Napoli-Spal 1-0: Albiol e Meret per una vittoria minimal

Napoli-Spal, rete decisiva di Albiol nel finale del primo tempol, poi il giovane portiere friulano salva il risultato su colpo di testa di Fares.

Napoli-Spal 1-0: Albiol e Meret per una vittoria minimal

 

Primo tempo

Napoli poco performante, la Spal risponde con una prestazione ordinata, la squadra di Semplici è compatta dietro e propositiva nel palleggio. Gli uomini di Ancelotti perdono ritmo e creano pochissimo, un tiro ravvicinato di Rog e un gol annullato per fuorigioco ad Insigne dopo una conclusione di Mertens. Il resto è possesso palla sterile degli azzurri, la Spal non offende e lo 0-0 tende a diventare un’ipotesi sempre più realistica. Anche perché la squadra di Ancelotti fa fatica a trovare spazi in avanti, dietro la linea della difesa avversaria. Non brillantissimi Mertens e Insigne, impreciso Zielinski nei passaggi decisivi.

Ci pensa Albiol, però, a cambiare la storia della partita: calcio d’angolo di Mertens, salto perfetto dello spagnolo e palla alle spalle di Gomis. Un Napoli tutt’altro che brillante è in vantaggio a fine primo tempo.

La ripresa

La ripresa è una partita più aperta, perché la Spal verticalizza più velocemente e quindi apre più spazi per il Napoli. Le occasioni sono molte di più rispetto al primo tempo: Mertens impegna Gomis con un tiro a giro, Koulibaly va vicinissimo al palo con un colpo di testa a pochi metri dalla porta. Anche la Spal è più intraprendente, due buoni tiri controllati benissimo da Meret a terra. Il Napoli ha il torto di tenerla aperta, la più grande occasione capita a Mertens dopo una splendida combinazione bassa con Insigne in ripartenza. Palla sul palo, da posizione difficilissima.

Durante il recupero, palla lunga della Spal che sorprende la linea del Napoli, Paloschi tira bene ma Meret risponde ancora presente, buon intervento su tiro a botta sicura dell’ex centravanti dell’Atalanta. Il portiere azzurro è ancora determinante nel finale, splendido intervento sulla linea di porta su colpo di testa di Fares. È una parata che vale due punti, al termine di una partita giocata non benissimo dalla squadra di Ancelotti. In ogni caso, quarto successo consecutivo in campionato, altra partita senza reti al passivo. Ma il merito per quest’ultimo dato ha un nome, un cognome e un futuro radioso: Alex Meret, portiere del domani.

ilnapolista © riproduzione riservata