L’avvocato di Dominello svela le bugie della Juventus: «Lui e Agnelli si sono incontrati più volte»

Parla l’avvocato dell’uomo che faceva da trait d’union tra ultras e Juventus nonché indagato per associazione mafiosa. E smonta la linea difensiva dei bianconeri.

L’avvocato di Dominello svela le bugie della Juventus: «Lui e Agnelli si sono incontrati più volte»
Andrea Agnelli al San Paolo

La prima udienza di Alto Piemonte

La prima udienza del processo Alto Piemonte regala la notizia del giorno. Notizia che fa comprendere quanto la vicenda Juventus-ultras-‘ndrangheta sia diventata delicata. Per giorni, la difesa della Juventus – che non è indagata nel processo penale ma in quello sportivo sì – è stata incentrata sull’assenza di rapporti tra il club ed esponenti della ‘ndrangheta. Dove per esponenti della ‘ndrangheta cui era stata demandata – in quanto ultras la – gestione dei biglietti si intendeva appunto Rocco Dominello. Oggi l’avvocato di Dominello ha risposto in maniera inequivocabile e ha lanciato un messaggio eloquente ad Agnelli e alla società bianconera. Per la serie: se la Juventus voleva costruire la propria linea difensiva scaricando Dominello, è meglio che cambiate tattica e modulo.

Indagato per il 416 bis

Dominello è indagato con il padre Saverio per il reato 416 bis (associazione mafiosa) nel processo che si è aperto oggi a Torino. I Dominello sono considerati dall’accusa esponenti del clan Pesce-Bellocco di Rosarno. È Dominello è il trait d’union tra la Juventus e gli ultras ed è attraverso di lui che la Juventus cedeva ai gruppo organizzati parte della gestione dei biglietti. È qui importante ricordare che ai fini della giustizia sportiva è ininfluente se Dominello sia o meno appartenente alla ‘ndrangheta. La Juventus – per ammissione dell’ex direttore marketing Francesco Calvo – aveva ceduto per quieto vivere alle pressioni degli ultras perla gestione e la vendita dei biglietti.

«Dominello non è un mafioso»

La novità, tutt’altro che irrilevante, di giornata è che è stato l’avvocato di Rocco Dominello a fugare ogni dubbio: lui e Andrea Agnelli si sono incontrati più e più volte alla luce del sole. «Rocco Dominello non è un boss mafioso – queste le parole del suo avvocato Ivano Chiesa -, valuteremo ai fini di una querela le dichiarazioni rese da tutti quanti, comprese quelle del procuratore federale Giuseppe Pecoraro». E ancora: «Andrea Agnelli dice il vero quando afferma di non avere mai incontrato un boss, perché Dominello non è un boss. Se danno per scontato che il mio cliente sia un mafioso, quando si tratta solo di un’ipotesi accusatoria, muoveremo le azioni necessarie per tutelarci. Agnelli e Rocco si sono incontrati più volte, da soli e con altre persone, comeè normale che sia tra il presidente di una squadra di calcio e il rappresentante di un gruppo ultrà. Sono stati incontri leciti, alla luce del sole».

La dichiarazione sibillina

Non pago, ai microfoni di Mediaset, l’avvocato di Dominello ha rincarato la dose: «Se dovessimo andare a dibattimento, il primo testimone che noi citeremo sarà il presidente Agnelli perché confermi i rapporti leciti che ci sono stati tra Dominello Rocco e la presidenza. I due si sono parlati più di una volta e sicuramente il signor D’Angelo conosce queste circostanze». Una dichiarazione sibillina che suona come una chiamata fin troppo chiara.

A questo punto, le intercettazioni di ieri sono superate dai fatti.

Repubblica.it

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Vi dò una mano con l’integrazione delle notizie 😉

    Stefano Esposito (membro della Commissione Parlamentare Antimafia), è stato intervistato e sostiene che il virgolettato “I due fratelli sono stati arrestati, Rocco è incensurato, parliamo con lui” non solo non sarebbe attribuibile ad Andrea Agnelli, ma proprio non esisterebbe negli atti trasmessi dalla Procura di Torino alla Commissione Parlamentare, diversamente da quanto professato da Pecoraro.

