Magari il Chelsea offrisse 60 milioni per Koulibaly

Sarebbe il difensore centrale più costoso della storia del calcio. E sarebbe assurdo opporsi. Ormai, dopo Higuain, dovrebbe essere chiaro a tutti.

Magari il Chelsea offrisse 60 milioni per Koulibaly

Il difensore più costoso della storia

Questo pezzo è una ricostruzione storica, ben più che una provocazione. Ed è soprattutto una presa di coscienza. L’ennesima. Stamattina abbiamo aperto Il Napolista col racconto di Enola Gay, ovvero con i giornali che hanno iniziato – improvvisamente – a mettere insieme voci sulla cessione di un quinto della rosa del Napoli. Nella fattispecie, Insigne, Koulibaly, Reina, Zielinski, forse anche Ghoulam. Più gli esuberi, quelli che si venderanno quasi sicuramente e che per questo rappresentano voci secondarie.

Noi, nel frattempo, abbiamo fatto due ricerche veloci. Transfermarkt, da questo punto di vista, è meglio della Bibbia: ti dà le conferme che cercavi. I 60 milioni che il Chelsea offrirebbe per Koulibaly sono tutti da pesare. Semplicemente perché, qualora fossero veri e venissero accettati dal Napoli, renderebbero immediatamente Kalidou il difensore centrale più costoso di tutti i tempi. Sì, esatto: l’intera storia del calcio sarebbe riscritta da Kalidou Koulibaly. Sotto, lo screen della classifica con le operazioni di mercato più expensive nella storia dei centrali difensivi. Il primo è Stones, che l’anno scorso è stato pagato 55 milioni (!) dal Man City. Se non vi fidate, cliccate qui.

Realismo

Ora, leggiamo questa classifica e tuffiamoci nella realtà. Koulibaly è il difensore più forte del mondo o di tutti i tempi? Chi pronuncia questa frase sarebbe quantomeno esagerato (poi, ovviamente, ciascuno resta della propria opinione). Non tanto in riferimento a quelle classifiche storiche che hanno sempre poco senso, perché il calcio rivoluziona sé stesso, cambia, si evolve, partorisce nuove idee e quindi nuove interpretazioni dei ruoli in campo. Parliamo del presente: leggendo questa classifica, Hummels vale 25 milioni in meno di Koulibaly. E Bailly e Lindelof, la coppia centrale della squadra più ricca del mondo, insieme appena 13 milioni più di Kalidou.

Ecco, come dire: no. O meglio: tuffiamoci nella realtà, nel realismo, abbracciamo il calcio per quello che è e non per quello che vorremmo che fosse. Se il Chelsea dovesse realmente offrire 60 milioni per Koulibaly, il Napoli dovrebbe accettare immediatamente. Non perché ha già Maksimovic o per necessità di cassa, o ancora per sfizio di De Laurentiis o perché KK compirà 27 anni durante la prossima stagione. No, nulla di tutto questo. Ma perché sarebbe giusto così. Come del resto dovremmo aver compreso dopo l’affarone chiuso per Higuain. Rifiutare di cedere Koulibaly secondo la naturale evoluzione delle cose, evitare che diventi (oggi) il difensore centrale più pagato della storia, sarebbe un affronto all’intelligenza di tutti.

Una valutazione del genere, decisamente fuori mercato ma figlia del mercato, sarebbe un’occasione irripetibile per il Napoli. Che perderebbe un grande difensore, ma potrebbe provare a fare altre sette-otto scommesse-Koulibaly tutte insieme. Kalidou è arrivato al Napoli nel 2014, dal Genk, per 7,75 milioni di euro. Fonte Transfermarkt. Sempre per Tranfermarkt, vale 30 milioni di euro. Solo un pazzo, o un fesso, direbbero no a un’offerta del genere. Anzi, bisogna alzarsi in piedi ed applaudire colui il quale lo portò a Napoli.

La verità

Quindi, diciamo come stanno le cose. Se davvero il Chelsea ha stanziato 60 milioni di euro per Koulibaly, Koulibaly è già stato ceduto. Senza remore, senza problemi, senza farsi problemi. Com’è ovvio, giusto e meritocratico (per KK) che sia – meritocratico secondo le leggi di mercato, ovviamente. Se il Chelsea non ha ancora ufficializzato Koulibaly è perché i milioni “preparati” per questo colpo non sono 60. Non sono ancora 60. Se il Chelsea ha pensato di acquistarlo, non ha deciso di investire questa cifra. Nel caso, sta provando a trattare, a ribassare le richieste. Il Napoli, dal canto suo, ha posto una clausola sul contratto del francosenegalese (controfirmata dal calciatore, obviously) e aspetta. Perché non ha necessità di vendere, se non alle proprie condizioni.

È il calcio di oggi, e non dipende da quanto un club sia ricco, potente o “top”. Gli affari sono affari. Sempre. A prescindere dalla ovvietà che c’è sempre qualcuno più top di te, a meno che tu non sia il Real Madrid o il Barcellona. Al massimo, Bayern Monaco e Manchester United. È notizia di questi giorni di Marco Verratti che sta forzando la mano col Psg per andare al Barça. Psg –> Barça e noi che siamo il Napoli ci lamentiamo preventivamente. Oppure Bonucci, le voci che lo vorrebbero in Inghilterra (al Man City, o proprio al Chelsea).

Ecco, qui entriamo nella pura opinione, ma pensiamo che anche se siamo il Napolista sia corretto definire Bonucci “più forte di Koulibaly”. Se non vogliamo dire “più forte”, diciamo “più esperto”. Ecco, se Koulibaly vale 60 milioni, quanto dovrebbe valere Bonucci in caso di cessione? Almeno 75, no? Ci pare una cifra equa, in questo mercato. Bene. Abbiamo detto praticamente tutto. Ora aspettiamo Conte, la sua telefonata, la sua offerta. I famosi 60 milioni. Noi siamo qui.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ne avevo visti di leccapalle.. ma come questi schiavi infami del Napoli leccapallista mai. Sono sconcertato

  2. il signor napolista e signora dovrebbero valutare che con il traditore argentino, forse, staremmo festeggiando il terzo scudetto……….

    • Shhhhh silenzio altrimenti i Delaurentisti ti sbraneranno vivo!
      Guai a muove una sola obiezione al Dio Aurelio.
      Amen.

    • francesco russo 14 giugno 2017, 23:50

      Io sono dell’idea che l’affare Higuain è convenuto a tutte le parti in causa (giocatore, presidente e Juve) e chi è rimasto fregato è solo il tifoso (non ragioniere/commercialista) che si è sentito prendere in giro da tutti.

  3. Mah dipende dalla volontà del giocatore. Se il giocatore vuole levare le tende, allora si accetta una pseudo proposta del Chelsea e arrivederci. Ma se KK non ha problemi a restare, allora inutile parlare di affari e plusvalenze perché con una logica simile dovevamo cedere subito Mertens il cui cartellino aveva raggiunto l’apice della sua carriera.

    Il Napoli, per fortuna, è una società sana e senza debiti. Condivido quasi tutta la linea di gestione delle cessioni big della società di questi anni. Abbiamo sempre offerto rinnovi. I giocatori, però, volevano andare in club blasonati a firmare il contratto della vita.

  4. Carlo Beccaria 14 giugno 2017, 20:27

    Magari il Chelsea offrisse 60 milioni per Koulibaly….

    seeeh, poi con i 60 milioni, aurelio 30 se li mette in tasca e con gli altri 30 compra un altro pacco alla maksimovic per lubrificare il suo portafoglio, quello di cairo e quello del procuratore.
    Per carità…..speriamo che K2 resti

    • Giacomo Molea 14 giugno 2017, 21:58

      ancora con sta storia che si ki….ops…si mette i soldi in tasca. e basta

      • purtroppo l’ignoranza è una brutta cosa Giacomo, questi sono juventini frustrati

        • Carlo Beccaria 16 giugno 2017, 22:24

          Gli juventini frustrati sono quelli che difendono sempre, comunque e ad ogni costo le scelte della società – ehm, del presidente. Tifano per Aurelio che infatti è primo in classifica per la sua gestione oculata. I tifo Napoli, che è una maglia e chi in quel momento la indossa. Il proprietario che ne possiede e sfrutta i diritti, è criticabile, come ogni essere umano.

          • criticare è un conto, diffamare ed asserire solo bugie è un altro
            la juve perde vidal, pogba, morata e adesso sta perdendo sandro, l’inter deve cedere il suo pezzo pregiato per fare cassa, la roma mezza squadra, il milan non riesce a rinnovare neanche un ragazzino di 18 anni, allora spiegami tu chi tra questi cinesi, americani e agnelli quelli che invidiate è meglio di Adl? i3 campioni che abbiamo perso in 12 anni hanno scelto tutti top club, club che hanno decine di milioni di tifosi, mi dici dove vuoi andare con 7-8 mila abbonati e 4 milioni di tifosi forse 4,5 ma sicuramente meno di 5? mi dici come fai a pretendere scudetti e robba varia quando qui nessuno caccia un centesimo e la moda è fare il tifoso pezzotto? e come se tuo figlio ti dicesse papà me lo compri il mercedes, e tu con 800 euro al mese devi sopportare pure i suoi capricci, ma scusa ma possibile che non capite un emerito caxxxxo? che sputate nel piatto di lusso dove mangiate da anni senza sborsare un centesimo, e cosa peggiore senza neanche meritare quel piatto? qui ci vuole una dose di faccia tosta nel dna clamorosa, altra spiegazione non c’è, forse vi hanno cresciuto solo con le panelle? i vostri genitori hanno dimenticato l’altro 50% dell’educazione che song e mazzat, scusa io ti parlo come un padre e ovviamente sono contro la violenza.

          • Carlo Beccaria 17 giugno 2017, 10:44

            Prima di tutto mi andrei a leggere la differenza tra critica e diffamazione.
            Poi dopo, soltanto dopo, rileggerei l’intero post che è una caterva di luoghi comuni, frasi fatte, filosofia spicciola e metafore male assortite.

