Perillo: A Napoli bravi a ingigantire le voci

Il ‘caso’ notti brave, il Napoli che prova a vincere il freddo e l’Utrecht per sognare di passare la fase a gironi di Europa League. Sono questi gli argomenti trattati con Antonello Perillo una delle firme più prestigiose del giornalismo nostrano, vice caporedattore della Rai di Napoli e gestore del sito di informazione azzurrissimo.it.
Si parte con la questione notti brave: a quanto pare il caso è stato un po’ strumentalizzato, cosa c’è di vero e cosa di falso su quanto si è detto?
“A Napoli siamo bravi a ingigantire le voci. I quattro ragazzi -Lavezzi, Campagnaro, Sosa e Dossena- hanno sbagliato a rientrare tardi la sera dell’antivigilia di una trasferta, infrangendo il regolamento interno. Il Napoli ha quindi fatto bene a multarli. Ma non c’è stata alcuna notte brava”.
Queste voci, possono minare la compattezza dello spogliatoio e l’affetto verso la città da parte dei calciatori?
“Non credo proprio. A meno che episodi come questo non si ripetano. Nel recente passato ci sono stati problemi seri. Mi riferisco, ad esempio, al periodo in cui nel Napoli c’era Navarro, portiere mediocre che trascorreve intere nottate nei neight club, riuscendo a volte a trascinare qualche compagno. Adesso non mi sembra che accada qualcosa del genere”.
Ad Utrecht c’è rischio neve, ma si potrebbe comunque giocare. Come arrivano gli azzurri alla sfida con gli olandesi?
“Recentemente Mazzarri ha parlato dell’Europa League quasi come di un fastidio, sottolineando che la competizione europea avrebbe fatto perdere al Napoli 4-5 punti. Lo stesso De Laurentiis aveva polemizzato con Platini sullo scarso valore dell’Europa League. Poi entrambi hanno corretto il tiro. La mia speranza è che i ragazzi diano il massimo. Certo, se il Napoli avesse avuto un organico più ricco di alternative ai cosiddetti ‘titolarissimi’, ora avrebbe già ipotecato il passaggio al prossimo turno”.
E’ giusto continuare ad impiegare risorse fisiche e mentali in Europa League o sarebbe meglio concentrarsi solo sul campionato?
“Io preferisco il campionato, visto che siamo terzi in classifica. Però se passiamo il turno abbiamo la possibilità di rinforzarci a gennaio per puntare anche ad andare fino in fondo in Europa League”.
Dove può arrivare la squadra di Mazzarri con l’attuale rosa?
“Con l’attuale rosa può centrare la zona Champions, a patto che nessuno dei titolarissimi abbia problemi da qui alla fine della stagione”.
Fabio Mencocco (Napolipress)

ilnapolista © riproduzione riservata