    Pecoraro il quale, giova ricordarlo:
    – Ha autorizzato la sepoltura delle esequie di Priebke ad Albano Laziale nonostante la contrarietà della popolazione e del sindaco di Albano, città medaglia d’argento al valore della Resistenza.
    – Ha disposto l’espulsione dall’Italia di Alma e Alua Shalabayeva, moglie e figlia del dissidente kazako ed ex banchiere Mukhtar Ablyazov. Espulsione definita illegale da Amnesty international, dall’Onu e viziato da «manifesta illegittimità originaria», secondo la Cassazione
    – Ha disposto l’annullamento lampo delle unioni gay (su esplicita richiesta del Ministro Alfano) che il Sindaco Marino celebrò ad ottobre in Campidoglio.
    – Tutti ricordiamo la sua mediazione con Genny “a Carogna” pur di far disputare Fiorentina-Napoli, autorizzando lo stesso addirittura a fare un giro di campo con la Coppa Italia in mano.

    Ultimo spunto: La procura di Torino (di cui è capo Armando Spataro, simbolo della lotta alla mafia e al terrorismo) non ha rinvenuto alcun collegamento tra dipendenti della Juventus e la criminalità organizzata.
    Pecoraro (il personaggio descritto poc’anzi), si.

    Vi consiglio (per un momento) di togliervi la maglietta della squadra del cuore e di valutare questi dati di fatto.
    Poi al prossimo Napoli-Juve rimettetevi la maglietta. Ma per un momento usate il vostro spirito critico e la logica razionale che, leggendovi con (sincero) piacere anche da avversario, non vi manca di sicuro 😉

  2. Jean Paul Sartre 24 marzo 2017, 10:46

    Il napolista Pecoraro si è inventato di sana pianta un’intercettazione di Agnelli. Naturalmente questo non stupisce, vista la caratura professionale del pecoraro in questione.

    Agnelli incontrava i gruppi ultras alla luce del sole (con l’approvazione della Digos) ed è possibile che tra i vari ultras ci fosse anche Dominello, che però all’epoca dei fatti era incensurato e libero come una libellula in un prato.
    La mia è informazione corretta. Il resto è fuffa.

    Quando questa farsa sarà finita, mi auguro che l’antimafia riesca ad occuparsi anche di cose un po’ più serie, tipo la camorra che imperversa al San Paolo. ?
    https://uploads.disquscdn.com/images/0a01821b8091721bda0f30b94270f3467f01c2b4a0d487629e99b0ef49e9e66c.jpg

  3. Io sono davvero allibito dal livello di ipocrisia, servilismo e cecità di questo paese. La società di calcio professionistico più importante d’italia, nel nuovissimo Stadium e negli anni 2000 utilizzava “capi ultras” per distribuire biglietti e assicurarsi la “tranquillità” in curva. Cioè, di fatto, delegava a un gruppetto di delinquenti l’ordine pubblico. Anche se Tizio non è mafioso, la notizia è questa. E dovrebbe fare dispiacere soprattutto gli juventini, perché la Juve ha sempre preteso di essere un modello societario all’avanguardia. E invece? Genny la carogna, Pecoraro ultras, Varriale terrone ecc ecc. Che poveracci!

    • condivido tutto tranne lo stupore. i rubentini sono più spudorati dei negazionisti dell’olocausto. sono abituati a negare l’evidenza… fino al 41 bis

  4. Luigi Ferrara 24 marzo 2017, 0:02

    E’ qui che si leggono le arringhe difensive degli iuventini?

    • Gonzalooo... HIGUAIN!!! 2-1! 24 marzo 2017, 0:06

      Mah, io vedo solo qualcuno che, non potendo vincere sul campo, cerca di togliersi almeno la “soddisfazione” di buttarla in vacca… contenti voi, contenti tutti 🙂

      • Luigi Ferrara 24 marzo 2017, 0:08

        Ti rendi conto che mi hai risposto dopo 3 minuti? Trovo tutto questo grottescamente ilare.Continua please.Voglio ammaestrarti.

    • Antonio Baiano 24 marzo 2017, 8:26

      si si è qui, non ti dico la freva che hanno i miei colleghi juventini…appena mi vedono subito attaccano la litania…

  5. Gonzalooo... HIGUAIN!!! 2-1! 23 marzo 2017, 23:36

    Dai, Max Gallo, tira fuori gli attributi e firma gli articoli come questo. Ormai sei un giornalista mainstream (ti vedo spesso su RaiSport), non puoi comportarti come un blogger qualsiasi.
    Jamme!