          • come sospettavo seil solito, senza l’ombra di un argomento

          • Carlo Beccaria 17 giugno 2017, 16:52

            Ecco gli argomenti: 1) non chiedo scudetti e champion; 2) chiedo investimenti che consentano nel tempo alla società di far lievitare il proprio fatturato e il proprio valore; 3) chiedo che la società sviluppi una maggiore divisione del lavoro interna e che aumenti il numero delle figure dirigenziali per poter meglio studiare le scelte, agire e comunicare di conseguenza; 4) chiedo che la società non proceda clausolizzando tutto o quasi tutto il parco giocatori, poiché per me le clausole sono un invito a monetizzare e gli introiti incassati non sono e non possono essere garanzia di miglioramento, sia perchè il presidente non li reinveste tutti, sia perchè anche qualora li reinvestisse tutti un nuovo giocatore, benché forte come quello che sostituisce, ha comunque bisogno di un minimo di tempo per integrarsi nell’ambiente e nel gioco di una squadra 5) abbonamenti, biglietti non costituiscono più da tempo la base economica della crescita di una società e del suo fatturato. La base fissa è data dal bacino dei tifosi tradotto in diritti tv, una somma che garantisce al napoli, al di là dei piazzamenti sportivi, la quarta remunerazione fissa d’Italia, dopo Juve, Milan ed Inter, ovvero prima della Roma. La base fissa ha garantito nell’ultimo anno ben 92 milioni al Napoli.
            5) La Roma ha venduto e venderà pezzi importanti, ma gli sforzi per sostituirli avvengono secondo un ben chiaro progetto tecnico che pone in secondo piano le questioni relative alle plusvalenze. Sopratutto la Roma a breve avrà uno stadio. Noi no e la causa non è soltanto l’incapacità dell’amministrazione comunale. Il Milan non ha messo una clausola su Donnarumma e questo almeno metta la dirigenza nelle condizioni di tenerlo almeno un altro anno sperando di convincerlo a rimanere.

          • punto 1) meno male, anche se non ti credo
            punto 2) si sta facendo da 12 anni e infatti i fatturati sono sempre in crescita, ma non metterti in testa di essere quello che non puoi essere per la legge naturale delle cose, hai 12 anni di storia e non 110 come altri che hanno decine se non centinaia di milioni di tifsoi
            punto 3) ci vogliono figure vicine al club che veramente possono fare gli interessi del club, e quando hai 12 anni non è semplice, non credo che un portavoce che tolga risorse al club ti faccia fare anche solo mezzo punto in + e la dimostrazione è che le altre squadre hanno strutture pesanti, la stessa juve ha 700 dipendenti e con un fatturato di 430 milioni non riesce a fare mercato e vede come i suoi gioielli ogni anno vanno via
            punto 4) tutti mettono le clausole è assolutamente normale nel mondo del calcio, e Adl i rinnovi comunque li sta facendo senza clausole perchè anche lui non le condivide, anche se c’è da dire che nella maggior parte dei casi sono i giocatori a volerli e tu non ci puoi fare niente
            punto 5) un progetto ben chiaro che ogni perde allenatori e giocatori? vedo che neanche tu hai un’idea chiara di quello che succede
            punto X il + importante)
            quanto spendi per il napoli, quanto spendono i tifosi napoletani, quanto meritano 7-8 mila abbonati? i soci della juve anche quelli napoletani hanno sottoscritto 5/10 mila euro per avere un mattoncino con il proprio nome allo stadium, ca stamm guardando le partite a pezzott, prima di pretendere bisognerebbe dare, per quella che è la dimensione della città il club napoli è 200 milioni di volte avanti, sei mai stato a torino? non penso si vede da come parli, il club non è attrattivo per esempio per tanti giocatori perchè sanno quanto difficile sia la città e il tessuto sociale
            Magari noi come città raggiungessimo l’elite nazionale ed europea come ha fatto il club napoli nel calcio, forse dovremmo metterci la lingua nel cux, prendere esempio al posto di fare i galli sulla monnexxa che poi è la nostra specialità in quello siamo al primo osto nel mondo

          • Carlo Beccaria 19 giugno 2017, 11:52

            1) che tu ci creda o meno cambia nulla rispetto ai fatti;
            2) Il Napoli in 12 anni ha fatto zero investimenti strutturali. Non c’è bisogno di 80 anni di storia per cominciare a farli. Basta la volontà di prendere una cifra, non per forza cospicua, dal bilancio e destinarla ad un investimento di quelli che nel medio termine, se vanno male, resta il valore patrimoniale, se vanno bene resta quello più profitti. ADL non ne ha fatto neanche uno di investimenti di questo genere. prova ne è che se i Coppola – per fortuna non lo faranno mai – lo cacciano da Castelvolturno, il Napoli si allenerà dove?
            3) Non c’è affatto bisogno di arrivare ad una struttura di 700 dipendenti. Basta semplicemente e con gradualità, attorniarsi di 4-5 persone che vivono nel calcio da sempre e farsi aiutare a gestire il mercato, lo scouting, le strutture, la comunicazione, il marketing, il rapporto con i giocatori. L’udinese o anche il Sassuolo queste figure le hanno. Noi no
            4) L’unico rinnovo senza clausola è Insigne. Per il resto circa 12 giocatori su 22 sono clausolizzati. Che la clausola sia voluta dai giocatori non è affatto vero. Semmai i giocatori quando ADL fissa la clausola fanno di tutto affinchè non sia troppo elevata.
            5) La Roma sceglie i giocatori in funzione delle necessità tecniche e tattiche della squadra. Che poi spesso gli sia andata male è un’altro discorso. Nessuno può pretendere che ADL peschi tutti giocatori che poi si rivelino forti. Si può invece pretendere che ADL compri in funzione della ricerca della vittoria e non in funzione delle future plusvalenze.
            6) Nel fatturato delle squadre italiane, che sia quello enorme della Juve o quello più risicato di una Lazio, mediamente la voce relativa ai consumi dei tifosi (abbonamenti, biglietti, merchandising) non supera mai, dico mai, il 5%. Se la piazza napoletana e i tifosi napoletani presenti in tutto il mondo improvvisamente diventassero tifosi spendaccioni, comunque la voce di riferimento passerebbe dall’attuale 1% al 3%. Ma ad ogni modo ADL non fa nulla di nulla per ottenere anche questo minimo progresso.

          • 1) è nei fatti delle tue risposte ma va bene così
            2) argomento pretestuoso perchè qualcuno ci ha messo 110 anni per costruire uno stadio, Senza un budget degno non puoi fare un investimento come quello di vinovo milanello ecc. Il napoli potrebbe permettersi una piccola struttura che poi rappresenterebbe sempre una spesa, a questo punto è + saggio affittare un’ottima struttura come quella di castel volturno. La società già in passato ha valutato l’ipotesi di costruire un centro sportivo, cosa che toglierebbe delle risorse importanti. per cui poi criticheresti la mancanza d’investimenti nell’ambito sportivo, come la giri la coperta è corta e quindi le critiche sono pretestuose se dici che manca il marketing, ma poi dici che mancano le strutture fisse e poi e poi ecc ecc, vuol dire che no ti rendi conto della situazione. I risultati sportivi, che poi è la strategia societaria, sono l’elemento fondante, dopo 12 anni di cui i primi 6 li hai passati a pagare debiti partendo solo dalla cenere. Sono anni che si cerca una soluzione stadio, anni che la società spende tempo e soldi su progetti di una struttura che per ovvi motivi è di difficilissima realizzazione conoscendo il teritorio e le istituzioni e i soggetti che vi operano
            3) altro argomento pretestuoso, è vero che la juve a 700 dipendenti ma è anche vero che ha 430 milioni di budget. rapportato al budget del napoli siamo sui scarsi 200 dipendenti che è quasi la dimesione attuale. A questo bisogna aggiungere che oggi è xtronzata appesantirsi in questo modo. In + lo scouting del napoli funziona molto bene e lo dicono i fatti, sono molti i giovani presenti in rosa e altri in prestito, non solo le migliori operazioni di valorizzazione di giocatori nel calcio italiano sono state fatte proprio dal napoli. Sulla comunicazione stai pur certo che un produttore cinematogrsafico ne sa + di te e me messi assieme, e sa anche che quell’aspetto spesso è legato anome ldi peso legati alla società da tempo, con 9 anni in serie A, non puoi pretendere robe del genere, infatti in serie A, a parte juve e inter nessuno ha questi personaggi che invochi neanche il milan a cui lo stesso Maldini ha risposto picche.
            Scusa mi dici chfa scouting al sassuolo se squinzi oltre non tirare fuori un centesimo, prendere i giovani che gli offrono la juve, ed ha pmesso la clausola su difrancesco (allenatoe 5 milioni di euro. Chi è il responsabile della comunicazione dell’Udinese, mai visto e sentito in nessuna televisione, e poi lasciamo perdere i pozzo che ogni anno distruggono le rose di tutte le loro squadre per mettersi i soldi in tasca, guarda hai scelto l’esempio peggiore i pozzo, con loro a napoli sarebbe scoppiato il 48′
            4) mertens ha solo la clausola per la cina, imposta da lui stesso, k2 non ha clasuola oltre insigne lo stesso hysaj hamsik e altri, ma continui a dare argomenti pretestuosi, perchè la clausola è il giocatore a volerla per tutelarsi, non solo il 100% dei grandi giocatori hanno clausola e anche + di una e spesso variabile, legata a rendimento età ecc a seconda dei casi, in tutti i modi anche su quell’aspetto delaurentis sarebbe d’accordo con l’eliminazione delle clausole e lo ha dichiarato 15 giorni fa, ma comunque non dipende da lui
            5) La roma non sceglie un cavolo i giocatori vanno via e vengono rimpiazzati questo è tutto, dopo pjanic perso per poco + di 30 milioni adesso bye bye a salah per 40 milioni, ti faccio notare che Adl ha detto no lo scorso anno ai 54 per K2, ai 30 milioni per hamsik, altro esempio sbagliatissimo. Adl compra solo in prospettiva di un miglioramento e su oltre 100 acquisti troverai 3 plusvalenze, quindi questo è un discorso molto falso una leggenda metropolitana senza alcun fondamento, dimmi tu se prendi pavoletti a 18 milioni che plusvalenza vuoi fare? tonelli? criticavate Adl quando prese cavani perchè lo aveva pagato un botto, abbiamo visto, criticavate quando è arrivato higuain perchè uno scarto del madrid non valeva 37 milioni abbiamo visto, non sempre gli acquisti hanno funzionato certo, ma sono sempre stati presi i giocatori che servivano al napoli, e purtroppo qualche volta il suo intuito è stato bloccato dagli allenatori vedi verratti per esempio su cui già aveva le mani, mazzarri disse che con lui non giocava, e Adl rinunciò.
            6)L’inter ha 38 mila abbonati e non arriva neanche 6°, quella della juve sono + di 34 mila a prezzi allucinanti, parliamo di squadre che nel mondo hanno decine di milioni di tifosi, quindi è normale che gli abbonamenti e i paganti allo stadioabbiano un peso relativo, certamente i diritti tv e immagine sono mille volte + cospicui, ma non è la nostra situazione, con meno di 5 milioni d tifosi e 7-8 mila abbonati. Io per decine di anni ho avuto l’abbonamento, devo dire che il san paolo è veramente un pessimo stadio il peggio che ci possa capitare, ne ho visto pochissimi peggiori in italia e capisco che la gente si sia anche rotta, la società quest’anno ha così stracciato i prezzi pur di far andare la gente allo stadio che alla fine conveniva comprare i biglietti e non farsi l’abbonamento. Molti avranno pensato di essere furbi, la verità è che noi siamo un pubblico menefreghista, egoista pretendiamo questo e quello ma le partite si guardano s internet aggratisssss, poi si dice che quello non caccia i soldi, 30 mila abbonamaenti a 700 euro, sono una bella fifferenza con 8 mila a 350, 2.800.000 contro 21 milioni che per noi sarbbe quasi un 20% del budget altro che 1% o 3%
            Morale prima di tutto sempre i fatti, poi scendiamo un attimo dalla monnexxxa e cerchiamo di capire chi siamo e da dove veniamo prima di dare lezioni a Adl, se solo il 50% del tessuto mercantile napoletano funzionasse come il club napoli non saremmo l’attuale città del terzo quarto mondo che siamo, magari il comune avesse un bilancio come quello dell club napoli. Le strutture arriveranno con i tempi lenti di chi opera onestamente su un territorio devastato e corrottissimo, il napoli è in crescita di appeal in italia e nel mondo e grazie ai risultati sportivi questi simpatizzanti poco a poco diventeranno tifosi (ma quelli veri non i pezzottati made in naples), la struttura societaria anche cresce, lentamente ma cresce. Nessun grande imprenditore napoletano ( se esistono) ha voluto il napoli, nessuncinese, americano, arabo o russo ha mai presntato l’offerta per prendere un club fallito, pura cenere, e mai lo farà perchè napoli è napoli e questi non sono fessi, ci conoscono e si guardano bene, tu stesso se avessi a disposizione miliardi l’ultima osa che faresti e buttarti in mezzo alla camorra e alla monnexxxxa, lui lo fece e non è uno sceicco, e senza esserlo ci ha portato in europa nell’elite del calcio mondiale, presenta un progetto a un fondo finanziario e vedi che ti dicono dopo che hai pronunciato la parola Napoli. Un conto è buttare 1 miliardo sul milan con 7 champions, decine di milioni di tifosi, strutture e una città tra le + importanti del mondo, un altra e buttare un miliardo (perchè questo ci vuole per fare le cose che dici tu) in una città che è conosciuta come la Calcutta d’Europa. E comunque anche con un miliardo buttato sul napoli 12 anni fa oggi saresti nella stessa situazione, precisa e identica. Ho vi xiavate in testa che le cose a Napoli si fanno a poco a poco o rimarrete sempre frstruati, il cammino è lunghissimo Adl lo ha incominciato ma ci vorranno minimo altri 3 presidenti come lui (identici) e longevi per poter realizzare strutture e titoli, prima ve ne rendete conto prima crescerete

