Il piccolo Bonucci finalmente sorridente alla festa del Torino

Niente più lacrime per essere stato “obbligato” a diventare juventino per la festa scudetto. Ieri è stato alla festa per il Filadelfia, in braccio all’idolo Belotti

Il piccolo Bonucci finalmente sorridente alla festa del Torino

In braccio a Belotti

Lo sapete, ci siamo affezionati a Lorenzo Bonucci il piccolo tifoso del Torino che alla festa scudetto della Juventus fu “costretto” a indossare la maglia zebrata e gli scappò la lacrimuccia. Anche papà – che è una persona intelligente – ha capito e ieri il piccolo Lorenzo ha partecipato, finalmente con un sorrisone stampato in faccia, alla festa granata per l’inaugurazione del Filadelfia. Qui è immortalato in braccio al suo “eroe”, il gallo Belotti, con la didascalia di papà che è tutta un programma: “Stasera sì che mi sono divertito, non come alla festa scudetto!”. L’intelligenza salverà il mondo.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ritengo che si tratti di questioni familiari riguardanti, tra l’altro, un protervo e altezzoso calciatore di un’altra squadra. Una vicenda da libro Cuore, che mal si attaglia al personaggio e niente può interessare a chi legge (fatta eccezione dei troll bianco-neri, ossessionati dai siti riguardanti il Calcio Napoli, tanto da postarvi commenti compulsivamente.

  2. Povero bambino…

  3. I troll juventini che accusano il Napolista di rosicare, i sarriti ottusi che accusano il napolista di ossessione… La chiosa del pezzo, escluso me, non riguarda nessun’altro.

  4. Jean Paul Sartre 26 maggio 2017, 11:11

    Il Napolista che rosica perché il primo a prendersi in giro è lo stesso Bonucci :)))

  5. Questo voyeurismo che porta ad avere tanto in considerazione le vicende (di scarso interesse) in casa strisciata tradisce un che di freudiano.

    • perchè quello su Reina e Dela non è voyeurismo?? Il tweet, lo ha detto, non lo ha detto, la sfera intima… Tutto quello che esula dalle questioni di campo è voyeurismo…

      • A me dà noia il gossip tout-court, anche al di fuori del pallone. Interessa poco l’indiscrezionismo e il retroscenismo su Reina come su Mertens, detesto l’invasione della vita privata altrui, anche dei personaggi pubblici perché anche se sono tali hanno diritto ad una cavolo di privacy e di essere tutelati dalla morbosità delle attenzioni della gente… Fatta questa doverosa precisazione però, quello che volevo dire è che se con tutte le premesse di cui sopra posso anche capire l’interesse verso ciò che avviene “in casa nostra”, capisco molto meno tutta questa attenzione verso l’ambiente di una squadra che NON è il Napoli
        (e questo vale sia per questo “taglio” di articoli, sia per l’ossessiva cronaca sul processo ad Agnelli di cui mi sarei limitato a fare una menzione al tempo in cui è stato aperto e a dare eventualmente l’esito finale, senza tutta questa attenzione morbosa. Non ne capisco francamente l’interesse).

        • Ci sono sempre gradazioni d’interesse… Questa di Bonucci è stata trattata con due articoli. Tra l’altro non basati sul “pare si sia detto”, come per la cena del Napoli. Nel caso di specie ci sono due foto che evidenziano due stati d’animo ben precisi. Tristezza e gioia. Senza fare tante dietrologie. Anzi alla fine si complimentano con Bonucci e per la sua intelligenza. Non credo che sia un gesto comune. Anzi…

          • Niente, non riesco a spiegarmi: che ce ne frega, con rispetto parlando verso un grandissimo campione e una persona sicuramente intelligente come detto da voi e da me sottoscritto, di Bonucci e di qualsiasi foglia che vola nel cortile della Juve? Perché su una testata chiamata Napolista deve esserci quotidianamente una media di almeno 2 articoli riguardo ad una squadra che NON è il Napoli (e casualmente la squadra non-Napoli in questione è sempre la stessa)?

          • Se stiamo ancora al Napolista che non si occupa solo del Napoli, mi sa che è dura. Ne faremo anche di più di articoli. Relativi alla Juve e ad altre squadre (ieri Totti, il Torino, Mourinho, l’altro giorno Guardiola, insomma è da sempre così). A tutto quello che a noi interessa del mondo del calcio. E non solo.

          • Rispondo sia a voi che a @solo4875:disqus . Secondo me si fa finta di non capire: Ovvio che si guardi anche altrove, ove ci siano elementi di interesse. Mi sfugge però appunto il motivo di interesse insito in molti degli articoli riguardo la Juve. Si parla anche di altri protagonisti ed altre squadre? Sì certo (pur lasciando perdere il fatto che Guardiola faceva esplicito riferimento al Napoli, Mourinho entrava in una querelle che riguarda anche – e molto – il Napoli ossia l’eterna lotta tra il bel gioco e la vittoria dei trofei), nessuno pretende una testata monografica. Sta di fatto che la profusione di articoli e commenti sul mondo Juve è stucchevole. Facciamo una somma degli articoli inerenti altri personaggi/squadre e una somma di quelli dedicati ai bianconeri e vediamo se vince la Juve o il “resto del mondo”?

