Sarri: «Il mio futuro? Chiedete al Chelsea. In settimana avevo buone sensazioni»

Dopo il 6-0 dal City. «Non sono in grado spiegare che cosa è successo. Ora abbiamo grandi problemi fuori casa, a inizio stagione giocavamo meglio in trasferta»

Sarri: «Il mio futuro? Chiedete al Chelsea. In settimana avevo buone sensazioni»

Sarri alla stampa dopo City-Chelsea 6-0

Ha detto che il suo lavoro è sempre a rischio. Ma ha aggiunto: «Non lo so, dovete chiederlo al club non a me. Non so se ci saranno colloqui sul mio futuro. Penso che se dovesse accadere, sarebbe normale. Sono preoccupato per la prestazione, non per il mio lavoro. il mio lavoro è sempre a rischio».

«Non ho parlato con i miei giocatori dopo la partita. Al momento non sono in grado di spiegare questa prestazione. Avevo un buon feeling durante la settimana. Lo ho avuto ieri, l’ho avuto oggi durante il riscaldamento. Oggi non è stata una questione di motivazioni. Abbiamo preso il primo gol in maniera stupida. Non sono in grado di capire che cosa è successo».
«Oggi non ho visto il mio calcio. Abbiamo grandi problemi fuori casa. Non so perché all’inizio della stagione giocavamo meglio fuori casa che in casa. Nell’ultimo mese è cambiato tutto. Non è facile ma abbiamo bisogno di capire il perché. Lavoro per capire il perché. Il mio obiettivo è giocare il mio calcio che non è quello che stiamo giocando adesso».

«Oggi la grande differenza tra le due squadre è stata nell’intensità del pressing. Loro hanno pressato con molta intensità noi no»
ilnapolista © riproduzione riservata