  5. Senza click non si cantano Messe!

  6. dal punto di vista economico, questo discorso non fa una piega.
    dal punto di vista tecnico, è evidente che se perdi un difensore che vale 60 milioni diventa complicato sostituirlo.
    certo che un’ipotetica offerta di questo tenore sarebbe molto, molto difficile rifiutarla.

  7. Musica Pertutti 14 giugno 2017, 19:40

    Rio Ferdinand e Thuram acquistati nel 2002 e 2003 a quelle cifre continuerebbero ad essere i più costosi

  8. Meglio tenerlo un altro anno o 2 e venderlo a qualche euro in meno.
    Contemporaneamente però cercare e comprare un difensore da far crescere in casa.
    Tipo come ha fatto la Juve con Rugani

  9. Comunque, al di là del caso specifico KK/Napoli, mettiamoci bene in testa che il campionato italiano a livello di appeal, reputazione e soldi ormai è quello che è, e non credo che l’arrivo di cinesi e americani cambi le cose. Per cui, e questo vale per tutte le squadre italiane, non appena un calciatore raggiunge certi livelli di prestazioni e di notorietà, è inevitabile che inizino a cantare le sirene da altri lidi più appetibili, e nessuna società italiana può competere con certi budget e certi ingaggi. Triste dirlo oggi, avendo vissuto i tempi in cui Maradona/Zico/Falcao/Rummenigge/etc. arrivavano tutti qui da noi, ma ahimè è così. E oltre a KK, oggi vedo molto a rischio Zielinski.

  10. francesco russo 14 giugno 2017, 18:02

    Al napolista in questo periodo gli piace provocare.
    Ma sì, che bello vendere Koulibaly!
    E speriamo pure che la Juve offra 100 milioni per Hamsik e lo United 150 per mertens.
    La rosa comunque è fortissima e se non vinciamo lo scudetto è colpa di Sarri e di tutti i napoletani come lui

  11. Il punto é questo: se il Napoli lo vendesse per 60 milioni per rinforzare la rosa, per prendere un difensore forte quanto o ancora piú forte di KK sarei il primo a dire “vendiamolo” , ma questo non accade! Allora va tenuto a tutti i costi perché Kalidou é una delle colonne della squadra, uno dei punti di forza…Visto che non abbiamo la necessitá di vendere come altre squadre dobbiamo tenerlo a tutti i costi.

    • per fortuna ogni volta che abbiamo venduto un campione siamo migliorati, quando fu ceduto fernandez per prendere k2, si diceva la stessa cosa, quando se ne andò cavani e venne higuain dicevate la stessa cosa, quando se ne è andato higuain pure. La questione è una sola e la capisce anche un bambino di 4 anni, se il chelsea offre a k2 un contratto da 7-8 milioni all’anno, è logico che se ne vada, ed è anche giusto per un profesionista, che da club medio passi ad una big, lo faresti anche tu, è nella logica naturale delle cose, io non credo che il chelsea spenda 60 milioni per k2 semplicemente perchè non li vale, non credevo che higuain valesse 90 milioni ed infatti si è visto non li vale, ma se qualcuno li paga sarebbe un suicidio non prenderli, del resto i soldi presi dai nostri campioni sono sempre stati reinvestiti e molto bene quindi se per assurdo succedesse, pazienza e andiamo avanti con serenità, che avremmo già dovuto apprendere dalle precednti esperienze sarebbe la 4 cessione illustre, le prime 3 hanno prodotto ottimi risultati perchè questa non dovrebbe? scusa ma ci vogliono argomenti e dati per sostenere il contrario e non ne leggo neanche mezzo nel tuo post

      • Con la differenza che allora c´era da migliorare, nel senso che era molto facile visto che in rosa erano molti calciatori modesti. Adesso invece se dai i pezzi migliori rischi di fare un passo indietro.
        Se dai via KK chi prendi? un giovane promettente che ” se tutto va bene” potrá raggiungere il livello di KK. Cosa ben diversa dalla squadra del passato che doveva sostituire giocatori come David Lopez e co.
        Li capisci adesso gli argomenti?

        • chi era kk prima di venire a napoli chi lo conosceva? quante panzanate faceva a partita? le differenze non c’erano prima e non ci sono adesso, david lopez lo prese il guru, ho un amico di barcellona tifoso dell’espanyol che ancora ride per i 10 milioni spesi. Se perdi kk in francia te ne prendi almeno 4 così con quei soldi, poi certo li devi far crescere come si è fatto per kk. Ma così è il calcio così sono i professionisti, dimmi tu se kk riceve una proposta di contratto che triplica il suo ingaggio che dovrebbe fare? secondo te il napoli può dare akk 7 milioni a stagione? e allora poi quanto deve dare a mertens, insigne, callejon, hamsik? dimmi tu se il napoli può avere in rosa 6-7 giocatori che prendono 50-60 milioni d’ingaggio? e gli altri che fanno ? guardano? hisaj? ghoulam? non vorranno anche loro ingaggi da 4milioni minimo? ma tutto questo li vuoi pagare con 7-8 mila abbonati all’anno? fatemi capire come cacchio volete fare,? se tu compri al tuo primogenito una mercedes, gli altri 4 figli si accontentano della panda ? guaglù stiamo calmi che poi dopo la partita con il real tu davvero credi che il chelsea prende kk? ho ancora stampato negli occhi la finta a rientrare di ronaldo e k2 che va a raccogliere i purtualli, smettiamola siamo ridicoli, il barcellona ha pagato 22 milioni umtiti, e secondo te il chelsea prende kk a 60 milioni? magari se succede io lo accompagno e gli metto pure una coccarda sulla zella, e nu bacett d’addio

          • Mi auguro che tu abbia ragione sul valore del calciatori, ma ho i miei dubbi. KK lo cercava anche il Barca prima di venire da noi e si sapeva del suo potenziale. É un circolo vizioso dal quale non usciamo, ti dó ragione sul fatto che non possiamo dare a tutti 6-7 milioni, ma se li diamo via e in questo modo compromettiamo le stagioni e di conseguenza le entrate/crescite ecnomiche della squadra, come facciamo ad aumentare il budget e di conseguenza permetterci quegli stipendi? L´unica soluzione é il rischio, per una, due stagioni dobbiamo rischiare e quando non farlo se non in un periodo dove stiamo economicamente bene?
            Io ho la fortissima sensazione che siamo li, ad un passo dal finale “fatidico e famigerato” salto di qualitá…Proviamoci! Io credo che anche AdL lo abbia capito.

