Napoli, i giornali come Enola Gay: Insigne, Koulibaly, Reina e Zielinski in odor di cessione

È il giorno della devastazione di Napoli: tutti insieme, i calciatori più appetiti vengono dati sul piede di partenza, o quasi.

Napoli, i giornali come Enola Gay: Insigne, Koulibaly, Reina e Zielinski in odor di cessione

Napoli come Nagasaki

Doveva arrivare, questo giorno. Il giorno in cui i giornali, un po’ tutti, sganciassero la bomba atomica del mercato calcistico su Napoli. Oggi, 14 giugno, uno va in edicola e si accorge che il Napoli potrebbe smantellare l’intero organico in poche ore. Buttando a mare i contratti firmati un anno fa, quelli firmati pochi giorni fa, quelli ancora da firmare. Insomma, non è un giorno per cuori deboli, questo. È il giorno di Enola Gay.

Comincia la Gazzetta, riportando il Sun su Lorenzo Insigne che interessa al Chelsea. La notizia circolata ieri, con tutte le cifre: « In ogni modo, Conte ha pure fissato l’offerta: al Napoli verserebbe 45 milioni di sterline, pari a poco più di 51 milioni di euro, mentre al giocatore destinerebbe uno stipendio di 200 mila sterline (227 mila euro) a settimana». Soldi allettanti, non c’è che dire. Solo che poi, qualche rigo dopo, il chiarimento che serviva: «Il rapporto tra l’ex c.t. azzurro e Lorenzo non è dei migliori: il contrasto a ottobre del 2015, il rientro per gli Europei. E poi c’è il contratto appena firmato». Ah, meno male. Almeno questo. Nello stesso articolo, si parla di Koulibaly: «Oltre all’attaccante, Conte ha puntato anche Koulibaly, per il quale è pronto a pagare 60 milioni di euro e anche in questo caso la trattativa si presenta parecchio complicata». Prendi e porta a casa.

Altri frammenti di bomba

Anche il Corsport scrive di Insigne al Chelsea. O meglio: dell’interesse, presunto, di Conte per Insigne. Che però si ferma lì, grazie al super-rinnovo ufficializzato qualche settimana fa. In aggiunta, Reina sarebbe vicino al Manchester City, quindi il Napoli si sarebbe fiondato su Neto incontrando i dirigenti della Juventus. Anche se l’obiettivo numero uno resta Bernd Leno, per cui il Bayer Leverkusen chiede 20 milioni di euro. Una bella cifra.

Le altre notizie modello Enola Gay arrivano da Il Mattino: il rinnovo di Zielinski per alzare la clausola di 70 milioni e il rinvio a settembre (!) per il rinnovo di Ghoulam. Ricostruiamo: dato che il centrocampista polacco è ancora seguito dal Liverpool, il club che giusto un anno fa l’aveva sedotto e abbandonato, De Laurentiis sarebbe pronto a rivederne il contratto. Stipendio alzato fino a 2 milioni di euro e clausola rescissoria ritoccata, o addirittura eliminata. Per quanto riguarda Ghoulam, invece, il piano strategico è il seguente: il rinnovo non si sblocca, Jorge Mendes è un uomo duro, però non ha offerte convincenti. Allora se ne riparlerà addirittura a settembre, a stagione già iniziata, con Ghoulam vicinissimo ad avere un contratto non protetto. In pratica, una situazione di debolezza da parte di ambedue le parti in causa. Il momento migliore per sganciare la bomba. Oggi era il giorno. Vediamo se ci saranno conseguenze.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Maró quanto odio quando non c´é il campionato!
    Non solo perché non gioca il mio Napoli, ma soprattutto per tutte queste speculazioni, notizie, bufale etc etc…

  2. mi chiedo da sempre se ci siano i margini per una denuncia a questi giornalai

  3. ogni alito di vento diventa burrasca..con noi vincono facile!
    p.s.: il capo dello staff medico ancora non ha firmato il rinnovo..la roma è alla finestra.

