
    ‘O sole, Napule, ‘o mare, ‘e pizze, Nennella ma anche ‘e milione.

    • a me me l’ha fatta alla pizzaiola. Se vuole soldi andasse a bussare a zio Rafa e si togliesse dalle scatole almeno si sblocca sta situazione e sia quel che sia. Se vuole rimanere la smettesse di fare il muccusiello che da domani c’ha quarant’anni. Però sta situazione non la si sostiene più. Altri tre giorni a leggere gli intrighi e gli enigmi su Reina, altri tre giorni di totoportieredelnapoli e mi portano al CIM

      • Il problema è la scelta del sostituto. Sarri vuole assolutamente Reina e ADL vuole accontentarlo ma non rientra nelle sue abitudini sottostare in una trattativa. Ha in mano la carta del contratto con scadenza 2018 e tiene duro per mitigare le richieste di Reina.
        Chi vincerà?
        Speriamo non perda il Napoli.

  13. L’ho sempre difeso, ma a questo punto già conosce dov’è la porta. I veri signori non hanno bisogno di fare sceneggiate tra tweet suoi, della consorte e richieste al limite dell’assurdo.
    Il remake ce l’ha fatto già rivivere ogni lunedì quando con gli amici in macchina si esclamava “avete visto la papera di Reina?”.

  14. Ciccio Bomba 9 giugno 2017, 17:40

    salve alfonso, ho provato a fare un’analisi statistica, perché non ero convinto del fatto che Szczesny fosse superiore a neto. ho confrontato i puri numeri, che ovviamente non dicono tutto (specie perchè neto viene da due anni di inattività), quindi i due anni di Szczesny alla Roma con i due anni di neto alla fiorentina. il polacco ha beccato 72 gol in 72 partite, con la media pulita di 1 gol a partita. il brasiliano 73 gol in 64 partite, con la media di 1.18 a partita. certo la difesa della fiorentina forse è meno forte di quella giallorossa, tuttavia mi sono convinto che Szczesny sia leggermente più solido.
    la sorpresa però è arrivata dopo: ho fatto la stessa analisi su Reina, su tre anni, due con sarri e uno con benitez (la cui difesa era piuttosto “allegra”). ebbene il dato è: 96 reti subite in 104 partite. 0.92 a partita.
    ergo: il buon pepe è così malaccio? 🙂

    • Il calcolo è più complicato. Va fatto suo tiri ricevuti in porta rispetto ai gol.

    • Il Napoli alla fine fa pena a difesa, ma avendo sempre il possesso palla subisce molto meno delle altre squadre, come noi giocava la Fiorentina di Montella che però era più abulica e leggera di noi. Secondo me i giocatori vanno visti sul campo, Neto mi sembrava forte ma non un campione, Sczcesny con la Roma ha sempre fatto diversi miracoli e mi sembra abbia più margini di crescita.

  15. Reina come Higuaín, anzi peggio. Gonzalo ha vinto. Reina sul Tyne è come Bojinov sul fiume giallo…

  16. A scanso di equivoci pubblicamente Sarri ha detto: “Spero che Reina resti” a me, questo basta e avanza per un prolungamento.
    Ciò non toglie che oltre a Pepe il Napoli deve avere un altro ottimo portiere.
    Per un grande Napoli dovremo avere 2 ottimi giocatori per ogni ruolo.

  17. Reina ha fatto una richiesta ridicola e fa bene il Napoli a non accettare.

    Lo so che molti amici qui non saranno d’accordo ma a questo punto meglio venderlo.

    Si il carisma, va bene l’abilità coi piedi, ma a noi serve un portiere che pari.

    Se il Torino accetta Zapata come saldo per Maksimovic, si prende Leno e via.

    • Miguel Anglani 9 giugno 2017, 17:04

      Devo essermi perso qualcosa per strada, qual’è la richiesta ridicola? So che chiede un’altro anno, probabilmente mantenendo l’ingaggio attuale. La definirei alta, ma non ridicola. Quanto prende ora, 2? Non si potrebbe chiudere a 3 totali per i prossimi 2 anni?