          • il circolo vizioso ci fa vedere il napoli in champions ed i europa da 7 anni speriamo che non s’interrompa mai. Purtroppo è così se c’è qualcuno che offre quelle cifre il giocatore va via, e oggi i giocatori giocano dove vogliono loro, vedi cavani che prende 10 milioni l’anno, dai ragazzi questi siamo, la società li ha sempre rimpiazzati e bene, quella è la strada, poi certo se con il tempo abbiamo anche noi 50-60 milioni di tifosi in tutto il mondo allora lo prendi tu kk, non di certo lo cedi, ma con 7-8 mila abbonati siamo ridicoli, anzi speriamo che vada via e si possa investire su 2-3 centrali di 22 anni che in 4 anni ti portano 60 milioni a testa nelle casse, ma tranquillo così non sarà, non è che in eurpa ci sia solo il napoli ci sono una decina di centrali top o futuri top, vedremo. Sul rischio non sono d’accordo anche perchè se un anno vinci il campionato poi che succede, ci accontentiamo del 4 posto, è logico che + vinci e + vuoi vincere, noi dobbiamo arrivare al top gradualmente e con una nostra strategia, non cercare di imitare squadre che hanno 4 volte il nostro budget, non ce lo possiamo permettere, se tu ogni anno fabbrichi 4-5 campioni allora dopo 3-4 anni ne hai 15 + qualcuno che riesci a prendere, e allora ogni anno ne possono partire anche 3, ma a te ti fanno solo un piacere perchè poi ne riesci a prenderne altri 5. Oggi leggevo che il bayer ha preso tolisso, Adl lo voleva 2 anni fa fosse arrivato un anno prima, a quest’ora avevamo un altro top player, se mazzarri non si metteva in mezzo avevamo verrattti, anche ganalons voleva Adl, e perisic per primo fu accostato al napoli, oggi mou paghera 55 milioni per lui, quella è la strada prendere questi giocatori in erba offririgli un bel progetto e sfruttarli, quando vogliono andare via, devono posare lo sghè, questo dev’essere il nostro circolo vizioso, e vincente

          • Facciamo anche da 8, ma io parlavo di altro, di crescita ulteriore, non di terzi posti e qualificazioni champions/EL. Il modo d´agire della societá é stato perfetto finora, fino a quando si é trattato di arrivare ad un certo livello. Adesso se non rischi, e con questo non intendo rovinarsi, il salto di qualitá finale non lo fai! Non si tratta di “vinci e piú vuoi vincere”, e non si tratta di “vincere il campionato per poi fare il quarto posto”. Io parlavo di certi obiettivi perché solo raggiungendoli potremo crescere come societá. Esempio :io rischio, vinco il campionato o faccio una champions cosi buona da portare il focus del pubblico e media sul Napoli, allora i grandi sponsor si faranno sentire e giá avremo un fattore importante per la crescita soietaria. Il Bayern Monaco ha avuto un processo come quello del Napoli per diversi anni, non spendeva mai grandi cifre, badava sempre ai conti, ad un certo punto peró quando si sono accorti che tutto ció non bastava per i grandi traguardi hanno cominciato appunto a rischiare, e la storia la conosciamo tutti. Ovviamente se a te sta bene quello che il Napoli ottiene attualmente il discorso non vale.

          • ma sai , non so se è i caso di rischiare e buttare 12 anni di lavoro nel xesso, mi spiego, mettiamo il caso che Adl impazzisca e metta a disposizione di giuntoli 300 milioni di euro, chi prendi, anche perchè il professionista che investe il suo futuro inuna squadra vuole sapere il tuo progetto a 4-5 anni, minimo, 2 punto, chi compri? perchè i big immagino che tu abbia capito non vengono, semmai vengono quelli un dì saranno big e forse, poi metti il caso che viene, chi ti può assicurare che un progetto ad un anno vincail campionato, per quello che poi vale a livello internazionale, il 4 campionato d’europa. Nessuno!!!! per essere sicuro di vincere dovresti prendere 2/3 dal madrid 2/3 dal barcellona 2/3 dal chelsea 2/3 dal bayern e considerando che la juve è arrivata in finale champions nessuno ti garantisce che vincerai il campionato italiano. L’unica che può fare la società è crescere passettino dopo passettino solo così puoi cercare di avvicinarti alle big. I grandi capitali investaono sul milan perchè nel mondo è un brand metti oggi 500 milioni sul milann domani ne prendi il triplo, così l’inter ma il napoli dove va? è impensabile copiare o imitare quelle strategie, se non stupido e suicida. Il madrid o il barça deve far giocare 7-8 campioni per forza con 600 milioni di fatturato i soci e i supporters che sono forse oltre i 100 milioni nel mondo, pretendono i campioni e giustamente, come possiamo noi pretendere fatturando 1/6 di queste società e 1/3 considerando champions plusvalenze e congiuntura astrologica eccezionale? ultima cosa ragazzi io non capisco davvero questa ossessione per l’impossibile, ma allora hanno ragione gli juventini? che speranze hanno la fiorentina, il torino, il genoa perchè partecipare ai campionati, è logico che vincono i + forti noi siamo il 5° club italiano vinciam lo scudetto ogni volta che arriviamo 5, la juve è la prima società in italia e vincerà lo scudetto solo se arriva 1 altrimenti ha fallito, il genoa è la 10 società italiana vince il suo scudetto quando arriva decima, l’obbiettivo è migliorarsi e il napoli l’anno prossimo deve fare 86/87 punti sarà difficilissimo perchè molte squadre si rafforzeranno, se nessuno ne fa di +, e 4 squadre falliscono completamente il campionato vinceremo altrimenti no, per fortuna la palla è rotonda e ogni tanto (ogni tanto) succede

          • Giacomo Molea 14 giugno 2017, 22:05

            ragazzi o vicchiariell dice semplicemente la verita’, ci dice quello che siamo REALMENTE OGGI. E’ cosi, un quinto posto abbiamo fatto il nostro dovere senza infamia e senza lode, ogni posizione in piu’…SOLO APPLAUSI

          • Addiruttura quinto posto? muaaa
            ahahahahahha

          • Giacomo Molea 15 giugno 2017, 0:01

            scusa ma cosa siamo? siamo la quinta societa’ italiana x potenzialita’ e quarta x bacino di utenza ? (io dividerei i diritti tv x 20 senza tenerne conto,ma purtroppo 30m in piu’ vanno ai nn colorati). Significa che se fai un quinto posto nn ce da esultare ma abbiamo fatto il nostro MINIMO INDISPENSABILE, ossia andare in europa ligue, ogni posizione in piu’ ce solo da applaudire, siamo andati oltre le nostre possibilita’ REALI. Mi sembra che ce lo dice la storia…80% degli scudetti viaggiano tra torino e milano e nessun vince il campionato che nn sia strisciato da ben 16 anni quindi la statistica e’ anche peggiorata. Quando le tre del nord nn supereranno 82-84 punti CONTEMPORANEAMENTE dovremo farci trovare pronti. IO che seguo il napoli dal 1981 (avevo 13 anni oggi 48) ricordo che sino alla data del fallimento ed escludendo gli anni d’oro FATTI COL BANCO DI NAPOLI OSSIA DEBITI raramente abbiamo centrato obiettivi in linea con le nostre potenzialita’ possibilita’ ma spesso si lottava x la salvezza e campionati anonimi da ottavo posto su 16 squadre. Se vai a ritroso escludendo il primo anno di lega pro dove la societa’ e’ nata troppo vicino all’inizio del campionato l’unico campionato fallito e’ stato quello del secondo anno in a con reja donadoni (un primo anno di a ottavo posto era tanta roba) col 12esimo posto, hai poco da lamentarti, magari fallissimo una stagione ogni 13 anni, ci metto la firma

          • Non si devono né buttare 12 anni di lavoro, né AdL deve investire 300 milioni sul mercato, te l´ho scritto. Perché si deve andare sempre agli estremi? AdL mantiene la strategia attuale, con l´unica differenza che non aspetta che entrino 10 per spenderne 5, ma che si vada sul giocatore che si desidera e si faccia il possibile per prenderlo.
            Per portarti fatti concreti: il Napoli in passato ha perso gente del calibro di Vidal e Naingoolan per spiccioli. Il belga della Roma per mezzo milione d´Euro, il cileno per un ingaggio superiore che gli offriva la Juventus nonostante il calciatore fosse giá nelle nostre mani. Il Napoli molto spesso non dimostra ambizione e grinta nelle sue trattative, sembra sempre voler aspettare, come se fossero gli altri a dover ritenersi fortunati dell´interessamento del Napoli.
            Poi i giocatori per un motivo o l´altro si scocciano e li perdiamo, é accaduto tantissime volte.
            Anche attualmente, abbiamo questi due giocatori che ci interessano, valutati entrambe tra i 6-8/9 milioni, ma sembra che stiamo trattando Messi e Ronaldo, é mai possibile?
            Siamo una societá in attivo, che quest´anno perdipiú ha ricavato qualcosa come 165 milioni tra la cessione di Higuain e champions, vuoi vedere che abbiamo difficoltá a prendere sti due?
            Anche escludendo i rinnovi e tutto quello che c´é da considerare, non dirmi che non li possiamo prendere subito!
            Come vedi non ti parli di salti mortali ma di cose fattibili, come sarebbe fattibile ad esempio eliminare questi cacchio di diritto di immagine che non servono a nulla, ma solo a complicare le trattative.

        • adesso dovremmo sostituire Maggio, Rafael, Giaccherini, Pavoletti e Chiriches

          ma forse ce la si puo fare con la CL appena giocata, ….spero

          • Giusto, ma si tratta di panchinari, mentre a quei tempi i Maggio, Rafael e via cantante erano titolari…
            La rosa nel suo totale comunque va puntellata ancora, anche se stiamo a buon punto.

      • Ciro Polpetta 14 giugno 2017, 18:27

        Ma chi ha mai rimpianto fernandez? E higuain non valeva 90 milioni? Col campionato che ha fatto? Che sembra normale solo perché viene.dopo quello dell’anno scorso? Vendere un ottimo giocatore non è mai conveniente. Mi sembra una regola elementare.

        • dimmi tu se 12 goal in meno 24 goal gli stessi di immobile pagato 10 milioni, sono un passo in avanti. Il napoli ha fatto + goal e + punti dov’è il passo indietro, e pure la matematica non è un opinione, se poi ti fa piacere la juve ha fatto meno punti, e ha vinto un trofeo in meno, meno male che si è rafforztaa con higuain, eppure molti tifosi bianconeri ancora si chiedono che è venuto a fare? 30 anni parabola discendente e mai risolutivo nelle partite che contano

      • Diego della Vega 15 giugno 2017, 0:56

        Tutti discorsi da commercialisti falliti. 90, 60 o 160. Noi siamo tifosi, se vendi KK per 60 milioni e prendi Manolas o Rugani ok. Ma se ricominci ogni volta daccapo la
        Merdentus vincerà altri 19 scudetti di fila. Sempre sperando che le milanesi non si risveglino dal letargo (e secondo me la pacchia è finita).

        • vicchiariell 15 giugno 2017, 9:21

          “noi siamo tifosi” una razza superiore, siamo stati scelti da un dio superiore i commercialisti invece sono esseri inferiori. Senti ma credi che quando dici che siamo commercialisti falliti il tuo discorso assume un peso specifico maggiore?
          tu non sei tifoso del naoli puoi tifare juve perchè ragioni come uno juventino sei uguale.
          Rugani ha già rifiutato il napoli una 15a di volte, e meno male perchè nu serv a nient, manolas se molli lo sghè potrebbe venire, ma non mi sembra questo mostro, a me che la juve vince 19 25 e 30 scudetti me pass po xaxx, io tifo napoli non me ne fott nient degli altri.

