ilNapolista

Repubblica: la “beffa” dello screening scolastico in Campania, sono test sierologici e non tamponi

C’è grande confusione circa la campagna di screening partita ieri per la riapertura delle scuole, il numero verde non risponde e non c’è stata chiarezza sul tipo di test che si poteva effettuare

Repubblica: la “beffa” dello screening scolastico in Campania, sono test sierologici e non tamponi

Sarebbe partita ieri la campagna della Regione Campania, per lo screening su alunni e docenti in vista della riapertura degli asili nido e prima elementare prevista per il 24 novembre. Il condizionale è d’obbligo perché, come riporta oggi Repubblica, nella giornata di ieri lo screening si è rivelato una beffa. 

La Regione ha fornito un numero verde 800814818 da contattare per prenotarsi, ma nessuno risponde

«se non un disco che ripete: «Gentile utente a causa dell’intenso traffico le linee sono momentaneamente indisponibili».

Ma non basta perché anche sul test che potranno effettuare volontariamente, alunni e personale scolastico, vi è stata una terribile mancanza di chiarezza

l’ordinanza del governatore De Luca, la numero 90, parla di “tamponi antigenici”, di tamponi si parla ancora nella comunicazione dell’Unità di crisi regionale che annuncia l’istituzione del numero verde, e che si tratti di tamponi lo ribadisce, ripetutamente, l’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini. Salvo scoprire, ieri sera con l’ennesimo comunicato dell’Unità di crisi, che «lo screening viene effettuato con test antigenici.

ilnapolista © riproduzione riservata