Napoli, i giornali come Enola Gay: Insigne, Koulibaly, Reina e Zielinski in odor di cessione

È il giorno della devastazione di Napoli: tutti insieme, i calciatori più appetiti vengono dati sul piede di partenza, o quasi.

Napoli, i giornali come Enola Gay: Insigne, Koulibaly, Reina e Zielinski in odor di cessione

Napoli come Nagasaki

Doveva arrivare, questo giorno. Il giorno in cui i giornali, un po’ tutti, sganciassero la bomba atomica del mercato calcistico su Napoli. Oggi, 14 giugno, uno va in edicola e si accorge che il Napoli potrebbe smantellare l’intero organico in poche ore. Buttando a mare i contratti firmati un anno fa, quelli firmati pochi giorni fa, quelli ancora da firmare. Insomma, non è un giorno per cuori deboli, questo. È il giorno di Enola Gay.

Comincia la Gazzetta, riportando il Sun su Lorenzo Insigne che interessa al Chelsea. La notizia circolata ieri, con tutte le cifre: « In ogni modo, Conte ha pure fissato l’offerta: al Napoli verserebbe 45 milioni di sterline, pari a poco più di 51 milioni di euro, mentre al giocatore destinerebbe uno stipendio di 200 mila sterline (227 mila euro) a settimana». Soldi allettanti, non c’è che dire. Solo che poi, qualche rigo dopo, il chiarimento che serviva: «Il rapporto tra l’ex c.t. azzurro e Lorenzo non è dei migliori: il contrasto a ottobre del 2015, il rientro per gli Europei. E poi c’è il contratto appena firmato». Ah, meno male. Almeno questo. Nello stesso articolo, si parla di Koulibaly: «Oltre all’attaccante, Conte ha puntato anche Koulibaly, per il quale è pronto a pagare 60 milioni di euro e anche in questo caso la trattativa si presenta parecchio complicata». Prendi e porta a casa.

Altri frammenti di bomba

Anche il Corsport scrive di Insigne al Chelsea. O meglio: dell’interesse, presunto, di Conte per Insigne. Che però si ferma lì, grazie al super-rinnovo ufficializzato qualche settimana fa. In aggiunta, Reina sarebbe vicino al Manchester City, quindi il Napoli si sarebbe fiondato su Neto incontrando i dirigenti della Juventus. Anche se l’obiettivo numero uno resta Bernd Leno, per cui il Bayer Leverkusen chiede 20 milioni di euro. Una bella cifra.

Le altre notizie modello Enola Gay arrivano da Il Mattino: il rinnovo di Zielinski per alzare la clausola di 70 milioni e il rinvio a settembre (!) per il rinnovo di Ghoulam. Ricostruiamo: dato che il centrocampista polacco è ancora seguito dal Liverpool, il club che giusto un anno fa l’aveva sedotto e abbandonato, De Laurentiis sarebbe pronto a rivederne il contratto. Stipendio alzato fino a 2 milioni di euro e clausola rescissoria ritoccata, o addirittura eliminata. Per quanto riguarda Ghoulam, invece, il piano strategico è il seguente: il rinnovo non si sblocca, Jorge Mendes è un uomo duro, però non ha offerte convincenti. Allora se ne riparlerà addirittura a settembre, a stagione già iniziata, con Ghoulam vicinissimo ad avere un contratto non protetto. In pratica, una situazione di debolezza da parte di ambedue le parti in causa. Il momento migliore per sganciare la bomba. Oggi era il giorno. Vediamo se ci saranno conseguenze.

ilnapolista © riproduzione riservata