  12. Tanto per riprendere il titolo dell’articolo (che ormai questo sito vive di titoli provocatori, neanche fossimo su Tuttosport.com), sarebbe opportuno sottotitolare: “Magari il Chelsea offrisse 60 milioni per Koulibaly” … “E la SSC Napoli decidesse di reinvestirli tutti”. Buona lettura del contenuto dell’articolo, le battaglie unidirezionali non mi appassionano neanche un pò.

  13. giancarlo percuoco 14 giugno 2017, 16:43

    Forza Udinese.

  14. Vinceremo il,campionato con almeno dieci punti di vantaggio.

  15. Ciro Polpetta 14 giugno 2017, 16:27

    Ma come si può sostenere di star facendo un discorso realistico e poi parlare di, “valutazione decisamente fuori mercato ma figlia del mercato?”.
    È fuori mercato come Higuain e come Pogba ecc.? È pienamente nel mercato drogato dalle inglesi e dalle due spagnole. Vendere kk sarà un passo indietro, come lo è stato vendere higuain. Si rafforza la rosa ma si perde di qualità nei titolari

    • higuain non è stato venduto, se ne è andato ed è stata pagata una clausola rescissoria folle, infatti la juve rispetto lo scorso anno, ha fatto meno punti ed ha vinto un trofeo in meno, mentre il napoli investendo quei soldi + quelli della champion per un totale di 163 milioni, ha fatto + punti ed ha segnato di più, non solo grazie alla partenza di higuain, il collettivo è migliorato e si è valorizzato, oggi il napoli vale molto di + di ieri, gioca meglio, ha molte + soluzioni in tutti i reparti, e non deve rinnovare la rosa, insomma una manna dal cielo la cessione di higuain, che inoltre non solo non ha vinto la chmpion ha fatto 12 reti in meno in campionato rispetto lo scorso anno, e adesso a quasi 30 anni entra nella parabola discendente e non avrà + la possibilità di giocare in un grande club europeo. Se kk vuole andar via va, basta che posa i denari necessari e 60 milioni sono ben + di quello che vale, infatti con il real lo abbiamo visto seduto per terra sui dribling di cristiano, quei soldi verrebbero sicuramente investiti su altri 2/3 difensori, e al momento abbiamo 5 centrali quindi nessun problema, anzi si potrebbero aprire opportunità molto interessanti, la francia ogni anno tira fuori 2/3 koulibaly, quando è arrivato ne faceva 3-4 ogni partita,ma vedo che avete la memoria corta

      • Ciro Polpetta 14 giugno 2017, 18:40

        A questa alluvione di illusioni rispondo solo che vendere un top per rinforzare la rosa è un segno di debolezza. Valeva per higuain ieri, vale per kk oggi. Quest’anno nessuno si aspetta grandi acquisti, ma solo rincalzi nei posti scoperti. Già così mi sembra poco. Se poi vogliamo augurarci di perdere uno dei titolari per il gusto di fare come.i gamberi….

        • a questa valanga di menzogne rispondo con la storia i numeri i dati le statistiche, in sostanza i fatti, guagliò carta canta e le chiacchiere stanno a 0. decide di vendere un club top, tu con 8 mila abbonati 4-5 milioni scarsi di tifosi ti chiavare in testa che non sei neanche la 25a squadra in europa, e se la juve vuole con 428 milioni di fatturato viene si prende tutti e non passa nenahc edalla filmauro a roma i soldi si depositano in federazione, e ti devi stare pure zitto. Se a kk gli fanno una proposta di 7 milioni va via punto perchè sono i giocatori che decidono, vedi cavani, vedi higuain, vedi lavezzi, vedi pogba, non siamo nessuno e come tali ci schiacciano quando vogliono, noi possiamo solo augurarci che succeda il + tardi possibile e quando succeda ci paghino le follie incredibili che hanno pagato er quel ciccione e ci facciamo la rosa nuova, e ci dobbiamo augurare che la società abbia sempre quella lucidità di riuscire a prendere, nonostante le continue campagne diffamatorie dei tifosi ignoranti, grandi giocatori di prospettiva. E’ inutile fare i galli sulla monnexxxa, ci sonooltre 25 società in europa che moltiplicano il nostro fatturato per 2 per 3 per 4 per 5 e anche per 6, e tutti i giocatori non crescono sognando di giocare a napolianzi molti arrivano solo con la speranza di andar via ad un grande club il + presto possibile

          • Giacomo Molea 15 giugno 2017, 0:07

            ma io nn capisco davvero come sta gente…NN CI ARRIVA o sta a provocare

          • vicchiariell 15 giugno 2017, 9:29

            giacomo purtroppo sono almeno 4-5 anni che c’è una campagna diffamatoria mirata, molte persone purtroppo credono a queste cavolate che partono da un gruppo ben preciso. L’obbieettivo è deligittimare Adl e la società creare l’inferno per costringere (in capa a loro) Adl ad andarsene, mettere le mani sulla torta, svaligiare la cassa e restituire il napoli alla cenere.
            saluti

  16. Hanno fatto un patto ……..rimangono tutti poi

  17. Chiamatemi presuntuoso , ma sento in giro un’incompetenza calcistica da far tremare le ginocchia. Da gli opinionisti ,passando per certi tifosi , fino agli addetti ai lavori. In questi anni è passato il luogo comune che per vincere lo scudetto avremmo dovuto ingaggiare i difensori della “triade” (bonucci-chiellini-barzagli) o similari, bene , per quanto mi riguarda ; e ci metto la mano sul fuoco : NESSUNO DEI TRE GIOCHEREBBE TITOLARE NEL NAPOLI ! Chi capisce sul serio di pallone sa perchè. “bonucci più forte di Koulibay” , ma facitem’ o’ piacer’ !!!!!!!!

    • Vai a vedere come Albiol si fa saltare facilmente da Keita in Lazio Napoli poi mi fai sapere se Bonucci o Barzagli si fanno saltare cosj

      • Lazio- Napoli nell’ultima mezz’ora quando stavamo 3-0 per noi ed è entrato Keita fresco?
        Comunque mi riferivo a un’altra cosa che tu non hai afferrato.

    • Cioé il punto di forza della Juventus, la difesa, da noi non giocherebbe?
      egghiá facciamo i seri…

      • La juve ha un’altra dinamica di gioco, secondo i dettami del calcio”all’italiana” del primo non prenderle .Di conseguenza si devono occupare principalmente di marcare ( e questi lo sanno fare alla grande) ma quando si tratta di impostare si limitano a buttarla in avanti . Nel Napoli , viceversa , i primi centrocampisti devono- DEVONO !- essere i difensori. Con quei tre là dietro il Napoli si allungherebbe di 50 metri. Non ci vuole molto a capirlo.

        • Giacomo Molea 15 giugno 2017, 0:09

          Esatto, analisi perfetta, ma questi lo vedono il Napoli? Sarri nn giocherebbe mai con Bonucci Barzagli e Chiellini, altro che 39 gol al passivo , almeno 55

  18. Che noia, non è il momento di fare plusvalenze con giocatori fondamentali per questa squadra. Se l’anno prossimo si chiuderà il ciclo sarriano allora se ne parlerà per dare budget di mercato al nuovo tecnico: ora non si tocca nulla.

    • Infatti non credo sia nelle intenzioni.
      Si sta parlando di una eventuale mega offerta, ancora di piu’ se c’e’ pure la claausola e tanti milioni da ingolosire il giocatore.
      Ammesso e non concesso che ci sia un’offerta monstre sia per la SSCN che per il giocatore come fai a sostenere che il criterio sia quello di fare la plusvalenza?

  19. Si, ok, lo vendi, intaschi fossero pure 100 milioni, ma poi l’importante sarebbe parlare chiaro e far presente che lo scudetto è un sogno e che, ma solo forse, Sarri non ha tutti i torti quando lo dice. Già tenendo tutti e migliorando davvero i ruoli scoperti (i soliti portiere, terzino, vice Callejon) non hai la certezza di vincere, figuriamoci togliendo quello che, al netto degli errori, è il nostro miglior difensore puro.

    • Raffaele Sannino 14 giugno 2017, 13:48

      Ma perché,non lo sanno anche i muri che lo scudetto è un sogno?C’è ancora bisogno di parlar chiaro?

      • Veramente leggo di gente che insulta Sarri per le parole che ho riportato, o che crede a De Laurentis (prima che qualcuno insulti me, non è un attacco) quando dice che l’anno prossimo saremo pronti per lo scudetto. Quindi si, quando il proprietario della squadra si esprime in questo modo e c’è chi gli crede, penso che si dovrebbe parlare chiaro.

        • Raffaele Sannino 14 giugno 2017, 15:07

          A quanto mi risulta,presidente,allenatore e calciatori dicono : “ci proveremo a vincere lo scudetto”.Del resto che dovrebbero dire?Giochiamo per perdere?Se poi qualcuno fraintende,allora non si tratta più di parlare chiaro.Provarci,non significa ,vinceremo sicuramente.

          • Ti risulta male, Sarri parla di sogno, De Laurentis sono già un paio di anni che parla di scudetto in maniera chiara ed esplicita, o almeno di squadra costruita per lo scudetto, vatti a cercare le varie dichiarazioni. Poi sono ovviamente solo dichiarazioni, ma il presidente di una società dovrebbe porre obbiettivi realistici, e lasciare che eventualmente a sognare siano i tifosi.

          • cioè stai affermando che i tifosi del napoli, tutti moderati lord inglesi sono vittime della scellarata gestione di Adl, ma smettetela per favore e cerchiamo di vincere lo scudetto del buon senso, che per quei 4 tifosi pezzottati che abbiamo la società ha fatto miracoli, i tifosi della juve che sono circa 200 volte per numero quelli del napoli, cacciano i soldi veri, noi cacciamo solo perete dalla bocca, eh si mo’ con 7-8 mila abbonati, a gente ca se guarda e partite a pezzott, vulite pure o scudett, jat a faticà figl mii, ce fa male a cap vuje o scudett e manie e grandezz con una città che è una monnexxxxa

          • Giuro, non ho capito se scherzi o fai sul serio. Guarda che non sono papponista, ma sul fatto che Dela le spari grosse un giorno si e un altro pure penso non possano esserci proprio dubbi. Poi che molti tifosi siano, mettiamola così, non dotati di cervello posso pure darti ragione, ma ci sono anche quelli di buon senso che non credono alle sparate, ma sempre sparate restano. Poi mica succede solo a Napoli che i tifosi non spendano eh, dubito che altre tifoserie (restando in Italia) siano molto più spendaccione della nostra, ed il tutto va parametrato alle capacità di spesa dell’abitante medio della città che non è la stessa di un milanese o di un torinese, mi sembra palese.