          • Pur chiamandoci il Napolista, effettivamente non abbiamo l’ambizione di essere napolicentrici. Anche perché abbiamo a lungo lavorato lontano da Napoli.

          • Vabbeh, mi arrendo, è inutile. Continuate a preferire la vista del dito a quella della luna, pur non essendo stolti e soprattutto non essendo io il saggio proverbiale, non vedo il senso di continuare a ribadire il concetto. Cari saluti

          • Jean Paul Sartre 27 maggio 2017, 10:01

            Spiegatelo a quelli che: “che ci fate qui voi della Juventus? Questo è un sito del Napoli!1!!”.

          • perchè il napolista a differenza dei media napoletani (tutti) non è napolicentrico.

  6. Può capitare che l’età della pubertà si anticipi di alcuni anni e questo mi sembra il caso il ragazzo ha evidentemente già sviluppato una dose sufficiente di testosterone tale da farlo fare una scelta diversa lontana da infamie e ladrocini…….una scelta con le palle ! speriamo non si perda per strada. !!!

  7. strana cosa il tifo per una squadra di calcio. mi verrebbe da dire che trascende da appartenenze territoriali ed affettive parentali. appunto ,mi verrebbe. ma non lo dico.

  8. ho sempre sospettato che bonucci, tolta la maglia della juve, sia un ragazzo intelligente e simpatico. quasi quasi lo vorrei a napoli..

    • stesso discorso per Chiellini, che al di lá della laurea ha chiaramente uno spessore intellettivo che buona parte dei suoi colleghi sogna.
      Non puó essere un caso che formino la difesa piú forte d’Europa.
      Detto questo, sempre Rubentini sono e in un’altra squadra e con altri arbitraggi non sarebbero cosí insuperabili….

      • Mauri Franksson 26 maggio 2017, 10:02

        “in un’altra squadra e con altri arbitraggi non sarebbero cosí insuperabili….”
        Ancora con sta storia dopo due finali di Champions in tre anni? Quest’anno in Europa un altro po’ non incassavano nemmeno un gol. La smettiamo con questo luogo comune? Sono forti, punto.
        Si può ammettere anche se sono juventini.

        • E io che ho detto? sono forti, e ho anche aggiunto che secondo me sono forti perché sono intelligenti, e in quel ruolo l’intelligenza, intesa come capacitá di lavorare in team, anticipare le mosse dell’avversario, spezzarne le trame, ecc. é piú importante di quanto non sia per un attaccante per il quale intuito e potenza restano decisivi.

          Peraltro, in Italia loro prendono a legnate gli avversari piú di qualsiasi altro difensore centrale, possono intimidire glia arbitri (Bonucci con il Torino lo scorso anno é esemplare…), alzano l’asticella dello scontro fisico e psicologico perché sanno di poterlo fare.

          In Europa finora hanno incontrato squadre al massimo del livello del Napoli. E sia Roma che Napoli i gol glieli hanno comunque fatti.

          • Mauri Franksson 26 maggio 2017, 11:05

            Non hai scritto questo. Hai detto che sono bravi ma che senza gli aiutini degli arbitri non lo sarebbero altrettanto. Il loro ruolino di marcia in Europa dimostra altrimenti. Il numero di gol incassati, sia in Italia che nelle competizioni continentali degli ultimi tre anni dimostra una certa costanza di rendimento e nessuna differenza sostanziale.
            Che poi gli aiutini ci siano non lo metto in dubbio.

          • Barcellona al livello del Napoli, vabbe’ dopo questa…certo che se Neto ti regala la palla un metro dalla porta o se la palla sbatte su un difensore e rimpalla su Hamsik…gol cosi’ li fa anche il Poggibonsi.

      • Jean Paul Sartre 26 maggio 2017, 11:13

        La Juve ha preso solo 3 gol in Europa. Anche gli arbitri stranieri ci aiutano? :)))

        • secondo me tu non sai leggere… Te ne esci con frasi “a schiovere” laddove ci sono dei palesi complimenti al netto delle solite banalità sugli arbitri. Tu over’ si scem’…

    • magari…

      • è uno dei giocatori che farebbero fare un vertiginoso salto in avanti alla nostra squadra

        • Ma i tifosotti antiuventini scenderebbero in piazza a manifestare

        • Sono d´accordissimo, ci servono giocatori con personalitá, ma per favore non Bonucci, non lo sopporto XD

    • No, Chiellini é un macellaio in campo ma altrimenti un ragazzo molto simpatico e intelligente,
      Bonucci invece é un arrogante pezzo di m…

      • ma sai, io credo che molto faccia anche la maglia che si indossa.
        bonucci è molto più “pecora”, ad esempio, quando indossa quella della nazionale…

        • Senza dubbio si, e per questo dico che Bonucci non mi piace come persona. Da Chiellini vedi falli duri (troppo a volta), lo vedi protestare con veemenza ma mai con quella arroganza e superbia che mostra l´altro.

Comments are closed.