De Paul incontenibile, Ghoulam non è più lui

I top e flop della 31esima giornata di Serie A: menzione per Pjanic e Radu. Male, invece, Calabria e Sturaro che ha lasciato il Genoa in dieci

De Paul incontenibile, Ghoulam non è più lui
Salvatore Laporta / KontroLab

I top e flop della 31esima giornata di Serie A

Top

De Paul (Udinese) – Straordinario, incontenibile, a tutto campo. Realizza una doppietta di buona fattura, grazie ad una prodezza da fuori ed una rete su rigore. Aggiungiamo accelerazioni in serie e tiri pericolosi. Il giovane Rodrigo è pronto per giocare in una grande squadra.

Pjanic (Juventus) – Con il suo ingresso il centrocampo bianco nero cambio volto. Non sbaglia una giocata ed entra nel 2-1 con l’anticipo vincente e delizioso assist per il giovane Kean

Radu (Genoa) – Un signor portiere. Beffato solo dalla perla di Mertens nel primo tempo. Poi è miracoloso in più di un intervento.

Flop

Calabria (Milan) – Nullo in fase offensiva, si preoccupa soprattutto della fase difensiva, senza convincere. Infatti  da un suo passaggio errato nasce il gol di Kean.

Ghoulam (Napoli) – Lontano parente del giocatore ammirato nello scorso campionato. Ogni cross colpisce un difensore avversario. Non salta più l’uomo come era solito fare e non difende. E’ davvero l’uomo in meno della difesa del Napoli.

Sturaro (Genoa) – Lascia il grifone in dieci per uno stupidissimo fallo da dietro dopo 28 minuti. Un orrore che un giocatore nel giro della nazionale non può commettere. Un errore ancor più grave per un giocatore di una squadra impegnata nella difficile lotta per non retrocedere.

ilnapolista © riproduzione riservata