          • prima di tutto scusa per il tono che ho usato, vedo che sei una persona educata, e mi vergogno di essere entrato così a gmba tesa, scusa
            Adl pur con tutti i suoi limiti non è che la spari grossa, ma si è mosso da persona grossa, siamo di nuovo in champions e per il napoli questo è un risultato clamoroso. Sono d’accordo che un milanese o un torinese possa spendere di +, ma almeno misuriamoci la palla, con 4-4,5 milioni di tifosi è da megalomani schizzofrenici dare addosso alla società che ti porta in champions e in europa da 7 anni senza soluzione di continuità. é normale che un club che arriva 2 o terzo apochi punti dalla prima dichiari di voler migliorarsi e di lottare per un titolo, e tutti abbiamo l’obbligo di appoggiare questa idea, che è reale perchè dalla cenere siamo nell’elite europea del calcio, e anche in un certo modo, elegante direi. Bisogna accettare la dimensione che abbiamo in primis, e pretendere che ci sia un progetto che migliora, e fin qui è stato fatto il possibile e molto di +
            saluti

          • Tranquillo, tutto ok, poi in genere sono sempre educato, tranne che con gli scoloriti che bazzicano qui e con i tifosi più ignoranti, con gli altri è sempre un piacere discutere.

            Guarda, proprio perché mi misuro la palla e sono consapevole dei pregi e difetti della squadra e di quello che di ottimo ha fatto la società per allestirla in questi anni, mi pesano gli enormi problemi comunicativi che De Laurentis palesa ogni volta che apre bocca. Intendo, niente togliere all’imprenditore, ma dargli del megalomane sarebbe il minimo. Detto questo, proprio conoscendo perfettamente la qualità media del tifo napoletano (ed italiano tutto), penso che il primo dovere di chi fa da tramite tra la società ed il mondo esterno sia essere chiaro riguardo gli obbiettivi, cosa che De Laurentis non è. Ritengo quindi che alla società gioverebbe enormemente l’acquisire figure professionali più capaci di lui nell’ambito della comunicazione, in modo da non essere fraintesa ed evitare quindi le prese di posizione di una certa parte della tifoseria che ritiene che l’anno prossimo sia il minimo vincere lo scudetto ed arrivare in semifinale di Champions e finale di Coppa Italia (ce ne sono, te l’assicuro, e non sono pochi). Questo perché invece di avere qualcuno che dice guardate, quest’anno è stato un miracolo, grandi Sarri e i ragazzi, e l’anno prossimo faremo del nostro meglio, c’è chi nelle interviste parla di “Squadra costruita per lo scudetto”, una palese bugia a prescindere dagli eventuali acquisti. Opinione mia, naturalmente.

          • possiamo anche essere d’accordo, ma le dichirazioni seguono strategie di marketing, è normale creare aspettitive per chi vende un prodotto, ed è anche normale che Adl abbia qualche difetto altrimenti non sarebbe il presidente del napoli ma farebbe il papa a roma. Il problema è nascondersi dietro questi difetti, che il napoli possa migliorare alcuni aspetti, certamente, e bisogna anche dire che le dichiarazioni incendiarie sono diminuite, le interviste sono molto + calme, e bisogna dirlo per onestà. Il napoli non nasce da una strutture che si è consolidata in oltre 100 anni di storia, ma è una delle realtà + giovani del nostro calcio, e anche Adl è cosciente che ci sono alcuni step da fare, ma fanno fatti con calma, la crescita sportiva si deve accompagnare anche alla crescita societaria, e va fatto con pazienza, le figure da inserire nella società saranno figure che hanno già interagito con la società, come zanetti nell’inter per esempio, il problema è che quando hai 12 anni di storia non hai figure del genere, e attualmente non abbiamo queste figure storiche da poter inserire. Comunicazione o meno, e comunque di passi in avanti se ne sono fatti, i risultati continuano ad esserci i miglioramenti sono evidenti, io le seguo le interviste di Adl in radio e sui giornali, e ti consiglio di ascoltarle perchè una frase decontestualizzata è ingannosa. La società vuole migliorarsi per migliorare un secondo posto c’è solo il primo, ma è innegabile che per vincere lo scudetto significa che la juve (minimo)lo deve perdere, se in tv ti fanno vedere una macchina che vola, non puoi credere davvero che la macchina vola, perchè non è così, il marketing è suggestione, Adl vuole vincere lo scudetto, ma non significa che lo vinceremo. Vinceremo lo scudetto lo può dire la juve, l’inter tra un paio d’anni, il napoli può dire solo voglio vincere lo scudetto ed è del tutto legitimo.
            Adl cita sempre e solo sarri in ogni intervista,solo elogi e scarica su di lui tutti i meriti, e poi sul tifo, nonostante striscioni e campagna diffamatoria bieca, camorristica, infame, io le sento tutte le interviste, ma sarri non ha fatto nessun miracolo, perchè il napoli lo ha trovato li, non l’ha preso dalla serie c e portato in champions, e poi anche quello è merito di chi ha creduto in sarri e l’ha portato a napoli in un clima di contestazione vergognoso, la famosa empolizzazione, hanno disertato lo stadio per quasi 4 mesi, una vergogna clamorosa, insigne lo ha voluto lui, sarri, lavezzi, higuain, cavan, benitez, hamsiki ecc ecc, anzi qualche volta tipo (caso verratti) per colpa di quelli che facevano i miracoli (come sarri , e mazzarri) ci siamo persi qualche campione. Ragazzi i numeri la storia dicono solo una cosa il miracolo lo ha fatto Adl dalla cenere siamo oggi un giardino di rose, il resto è fuffa e chiacchiere che rientrano in una strategia camorristica di delegittimazione per prendersi il napoli e riportarlo alla cenere dopo averlo nuovamente svaligiato come hanno fatto i valorosi predecessori napoletani

          • Per miracolo intendo che vista la giovane età media della rosa, gli infortuni, Gabbiadini, gli arbitri contro, ad inizio anno era impensabile fare un’annata del genere. Certo, ogni tifoso in cuor suo spera che la propria squadra vinca tutto, ma dopo l’infortunio di Milik sfido chiunque a dire che non avrebbe firmato col sangue un terzo posto + ottavi di Champions. Poi arriverà sempre il genio di turno a dire che sapeva che Mertens sarebbe stato quasi capocannoniere, o che sbraita perché non abbiamo fatto il secondo e vinto la Coppa Italia e quindi siamo stati peggiori dell’anno scorso, ma quelli lasciamoli stare. Detto questo, ti assicuro che la parte sana del tifo è dalla parte di De Laurentis, ma questo non vuol dire non vederne gli errori, questo contesto, che se uno dice guarda che fa degli errori, arriva chi urla al papponista. Ad esempio, se fosse stato zitto alla cena invece di sfottere Pepe, magari ora non avremmo il problema portiere. E di esempi simili, cioè di comportamenti che ci hanno causato problemi, te ne posso fare a milioni. È troppo chiedere che, oltre ad essere un grande imprenditore, eviti di avere comportamenti da collione? Forse si, ma permettimi di mantenere la mia opinione al riguardo, pur riconoscendogli tutti gli altri meriti.

          • ti ripeto i difetti ci sono, ed è normale averli, sarei + preoccupato se non ne avesse, del resto tutti ce li abbiamo. Su reina che vuoi che ti dica, 35 anni pretende 3,5 a stagione, dopo un anno quanto meno mediocre, e 2 anni in + di contratto, e lo sfottò, era ad una cena privata, lui ha pensato di metterlo su twitter, questo penso sia sufficiente a capire il personaggio e consorte. Se ho qualcosa da dire al mio dtore di lavoro non vado su facebook ma nel suo ufficio. Detto questo, se va via e trova un club folle che accetti le sue pretese fuori luogo arrivederci, io sono anche per lasciarlo partire a costo 0, altrimenti lui un contratto ce l’ha, grazie proprio a Delaurentis, quando andò via, andò a fare lo spettatore in bundesliga, a napoli è venuto a fare la champions da titolare. Mertens lo prese sempre quello che non capisce niente, lo ha rinnovato, e lo scorso anno non fu ceduto nonostante un’ottima offerta dell’inter. La sensazione è che di tifo sano purtroppo ce ne sia ben poco, un 20-30 % nonostante il club meriti una fiducia totale del 90%, gli striscioni sono sempre rimasti appesi e nessuno li hai mai toccati, e allo stadio di striscioni per sarri ne abbiamo visto decine per chi ha portato sarri e costruito questa bella squadra neanche mezzo, poi fate voi, forse sono ceco e non li ho letti, forse le intrviste di Adl le sento su radio svizzere e non mi rendo conto, forse credo di vivere a napoli e vivo a montecarlo, ma su dieci tifosi in strada io sento sempre la stessa canzone, chill nu cacc e sorde sarri fa i miracoli, ten o mazz scassat, vo venner a chist a chillat, ha avuto furtun cu mertens, ripeto sarà che qui a sant tropez abbiamo una visione distorta, sarà che tutte le tv locali che smerdaxxo da mattina a sera delurentis a napoli non vanno in onda

          • visto che sei educato e intelligente vorrei fare una riflessione con te,abbiamo detto che Adl potrebbe migliorare nella comunicazione, però siamo sinceri in questi 12 anni quante sono le dichiarazioni che veramente erano fuori luogo, io ne ricordo (ed ho buonissima memoria) almeno 4. Sarri in 2 anni ne ha sparate di tutti i colori, dai palloni estivi, ai calendari, alle penombre, al voglio arricchirmi, al froxio detto a mancini, io vorrei sapere perchè sull’artefice di questo napoli che qualcosa l’ha pure vinta, mentre sarri n carrriera al massimo ha ottenuto un paio di salvezze e una promozione in lega pro, lui può dire tute le mixiate del mondo e si becca gli striscioni le lodi, sarri uno di noi e l’altro invece e un pappone che non caccia i soldi
            secondo te è normale?