  6. 416 bis. ho detto tutto.

  7. Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 20:49

    boom pecoraro smentisce….se stesso e poi agnelli forse è stato calvo….. ma ndo sta l’intercettazion?
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-03-07/rapporti-la-cosca-bellocco-pesce-che-cosa-rischia-juve-170230.shtml?uuid=AEK2Aaj
    oh napolista anche questa non l’hai vista? miope? come funzione le notizie contro la juve tutte e quelle pro no? cercherò nel vocabolario : etica, deontologia, onestà intellettuale, cronaca, serietà.
    oh mi piace lollarvi un bacione e un ciaone a tutti torno in silenzio…..
    ho capito il problema è il nostro ambiente si vuole troppo bene
    FORZA JUVE!!!!

  8. Qui non ci si rende conto della gravità pazzesca della situazione e lo dico serenamente fosse il napoli l inter o la roma qui una società parla e prende accordi con la malavita “noi diamo i soldi poi loro si arrangiano e gesticono tutto

    • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 22:05

      non c’è la telefonata e qualcuno pagherà perché hai ragione è grave infangare il prossimo

  9. In antimafia è stato ascoltato l’ex procuratore federale Stefano Palazzi,e si è parlato di Genoa e
    N A P O L I

    • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 19:45

      no dirglielo e nemmeno dell’inchieste aderente allo scioglimento curva A, a proposito qualcuno sa qualcosa? ahahahah, e di Napoli Inter coppa Italia che successe? bho
      sai com’è facile pretendere onestà dagli altri…..
      oh uno che rispondesse cavolo!!!
      perché si è sciolta curva A?
      che è veramente successo in Napoli Inter coppa Italia?
      gli do un indizio sembra che c’era un varco aperto nel settore ospiti …….

  10. Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 17:48

    sempre a senso unico…..
    voi non volete la verità ma il sangue….
    speriamo non si faccia male nessuno mai

    • Antonio Baiano 24 marzo 2017, 8:36

      ma va!!! sei veramente ridicolo! adesso tiri fuori anche il “sangue”….mamma mia come rosicate, è incredibile! addirittura avete bisogno di venire su un sito dedicato al Napoli (e magari anche dell’Inter, vista l’odio che vi divide) per sfogarvi, oppure per venire a gongolare per le vostre vittorie. Siete proprio povera gente, poveri di spirito e di mente.

  11. Quindi se dice che ha incontrato Agnelli gli crediamo,se dice di non essere un mafioso no.

    • E invece secondo te? Dice la verità quando dice che non è mafioso o quando dice che ha incontrato il tuo Presidente?
      E se non è un mafioso perché il tuo agnellino HA MENTITO rinnegando di averlo mai incontrato?

      • Aspetto l’esito delle indagini e se è vero quello che dite sarò felice che la Juve sia stata la prima è unica società ripulita anche nelle curve.
        A proposito vorrei ricordarvi che la Juve è l’unica squadra ad aver cambiato management, nonostante il malcostume era palesemente diffuso a tutte le società,a meno che le intercettazioni non valgano solo per i tesserati Juve

      • siccome i gobbi li tengo tutti bloccati, potresti gentilmente dire a questo con cui parli di smettere di perdere tempo con noi e di fare sti cavolo di compiti sennò quando se la piglia sta benedetta licenza elementare ?

        • Bongo bongi stai buonino che poi ti prende un coccolone

        • utente bloccato, stai facendo un sacco di puzzette.
          lo vedi ad abbuffarsi di nduja che succede ?

    • Antonio Baiano 24 marzo 2017, 8:28

      “la mafia non esiste” è quanto affermavano i mafiosi. Ti dice nulla? ci arrivi?

  12. Fabio Milone 23 marzo 2017, 17:31

    Propongo d’ora in poi di chiamare il club bianconero “Rosarnes” 🙂

    • Sai che derby con i gomorroidi

    • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 19:47

      il vostro carognas anzi facciamo un giro di campo con la coppa del nonno l’unica che vincete quando volete ahaahahah!!!!!

      • Francesco Porciello 23 marzo 2017, 19:58

        Meglio 100 giri di campo per le coppe del nonno che il giro di campo dell’ Heysel, che dici?

