Lady Quagliarella:

Signora Quagliarella, come va? “Signorina, prego” Scusi, come va? “Eh, come vuole che vada. Può immaginarselo, no?”. Fabio è ancora molto arrabbiato? “Lui? E io che dovrei dire? Sto come una pazza”. Per l’espulsione? “Ma quale espulsione! E’ la squalifica che non tollero”. Troppe tre giornate? “E sono troppe sì! Ma lei capisce? Tre domeniche con Fabio che non va a lavorare e sta qua a casa”. Scusi, ma non è contenta? “Guardi, io sono contenta di averlo a casa durante la settimana, ma la domenica è il mio giorno e non me lo devono toccare. Mi ha rovinato tutti i programmi”. Perché, che programmi aveva? “Dunque, domenica prossima con le mie cugine all’Ikea, tutta la giornata: avevo già adocchiato il divano Ektorp e il pouf Klippan, poi qualche Billy e Benno qua e là”. Poi? “Poi, per la partita in casa con il Cagliari, giornata in barca con la signora Hoffer: una simpaticona, parla benissimo il napoletano e palleggia con entrambi i piedi. Per lei De Laurentiis sta pensando a un triennale con opzione per il quarto anno al posto del marito”. E la trasferta a Verona? “Quella me la sarei fatta volentieri, avrei portato i bambini a Gardaland”. Beh ma queste cose non può farle lo stesso? “E no, lei non sa com’è Fabio la domenica quando non gioca”. No, non lo so. Com’è? “Si alza a mezzogiorno, vuole il caffè a letto e poi ha un menu fisso per il pranzo”. Sarebbe? “Antipasto di mare con alghe fritte e panzaruttielli di granchio; pasta al forno con ripieno di polpettine, ragù, ricotta, cicoli, cozze sgusciate e scarole; spaghettino a vongole ma al posto delle vongole il capitone; sorbetto alla mortadella; salsicce di bue muschiato di Agerola; mozzarella imbuttunata di peperoni; sorbetto alla coca cola (che aiuta il ruttino); babà al limoncello; limoncello al babà”. Caspita, meno male che è uno corretto, con qualche espulsione in più dovrebbe ritirarsi. “E non le ho detto la cena…” No, lasci stare signora. Ma quindi, è rassegnata? “Scherza? Ho già detto all’avvocato Grassani che se non presenta ricorso gli rigo la portiere della macchina. E poi ho un asso nella manica”. Sarebbe? “La moglie di Tosel. Vuole venire in barca con noi, mi ha già assicurato che parlerà col marito”. E lui la sta a sentire? “Le dico solo una cosa: domenica prossima doveva andare a sciare con la moglie di Camoranesi”. Tutto chiaro. Buonasera, signora. “Signorina” Scusi. “Buonasera”.

ilnapolista © riproduzione riservata