          • Giacomo Molea 15 giugno 2017, 0:20

            grandioso, applausi meritati

          • Giacomo Molea 15 giugno 2017, 0:16

            hahahahhaha vicchiariell ti ho letto, sto morendo del ridere ma ti prego soffro leggermente di asma e m faie veni’ a toss haha

          • ciao raffaele,
            scusa volevo una tua opinione, ho visto un bel po’ di video su ounas e mi sembra davvero un gran bel giocatore una specie di mertens però mancino, velocissimo reattivo e come callejon sa anche difendere secondo me con lui e widmer risolveremmo i problemi sulla destra, ounas è mancino ma gioca a destra per rientrare sul piede buono. widmer, ounas dicevo, mi sembra che berenguer però non sia tanto all’altezza, lo vedo ancora troppo verde, e con sarri non credo che il ragazzo maturerebbe. Manca qualcosa sulla sinistra e un portiere, Meret lo vedo abbastanza bene, ha quei cm che mancano da anni, ma ha 20 anni e onestamente mi sembrano troppo pochi. tu che ne pensi
            saluti

          • Raffaele Sannino 15 giugno 2017, 16:23

            Ciao vicc,non conosco i ragazzi che citi(eccetto il portiere).Se li prendono però, devono essere fortissimi, potenzialmente dei campioni in divenire.Come i tre acquistati lo scorso anno,perché la strategia giusta è quella della potatura.Bisogna tagliare i rami secchi e innestare giovani virgulti in grado di rendere l’albero(nel nostro caso l’organico) più rigoglioso.Tieni presente che Zuniga e De Guzman peseranno sul monte ingaggio del prossimo anno per 10 milioni,mentre Rafael ,Maggio,Tonelli,Giaccherini,Pavoletti ci costeranno 15 milioni.25 milioni per calciatori fuori rosa o sotto (o per nulla) utilizzati.Cosa non meno importante è cedere Tonelli e Pavoletti senza generare minusvalenze:la cosa migliore sarebbe di inserirli in qualche scambio(tipo Meret-Pavoletti).Gli errori del passato,pesano sul presente,quindi bisogna stare attenti quando si rinnovano contratti a calciatori avanti con gli anni(vedi Reina).In ogni caso bisogna tenere conto delle norme sulla composizione delle rose,per tre che entreranno,altrettanti dovranno uscire.Azzardo:fuori Sepe,Tonelli e Pavoletti e almeno due nuovi arrivi dovranno essere nati dopo il 96.

    • Lo scudetto può essere solo un fantastico, gradevole e incredibile “incidente di percorso”. Smettiamola con quest’ossessione, non è programmabile per noi. Io temo che qui già ad ottobre partirà il linciaggio di quanti stanno davvero credendo a chi malignamente ci dà per favoriti l’anno prossimo. L’obiettivo realistico è finire nelle prime quattro per la qualificazione alla champions, stop. Il resto sono tutte fanfarate giornalistiche.

      • Assolutamente d’accordo, mercato o non mercato firmerei per un terzo posto sicuro l’anno prossimo.

        • mamma mia e come volate basso! se un SOGNO non lo fate neanche con questa squadra …io sto con Sarri, ossia: lo scudetto non è (ovviamente) programmabilie…ma non firmo un c…

      • ok, ma vogliamo PROVARCI almeno a fare questo incidente??? Per una volta non tocchiamo niente, partiamo senza handicap sin dall’inizio e PROVIAMO a sognare…a meno di casi imponderabili, un altro anno con maestro Sarri certamente non lo svaluterà, anzi…

        • Quello che vi pare ma se davvero arriva il Chelsea e sbatte sessanta milioni SESSANTA sul tavolo, K2 non lo tieni. Ed è giusto così. Anche perché se al Napoli dessero 60 milioni figurati quanti ne garantirebbero a lui di ingaggio. E se tu vuoi tenere con la forza un calciatore demotivato e svagato che vorrebbe essere altrove e prendere il triplo di quanto prende al Napoli io credo che sia un’idea miope e autolesionista. Poi se vogliamo campare di sogni sogniamo pure eh, ma poi alla lunga ci si sveglia e ci si fa male.

          • scusa, ma a parte che dai per scontato certe cose come il giocatore demotivato, svagato etc (verosimili per carità, ma poi esistono anche i compromessi, la stima tra persone, etc etc), ma la tesi dell’articolo è nel titolo ed è quella che non condivido neanche minimamente…MAGARI IL CHEALSEA…magari un corno, e se anche arrivasse, proverei a convincere kk della bontà del progetto, almeno per un anno, che il suo valore si accrescerebbe ancora e con la promessa da gentiluomini di liberarlo l’anno successivo…poi magari andrebbe come dici tu, ma mio malgrado…altro che magari

          • Raffaele Sannino 14 giugno 2017, 15:10

            Queste sono chiacchiere estive.La società ha ribadito che la squadra rimmarrà inalterata anche la prossima stagione.Io ci credo.

          • anche io ci credo…almeno per quelli che hanno già rinnovato…l’unico in dubbio resta goulham

          • Ma ciò che dici tu è già successo un anno fa…offerte insistenti del Chelsea e il Napoli che gli chiede di restasre sulla base di un accordo simile a quello che descrivi. Non è che gli si può raccontare ogni anno una favoletta.
            Per quanto provocatorio (ma neanche tanto) l’articolo centra il punto: Pensa a Rog, Zielinski, Diawara, Milik. E pensa se avresti mai avuto possibilità di vederli se non si fossero incassati i milioni del ciccione ex 9. Non bisogna attacarsi ai nomi, bisogna cogliere le opportunità di crescita e potenziamento che nascono dalla vendita dei nomi per il bene di tutta la squadra.

          • ma infatti io ti dico facciamo un anno (uno solo! almeno uno!) con la squadra già rodata dall’inizio, che sappiamo cosa significa con Sarri, e poi l’anno prossimo facciamo tutte le operazioni che volete voi

          • E io ti ripeto che sarei totalmente d’accordo, ma che non dobbiamo accanirci contro ADL o chi per lui se dovesse succedere un qualcosa del genere perché purtroppo non abbiamo la forza (né l’interesse) ad opporci ad affari così se si presenta il Chelsea con le valigie gonfie di soldi! Tutto qua. N’altra estate con il “dalli al pappone” non la reggo, e chi mi legge da un po’ sa bene che non provo una gran simpatia per lui.

          • lungi da me l’idea papponista…ma il nostro interesse sarebbe quello di mantenerli tutti…se poi l’offerta tuo malgrado arriva e non riesci ad avere la forza (di persuasione) allora ce ne dovremo fare una ragione…ma sono fermamente convinto che il nostro interesse e tenere la squadra come è…e d’altra parte la società già si è espressa in merito

          • Raffaele Sannino 14 giugno 2017, 17:28

            Secondo me,anche se arrivasse l’offerta indecente,la società dovrebbe avere il coraggio di dire no.Al terzo anno,Sarri merita di avere tutti i suoi fedelissimi a disposizione fin dall’inizio.Nel 2018 poi,si vedrà per qualche cessione importante.Ma non adesso!!

          • giancarlo percuoco 14 giugno 2017, 18:04

            È questo che da fastidio anche a me: magari il Chealsea. Ma che se li mettono loro in tasca?

      • Fulvio Jòvino 14 giugno 2017, 16:14

        Parole sante! Sento in giro discorsi assurdi, del tipo “bisogna rinnovare il contratto di Sarri perchè, vinto il campionato (eh sì, “VINTO IL CAMPIONATO”…praticamente campionato 2017/2018 già vinto in partenza!!!) dobbiamo puntare alla Champions l’anno successivo” e non parliamo del fatto che si da per scontato il superamento del preliminare di agosto. Mi sa che si sta perdendo un po’ il senso della misura. Ditemi dove si firma per il terzo posto, lo faccio subito.

        • Il grosso problema è che tutti questi che si riempiono la bocca con scudetto e champions creeranno un bel po’ di problemi nel momento in cui dovesse esserci qualche piccola difficoltà e diventeranno dei forcaioli che vorranno vedere scorrere il sangue e la testa di sarri insigne e adl su un vassoio. Speriamo ci si dia tutti una calmata e si faccia un bel bagno di realismo se no la vedo male.

          • Esatto, nessuno si rende conto che quest’anno Sarri e la squadra hanno compiuto un MIRACOLO viste le premesse iniziali e i vari infortuni/coppe d’Africa/arbitri che ci si sono messi contro. Qui pare davvero che l’anno prossimo vincere lo scudetto e quarti/semifinale di Champions siano il minimo, altrimenti annata fallimentare. Io non me ne capacito, solo chi non ha mai fatto sport o ha il cervello bacato può pensarla in un certo modo, come se gli avversari non esistessero.

          • Purtroppo la stampa fa il suo per fomentare gli invasati dandoci “ormai a un passo dalla Juve” “sicuri favoriti” e fesserie di questo calibro. Speriamo bene.

      • Marchese di Carabàs 14 giugno 2017, 16:55

        Certamente il Napoli non parte da favorita per lo scudetto, ma con un mercato ben fatto può tranquillamente essere la prima contendente, l’avversaria più credibile. Quest’anno ha fatto una grande stagione, e ha dovuto anche rimediare in corsa all’infortunio dei Milik. L’anno prossimo se tutto va bene, e se si sostituisce qualche anello debole, la minaccia sarà concreta. Soprattutto se Allegri continuerà a far giocare chi pesa di più nello spogliatoio, piuttosto che chi gioca meglio.

  20. Non lo cederei, anche se pure per me ha alcuni difetti oltre a quello evidente a tutti (continuità nella concentrazione). Ad esempio, è fortissimo nell’anticipo ma non ancora nell’uno contro uno, abbocca troppo spesso alle finte di corpo.
    Però credo che la nostra unica possibilità l’anno prossimo di competere con la Juve o comunque di sopravanzare le altre sia di vedere a Dimaro tutti e undici i “titolari” dell’anno scorso (Maxsimovic e Rog saranno due nuovi “acquisti”) per iniziare il camponato come abbiamo finito quello scorso. Ovviamente bisognerebbe anche assicurarci tre o quattro alternative di “peso” (per me via Rafael, Maggio, Allan e Giaccherini), mentre per l’attacco terrei Pavoletti semplicemente perché un altro più forte di lui (es. Zapata) e disposto a fare il terzo dopo Mertens e Milik è praticamente impossibile da trovare.
    Se comunque KK volesse andare via (ma la clausola c’è? A 60?) farei un pensiero su De Ligt (anche se è meno centrale) che mi ha veramente impressionato in EL, se pure volessero 40mln glieli darei . Ma ha ragione chi dice che il rischio di essere di nuovo sorpresi da una cessione agli ultimi gg di mercato e conesguenti taglieggiamenti per il sostituto è molto alto.

    • Se fai un discorso di titolari piu’ Maksimovic e Rog, considerati nuovi acquisti, allora agli 11 del campionato appena finito devi aggiungere anche Zielinski e Diawara (che si sono alternati con Allan e Jorgi) oltre a considerare Milik anche lui un nuovo arrivo.

