Quagliarella è l’apoteosi del centravanti di razza

I Top e i Flop Serie A. Stagione memorabile per Zapata. Bakayoko non entra in campo ma il peggiore è lui. Ronaldo giocando come sempre al di sopra della media

Quagliarella è l’apoteosi del centravanti di razza

I Top e i Flop della 35° giornata di Serie A

Top

Quagliarella (Sampdoria) con una doppietta, di buona fattura, raggiunge quota 25 nella classifica cannonieri. Spietato e cinico davanti al portieri, l’apoteosi del centravanti di razza. Un piacere vederlo giocare cosi, in questa seconda giovinezza sportiva.

Zapata (Atalanta) stagione memorabile per il centravanti colombiano. Nel primo tempo ha due palloni giocabili, uno lo sbaglia, l’altro lo trasformata in rete. Nel secondo tempo è prezioso nel difficile compito di mantenere la squadra alta.

Ronaldo (Juventus) Volenteroso nel primo tempo, ma poco concreto. Nella ripresa ci prova di continuo, fino a trovare di testa la rete del pari. Giocando come sempre, al di sopra della media.

Felipe (Spal) Ha buon gioco contro gli attaccanti del Chievo, davvero inconsistenti per non dire nulli,  e, quando si proietta nell’area avversaria, è mortale. Con tre gol in due partite è l’uomo copertina della festa salvezza della squadra ferrarese

Flop

Colley (Sampdoria) se la Sampdoria esce dal Tardini con un solo punto invece di tre è merito suo.Causa un rigore decisamente evitabile su Siligardi e sbaglia un intervento dietro l’altro fino a farsi espellere.

Wallace (Lazio) pomeriggio da incubo per il centrale della Lazio. Metto lo zampino in tutte le rete dell’Atalanta. In occasione del 1-1 è piazzato male, sull’1-2 regala palla a Gomez, poi firma involontariamente con un incornata volontaria che pietrifica il portiere il terzo goal atalantino.

 Pjanic (Juventus) anello debole del centrocampo bianconero. Le sue giocate sono lente e scontate, Ha enormi responsabilità sul goal del momentaneo vantaggio granata firmato Lukic

Bakayoko (Milan) Non entra in campo ma il peggiore è lui. Ci mette una vita a scaldarsi, nonostante il Milan sia in 10 per l’infortunio del centrocampista argentino Biglia. Gattuso chiede più velocità, ma il francese gli rifila un fuck off che mette fine alla sua avventura al Milan.

ilnapolista © riproduzione riservata