        • ma lasciali perdere a sti disadattati.
          l’unico momento della giornata in cui meritano di essere pensati è al mattino … dopo caffè e sigaretta …

        • Lascia in pace i morti porcellino

  13. Accidenti, per quanto tempo ancora la stampa nazionale riuscirá a insabbiare tutto questo?
    Qui ormai siamo ai messaggi mafiosi, a mio parere neanche troppo sibillini…

    A questo punto possiamo immaginare di tutto. Nel momento in cui la principale societá sportiva d’Italia, quotata in borsa, sponsor degli arbitri del campionato in cui gioca, incontra “alla luce del sole” un esponente dal background non proprio immacolato non c’e’ limite al male che si puó pensare.

    Sotto il profilo reputazionale la situazione della strisciata é peggiore di quella in cui si trovó a seguito delle inchieste di Guariniello. La differenza vera é che di quell’inchiesta se ne discuteva tranquillamente in tutte le sedi pubbliche, oggi su queste vicende vi é un velo di omertá impressionante…

    Mamma mia, che Paese….

    • E che bisogno c’è di discuterne se avete già in mano la sentenza di colpevolezza?Vuoi vedere il sangue?

      • no, una condanna.

        • Ci sarebbe una multa e un periodo di inibizione,ma temo che non placherebbe la vostra sete

          • Ma chissenefrega dello scudetto di cartone a cui alludi. Noi abbiamo già vinto quello del gioco, e questo vi manda in frev abbastanza

          • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 19:48

            ve lo date da soli mah

          • Hai bisogno di un termometro? Ti consiglio quello anale, è più preciso….

          • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 20:50

            Scommetto che sei un buongustaio….

          • No, sono un medico… nel tuo caso consiglierei un termometro anale per grandi taglie…

          • Gonzalooo... HIGUAIN!!! 2-1! 23 marzo 2017, 23:30

            Sì, e Varriale è un giornalista… ?

          • Luigi Borrelli 24 marzo 2017, 14:10

            wow medico e come ti curi il fegato dopo così tante bastonate ?
            sportive sia chiaro
            col numero 9 gonzalo

          • Il termometro anale mi mancava e comunque credo che servirebbe più a voi,anzi ne sono convinto

          • Perché? Noi siamo in salute, la frev l’avete voi…

          • Il tifo è una malattia che ha una semplice ed unica medicina:la vittoria.
            Provatela ogni tanto

          • Ecco, appunto…
            grazie Dio per avermi creato napoletano e non essere juventino.

            Cchist so’ proprio sciem…

          • Lo vedi che sei un cafoncello

          • Antonio Baiano 24 marzo 2017, 8:23

            Hai voglia la freva che hanno, ieri ho beccato i miei colleghi juventini più sfegatati a caccia di notizie (tipicamente quelle relative a Genny a carogna) da rinfacciare…adesso il ritornello che comincia a girare è che è un altro gombloddo verso la juve come quello del 2006!

          • Antonio,

            se questa cosa va in fondo rischiano molto.
            Immagina se la Consob inizia a chiedere chiarimenti (come farebbe se fosse una Autoritá seria), e le informazioni fossero diffuse sul mercato…
            parlo di quotazione e Consob perché significa “soldi”, e i soldi sono l’unica cosa che muove questi personaggi.

            Comunque, io spero di batterli su un campo di calcio. E se gli aiutini al momento giusto fossero mancatici saremmo giá riusciti

          • Antonio Baiano 24 marzo 2017, 11:20

            Ma infatti la Consob non farà nulla, sono gli Agnelli, mica un De Laurentis qualsiasi!
            Per il resto pienamente d’accordo; a parte che non vedo motivi per una penalizzazione in campionato (non mi sembra che si stia parlando di illeciti sportivi) scudetti di cartone et similia non li prendo in considerazione nemmeno per un secondo.

      • Ti offendi se dico che sei veramente lento di comprendonio? Ti sembra che il mio intervento fosse alla ricerca del sangue di qualcuno? Semplicemente, sono abbastanza stupefatto dalla condizione morale del nostro Paese, e questo esula da qualsiasi condanna penale o sportiva che sia. Sono sicuro che concordi co me su questo.

    • Luigi Borrelli 23 marzo 2017, 19:42

      per ora magicamente non c’è come lo spiegate?

  14. Giacomo Molea 23 marzo 2017, 16:53

    Che ci fa questo al San Paolo? Cacciatelo via

Comments are closed.