    • Dubito che dopo la “sopresa” dell’ex9 si possa ricadere in situazioni simili (come tempistiche).
      Penso che, se clausola c’e’, la transazione vada conclusa con breve limite, vista la necessita’ di trovare il sostituto.

    • al posto di Pavoletti andrebbe preso un jolly alla Keita, ma la Lazio ha detto no e il giocatore vuole MIlan-Juve.

  21. Secondo me KK é giá stato venduto l’anno scorso. Per questo sono stati spesi 25 mln per Maksi.

    • Anch’io ho dato la stessa chiave di lettura. Altrimenti sarebbe stato folle spendere quella cifra per un panchinaro. Però lo stesso discorso lo si potrebbe fare per un eventuale addio di Albiol. Lo scopriremo solo vivendo…

      • Carlo Beccaria 14 giugno 2017, 20:32

        Purtroppo mi sa che è proprio così….tra poco inizieranno a scorrere i primi titoli di inizio del film preparato con cura dallo scorso anno..per il momento K2 ha fatto tante dichiarazioni tese a far capire che lui vuole restare, in modo che quando verrà piano piano a galla la notizia che va via per una cifra folle, nessuno potrà prendersela con lui. Aurelio dirà che come al solito di fronte al pagamento della clausola nulla può e che mai si sarebbe aspettato qualcuno che pagasse 50 testoni…..e noi ci divideremo come degli allocchi tra chi darà la colpa a K2 e chi ad aurelio.
        Stiamo attenti, perchè anche ad Albiol l’anno scorso fu detto…caro amico, ancora un altro anno e poi il prossimo sei ibero di tornare a casa…

  22. Ovviamente l’articolo non fa una piega, per 60 milioni KK si può cedere. Qualsiasi società probabilmente lo farebbe, ma una grande società avrebbe già le idee chiare su come reinvestire quella cifra per migliorare il valore assoluto della squadra. Ecco questa parte mi spaventa, non so sino a che punto siamo preparati ad affrontare il dopo KK anche se con le tasche piene. Maksimovic è una possibilità ma avrebbe dovuto allora essere utilizzato di più per averne una valutazione, anche se in prospettiva, più certa.

    Dovendo proprio rischiare con i soldi della cessione di KK mi fionderei su Handanovic e su di un esterno di assoluto valore.

  23. Io mi inizierei a preoccupare solo se dovessimo cedere Tonelli?????

    • Dormi tranquillo: non se lo accolla nessuno quel bidone 😀 😀 😀

      • Io non credo sia un bidone. Ha avuto (forse continua ad avere) problemi fisici.
        Da quel poco che si e’ visto scarso non e’, anzi e’ l’unico veramente forte di testa che abbiamo in difesa.
        Alcune sbavature sono corregibili se riesce ad allenarsi con costanza – come quarta soluzione a me non dispiace affatto.

        • Sì Fabio, scherzavo per sfottere Eduardo, anche secondo me avrebbe potuto avere migliori sorti se non fosse mancato dal punto di vista fisico. E gli dobbiamo anche 3 punti importanti 😉

    • giancarlo percuoco 14 giugno 2017, 17:56

      Edua’ per 60 milioni di euro Tonelli si cede. Te ne dovrai fare una ragione.

  24. Mettili per terra e vedi se camminano.

  25. achille cirillo 14 giugno 2017, 11:39

    Sulla valutazione economica di 60 Ml. sono anche d’accordo con l’articolo, sarebbe davvero una proposta irrinunciabile (ammesso che si arrivi mai a questa cifra). Detto questo io però non lo cederei così a cuor leggero. In primis se è vero come è vero che con la cessione di Higuain il Napoli ha fatto un affare per costi e opportunità (con la sua cessione si è potuto allungare la rosa livellandola verso l’alto), oggi non si ha questa necessità e inoltre sostituire un attaccante per quanto forte, è infinitamente più semplice di sostituire centrale difensivo. Koulibaly è secondo me uno dei migliori centrali a livello europeo (se migliora nel colpo di testa diventa un vero Top del ruolo), quindi difficilmente sostituibile. Per di più se veramente si vuole continuare e portiere a compimento il progetto Sarri allora non prendi in considerazione la sua cessione per quest’anno. Dopo i mondiali al terzo anno di Sarri concluso, tiri le somme e ci starebbe anche una cessione eccellente. Ma ora proprio no.

  26. Il problema non sarebbe tanto cederlo (a 60M quale folle non lo farebbe?) quanto poi prenderne uno (a trovarlo!) di simile valore anche prospettico e poi aspettare che entri in totale simbiosi con Albiol e/o Maksimovic.
    Se non sbaglio KK ci ha messo un bel po’ prima di arrivare a formare la coppia quasi perfetta con lo spagnolo, arrivando a prendere meno gol persino della difesa bassottiana (in proporzione alle partite giocate dai due assieme).

    • È così. Se si vendono sempre i pezzi pregiati nei ruoli chiave: quanon si potrà sperare di sognare?

    • Ho scritto pressocché lo stesso…
      Se vogliamo essere competitivi non possiamo permetterci di vendere i nostri pezzi pregiati.
      Soprattutto se non ne abbiamo bisogno.

  27. C’è il rischio di vendere Koulibaly anche per 55mln. In ogni caso io un difensore centrale per cautelarsi lo prenderei. E’ un reparto molto delicato su cui Sarri deve lavorarci di più e quindi averlo a inizio ritiro sarebbe meglio. Non vorrei una nuova situazione Maksimovic oppure una nuova situazione Higuain in cui dovemmo andare a prendere Milik a una cifra un po troppo alta perchè non avevamo il sostituto. Non vorrei che non avessimo il sostituto di Kou, essendo Maksi più regista di difesa che stopper. Inoltre punterei su calciatori italiani dato il problema della lingua con Sarri allenatore. Ha dimostrato che la comunicazione è fondamentale per lui (vedi Rog) e l’anno prossimo approfittando della Juve un po stanca, della Roma in smobilitazione e delle milanesi in allestimento dobbiamo provarci.

    • ma chi ti ha detto che la juve è stanca?? Da quale assioma lo hai ricavato?

      • Domenico Sapio 14 giugno 2017, 13:31

        Dall’assioma che ci regola tutti: l’età……!

        • Tra Shick, Douglas Costa ed altri colpi vedrai come “invecchiano”… Hanno in mano tutto il mercato dei giovani italiani forti e futurubili e tu pensi che invecchino?? Caldara, Rugani, Spinazzola, Orsolini, Mandragora… Ja ma vi leggete solo le pagine del Napoli???

          • Luigi Ricciardi 14 giugno 2017, 14:16

            Per sapere cosa succede alla Juve basta leggere anche solo il Napolista… 🙂

          • Si forse a volte c’è troppa juve. Onestamente al netto della rivalità (vissuta solo a Napoli non dagli juventini) la juve è un esempio da seguire per me. Per avvicinarsi sempre di più. Ad oggi il gap di differenza tra Napoli e Juve è lunare. A favore dei secondi, ovvio. Prendono il portiere di quella che è arrivata seconda e lo mettono in panchina. Basta questo…

          • Luigi Ricciardi 14 giugno 2017, 14:47

            A parte scherzi, e’ ovvio che sia l’ esempio da seguire per tante cose ma, stante la gestione De Laurentiis (e non lo dico per denigrarla, ma come puro dato di fatto) sara’ impossibile avvicinarsi a quel modello, oltre alle basi di partenza diverse (tra le quali l’ assurda divisione dei diritti TV per bacino d’ utenza).
            Comunque la speranza e’ che il gruppo del Napoli di adesso si confermi il prossimo anno (l’ optimum sarebbe tenere la media del girone di ritorno, per 96 punti virtuali, che sono, pero’, appunto, quasi assurdi) e che loro, tra ricambi e qualche passo falso, cannino una parte della stagione.
            Poi, se per assurdo noi facciamo 96 punti e loro 97, c’amma fa? C’amma sta zitt’e basta…

          • La gestione Dela, è anche la conferma della storia, purtroppo. Per la prossima stagione, primo fondamentale spartiacque sarà, ovviamente, il preliminare. Sulle risultanze di quello certamente si faranno delle valutazioni rispetto a ciò che potrà essere il campionato. Fermo restando che la crescita del Napoli si è palesata con la Champions da giocare e sono cautamente ottimista che si possa verificare anche con un preliminare da giocare… Fermo restando che se la manina del sorteggio pesca bene ci facciamo un ferragosto sereno…

          • Luigi Ricciardi 14 giugno 2017, 15:44

            Io quasi quasi penso che il preliminare sia una fortuna, perche’ dovessimo passarlo, darebbe una spinta formidabile al gruppo, e visto che il campionato comincia a meta’ agosto, non cambierebbe tanto dal punto di vista della preparazione (per quanto il Napoli di solito parte piano, ma tecnicamente siamo forti)..
            E spero di acchiappare il Bruges, sia perche’ vivo in Olanda e lo andrei a vedere, sia perche’ e’ scarso.

          • giancarlo percuoco 14 giugno 2017, 17:51

            E Bruges sia allora.

          • Occhio però che Sarri 3 partite su turno di andata e ritorno e 3 sconfitte: Vilareal, Real Madrid e Juve…

          • Luigi Ricciardi 14 giugno 2017, 18:04

            Vero, ma chiunque affronteremo sara’ peggio delle ultime due, e quando affrontammo la prima ci fregava davvero poco.

          • caldara..rugani..spinazzola..orsolini..mandragora..tutti buoni per la panchina e/o per i prestiti..non certo per vincere la champions!

          • Cosi parlò artemisia. Sti giocatori sono il futuro della Nazionale e del calcio italiano.

          • ne riparliamo tra 2/3 anni!

          • magari poterne parlare tra due tre anni…

          • Esagerato, adesso bastano tre quattro partite buone per essere definiti il futuro del calcio italiano. Ma ve lo ricordate Scuffett? Aveva già sostituito in nazionale l’etica mente scorretto Gigi loro.

    • Milik era stato comprato prima della cessione dell’obeso. Non dopo.

      • Ti sbagli. Vieni ufficializzato il 2 agosto…il 28 luglio il pippita stava già alla Juve…lo abbiamo iniziato a trattare da prima ma abbiamo avuto il rischio non venisse Arek e poi l’Ajax ce lo fece strapagare. Quasi gli stessi soldi il Milan ha preso Andrè Silva.

  28. Italia Mazzarella 14 giugno 2017, 11:18

    Rispetto alla valutazione tra Koulibaly e Bonucci non bisogna dimenticare che questultimo ha 30 anni compiuti mentre il primo ne compirà 26 a fine giugno.

Comments are closed.