  4. Quelle su Insigne e Zielinsky fanno ridere anche per come sono state poste.
    Di questi tempi le rassegne stampa sportiva sono meglio di Made in Sud ( non è che ci voleva molto, ma tant’è) 🙂

  5. Hanno già iniziato, c’era da aspettarselo, proveranno a mettere zizzanie per tutta l’estate, a mettere idee stanne in testa ai nostri giocatori, ad esasperare i tifosi.

  6. tanto ogni anno siamo 5^ / 6^ perché le milanesi ci sono davanti….

  7. Tempi duri per i quotidiani sportivi (siti internet, TV e giornali).
    Cosa si devono inventare per creare attenzione tra i tifosi, in questo mese di nulla calcistico.
    Dopoditutto devono campare pure loro

  8. giancarlo percuoco 14 giugno 2017, 10:04

    Io perciò non esco di casa fino a che non inizia il campionato.

  9. Ammetto che, pur consciamente consapevole dell’attendibilità di queste cavolate, mi fanno venire un’ansia e una paura… Sarà il trauma del traditore di un anno fa, ma purtroppo nella loro totale inconsistenza ‘ste voci turbano.

    • sono del tuo stesso parere leggi e sorridi ,poi pensi a quello che e`sucesso…

      • Ho molti timori per KK. Su Insigne mi faccio una grassa risata e basta, ma per KK i rischi ci sono, anche perché mi sa che lui ha la clausola (Insigne no)

        • Raffaele Sannino 14 giugno 2017, 10:58

          Non ho conoscenza della clausola,ma conta anche la volontà del calciatore.Il gordo voleva una squadra che vincesse per mettersi a rimorchio,non essendo un trascinatore e quindi,un vincente.KK pare voglia restare,almeno per il prossimo anno.Quindi ,calma e gesso.

          • Purtroppo di Hamsik ce n’è uno solo. Gli altri (giustamente, sono professionisti) al di là dei proclami e degli intenti, cedono facilmente quando a chiamare è un club di quel calibro che propone ingaggi di quell’entità…c’è poco da fa’…

          • Marchese di Carabàs 14 giugno 2017, 20:13

            Dunque, se i sillogismi funzionano ancora come ai tempi di Aristotele, o al Napoli non ci sono vincenti, oppure i vincenti sono nelle squadre che perdono. Cosa mi sfugge?

        • Su K2 sono d’accordo. Anche il tono delle dichiarazioni di Satin è cambiato. Se ci sono degli accordi, saranno rispettati, credo. Da vedere il sostituto. A questo punto penserei a scippare Rudiger all’inter.

          • Ruediger non sarebbe affatto male anche perché è polivalente, mi piace molto quando gioca in fascia, e se le cifre che circolano su KK sono vere, soffiarlo a chiunque non dovrebbe essere un problema reinvestendo parte di quanto incassato…

    • Quello è proprio l’obiettivo di questi “signori”, proveranno a sfasciare il giocattolo per tutto l’anno.

    • Mi è sembrato di capire che nello spogliatoio hanno stretto un patto. Fino a giugno 2018 non si muove nessuno. Vogliono provare “l’impresa”.
      Il contratto di Mertens (con clausola dal 2018), lo status quo del contratto di Sarri (con clausola dal 2018), il mancato rinnovo di Reina (in scadenza 2018) mi fanno pensare a questa ipotesi.
      In cambio dello scudetto a Maggio 2018 mi sta bene tutto.

      • I patti sono fragili di fronte alle cariolate di milioni purtroppo…staremo a vedere, saranno due mesi e mezzo interminabili

      • Quanto lo spero non hai idea!

    • Si perché a volte ste voci sono vere. Nel 99% dei casi sono bufale e cavolate assurde, ma noi non possiamo sapere quali sono vere e quali false, quindi ci viene ansia e paura.
      Soprattutto perché siamo traumatizzati da episodi del passato.

Comments are closed.