Top e flop / Papu Gomez sempre decisivo. Bacca delude anche all’ultima a San Siro

Mesto addio per il colombiano. Ottime le prove di Mertens, Salah, Mandzukic. Rafael riesce a prendere sei gol su sette tiri

Top e flop / Papu Gomez sempre decisivo. Bacca delude anche all’ultima a San Siro
I top e i flop della 37esima giornata del campionato di Serie A

Top

Mertens (Napoli) nel primo tempo sbaglia un clamoroso goal a porta vuota e colpisce un palo. Sembra in giornata no. Nella ripresa si scatena con l’ennesima doppietta. Festeggia cosi il rinnovo del contratto. Raggiunge quota 27 goal in campionato ed è quasi alla vetta della classifica dei cannonieri.
Salah (Roma) in ottimo momento di forma. Non sta fermo un secondo, mandando al manicomio chi dovrebbe controllarlo e limitarne l’azione. Realizza una doppietta di ottima fattura, quasi a corredo di una prestazione fantastica.
Gomez (Atalanta) ancora una volta è decisivo. Realizza il goal numero 15 in stagione. Gioca al piccolo trotto, ma quando tocca il pallone, lo fa sempre con grande intelligenza, con passaggi precisi.
Berardi (Sassuolo) ha ripreso finalmente la forma e la classe di prima del brutto infortunio. È l’autentico leader della squadra nero verde. Realizza un goal e offre un assist delizioso sfruttato a dovere da Politano
Mandzukic (Juventus) prova positiva e grintosa per l’attaccante bianconero, condita da un goal di pura cattiveria agonistica. Infatti mette il corpo con forza tra sé e Rosi e timbra il cross di Cuadrado. Sfiora il goal del raddoppio con un tiro da 40 metri.
Deloufeu (Milan) dopo l’uscita di un deludente Carlos Bacca, torna a giocare come seconda punta suo ruolo naturale. Gli effetti si vedono e come. Infatti firma il goal che certifica il ritorno del Milan in Europa League.

Flop

Rodriguez (Fiorentina) anello debole di una approssimativa difesa viola. Va in tilt contro la rapidità e l’imprevedibilità di Mertens e rimedia nel complesso una brutta figura.
Cacciatore (Chievo) dovrebbe contenere, con le buone o con le cattive El Shaarawy, ma miseramente fallisce nell’intento. Nella ripresa ha l’occasione per segnare ma la manca clamorosamente.
Rafael (Cagliari) 7 tiri ricevuti 6 goal presi. Anello debole di una incerta difesa del Cagliari. Da un suo rinvio maldestro, nasce il secondo goal realizzato da Berardi. Vive davvero un pomeriggio da incubo.
Bacca (Milan) anche la probabile ultima sua partita a San Siro termina come altre gare, senza lampi, senza colpi di genio, con un clamoroso goal divorato e tra i fischi del pubblico.
Muriel (Sampdoria) il rosso mi sembra punizione eccessiva, ma festeggiare un goal di un partita insignificante su calcio di rigore provocando il pubblico è da calciatore irresponsabile. Un calciatore professionista risponde alle provocazione del pubblico unicamente con ottime prestazioni, deliziosi assist o reti decisive per la propria squadra.
ilnapolista © riproduzione riservata