Il Napoli e la novità degli infortuni muscolari e a freddo

Resta un’ottima media in confronto alle altre squadre di Serie A, ma c’è stato un peggioramento rispetto al Napoli degli anni scorsi.

Il Napoli e la novità degli infortuni muscolari e a freddo

Un’ottima media rispetto alle altre di A

Non era mai successo, negli ultimi anni, che il Napoli mettesse in fila tanti infortuni non traumatici. Per lungo tempo il club azzurro ha vantato quasi un percorso netto per le condizioni di salute dei propri calciatori. Si è giustamente scritto e letto di preparazione e metodi di prevenzione all’avanguardia. Quest’anno, però, qualcosa si è inceppato. Il Napoli continua a vantare un’ottima media in confronto alle altre squadre – oggi ad esempio il Corriere dello Sport fa l’elenco degli infortunati della Lazio e colpisce non poco – ma in valore assoluto gli infortuni non traumatici del Napoli sono cresciuti. Oggi, ad esempio, rientra Verdi ma restano fuori Ounas e Mario Rui.

C’è anche un’altra novità nel Napoli di quest’anno: l’infortunio dell’atleta dopo pochi minuti. È successo con Verdi a Udine, con Mario Rui a Firenze, con Hamsik a Milano contro l’Inter e anche con Ounas a Zurigo. Al franco-algerino è bastato uno scatto nel finale per rimediare un problema muscolare.

Ovviamente non includiamo nell’elenco gli infortuni traumatici che hanno colpito Meret, Chiriches, Ghoulam, Younes. Non è traumatico ma non è muscolare il problema che ha indotto Raul Albiol a operarsi al ginocchio e quindi a rimenare fuori un paio di mesi.

Tra gli infortuni muscolari c’è anche quello occorso a Luperto che è stato indisponibile per quattro partite di campionato. E Ounas anche nel corso della stagione ha subito un risentimento.

Gli anni scorsi

Ripetiamo, la media è sempre buona se la confrontiamo con le altre squadre di Serie A. È però peggiorata se il paragone è con il Napoli dello scorso anno. Quando, a parte gli infortuni traumatici di Milik e Ghoulam, gli unici problemi ci furono per Leandrinho (affaticamento muscolare) e Chiriches al bicipite femorale.

Andò leggermente peggio due anni fa. Koulibaly saltò due giornate per stiramento del legamento collaterale. Albiol sei per infortunio al bicipite femorale. Strinic e Giaccherini rispettivamente una e due giornate per un problema muscolare. Poi ci fu il menisco di Chiriches, il primo infortunio di Milik e le croniche assenze di Tonelli.

ilnapolista © riproduzione riservata