      • vicchiariell 9 giugno 2017, 17:31

        3,5 milioni a stagione è stata la richiesta, dai 2,8 attuali voleva un aumento e due anni di contratto
        A 35 anni , in calo di forma, riflessi appannati, chiedere un aumento è stato davvero miserrimo, se hai offerte migliori giusto andare, ma non puoi pretendere aumento e prolungamento a 35 anni, se poi vuoi restare resta hai contratto chi glielo impedisce? il presidente già ha dichiarato che un contratto c’è, sarri ha già manifestato fiducia, di cosa parliamo ? del nulla come sempre

        • E sta volta non posso che darti ragione su tutta la linea, per quanto possa voler bene a quel pa@acu10 di Reina.

        • 3 milun’ uh anema d’ò priatorio

      • Chiede 3,5 X 3 anni. Ovvero L stessa offerta del Newcastle… quando dice che ama Napoli è solo un parac…

        • Ciccio Bomba 9 giugno 2017, 17:43

          mi sa che si sta dando un po’ troppo scontata la veridicità di questa richiesta di reina…

          • Abbiamo altri elementi?

          • giancarlo percuoco 9 giugno 2017, 19:19

            Abbiamo altri portieri?

          • È l’unico portiere al mondo? Il prossimo che verrà sicuramente non sarà malato di “nennellismo”…

          • giancarlo percuoco 9 giugno 2017, 19:42

            Il portiere andava preso l’anno scorso. Adesso si corre il rischio di farsi trovare con le brache calate.
            Soprattutto con i nomi che circolano.

          • Bah. Spendi i soldi e prendi Leno, oppure spendi i soldi e ti cresci Meret con Neto a giocarsi il posto. Io quest’estate vorrei evitare altri tormentoni, abbiamo già dato con Higuain: “iss se n’è vultu je, no è stat o pappon”, fateci stare quieti.

          • Meret, Skorupski e Leno, ok. Ni Neto. No Berisha, Cragno, Perin, Fiore, Di Fusco, Bandieri, Castellini e Garella…

          • Luigi Ricciardi 9 giugno 2017, 21:00

            Che la società si decida. Reina ha un altro anno di contratto, e potrebbe rispettarlo e andarsene a parametro zero il prossimo anno. Se abbiamo il sostituto buono, lo si venda. Leno sarebbe il massimo dopo il polacco (che va alla Juve, figurarsi, magari fare il blitz appena dopo il campionato poteva bruciare tutti sul tempo, ma va bene così), Skorupski è della Roma e rischiano di farcelo strapagare. Oppure si prenda il ragazzino Meret della situazione, e Reina si fa il suo ultimo anno di contratto a crescerlo.
            Sarri (pare) vorrebbe ancora Reina, e lo ha detto un pò per convinzione un pò per convenienza (vedo difficile che se ne uscisse con ” Reina se ne deve andare”), ma deve decidere la società.

          • Per bocca di ADL la società ha deciso: Reina ha un anno di contratto. Reina rimane. Forse siamo noi che ci accontentiamo del metadone/mercato perché siamo già in astinenza da campionato…

          • Luigi Ricciardi 9 giugno 2017, 23:37

            Quello è sicuro, ogni domenica mi sembrerà inutile…

          • il polacco è della Juve da febbraio.

          • giancarlo percuoco 9 giugno 2017, 21:09

            mah.

          • Sono nomi che faccio, dando Reina per partente… Altrimenti meglio Reina.

          • giancarlo percuoco 10 giugno 2017, 7:29

            è questo il dilemma. vorremmo sostituire Reina con uno peggio.

          • Neto come secondo è ottimo dai.

          • Ovviamente la mia osservazione si basa sulle informazioni disponibili…. nel caso siano corrette, caro Pepe è stato bello finché è durato…

        • Pepe mi piace, ma sulla paraculaggine non posso che concordare

      • Miguel Anglani 9 giugno 2017, 20:38

        Come si dice a newcastle.. A me m par na strunzata

    • Mauro Naddei 10 giugno 2017, 1:26

      Si ma in fondo, noi che ne sappiamo realmente?
      Siamo li mentre fanno le trattative? ce lo ha detto uno degli interessati che Pepe ha fatto sta richiesta?
      Sono solo speculazioni per adesso, quello che invece sembra essere concreto é lo screzio, per dire un eufemismo, tra Reina e AdL.

Comments are closed.