Psg-Liverpool, Neymar e Mbappé in campo dal primo minuto

Tuchel ha annunciato l’impiego delle due stelle, L’Equipe scrive: «Ora Neymar deve trascinare il Psg agli ottavi di finale, finora è stato debole coi forti?».

Psg-Liverpool, Neymar e Mbappé in campo dal primo minuto

Le parole di Tuchel

Ci siamo, è la notte decisiva. Per il Napoli, che ospita la Stella Rossa. Ma anche per Psg e Liverpool, che si sfidano al Parco dei Principi in un match da dentro o fuori. O meglio: per i francesi è una partita decisiva, in caso di mancata vittoria dovrebbero sperare in un risultato positivo del Napoli ad Anfield per qualificarsi. Solo che lo stesso Napoli, in caso di successo contro la Stella Rossa e proprio grazie alla doppia chance X2 a Parigi, strapperebbe il pass con gli ottavi. Insomma, una situazione intricata. Solo che ora la Senna corre sull’ottimismo, anche perché Tuchel ha recuperato i suoi gioielli. Queste le parole del tecnico tedescon in conferenza stampa: «Neymar e Mbappé  sono in forma, stanno bene. Hanno fatto un allenamento completo lunedì e martedì. Non c’è nessun problema, saranno titolari contro il Liverpool. Non correranno nessun rischio».

Emergenza rientrata, dunque, dopo le paure di una settimana fa. Sia l’attaccante francese che il fantasista brasiliano uscirono malconci dalle amichevoli internazionali. Non saranno al 100% (soprattutto Neymar, in ogni caso vittima di un’elongazione muscolare), ma saranno in campo dal primo minuto. Anzi, L’Equipe punta direttamente su di loro. Con una prima pagina geniale, ma solo per chi conosce i Beatles (e sa che arrivano da Liverpool, ovviamente).

 

Il nuovo leader

C’è un pezzo interessante, sul giornale di oggi. Si parla di Neymar come possibile nuovo leader del Psg, almeno dal punto di vista tecnico. Di un suo auspicato cambiamento in questo senso, dato che a Parigi, finora, «sembra essere stato forte con i deboli e deboli con i forti». Leggiamo: «È un rimprovero che gli è stato rivolto spesso, e ricorda la situazione di Ibrahimovic qui al Psg. Però la carriera di Neymar è piena di grandi partite giocate al massimo: i Clasicos con il Barcellona, la Champions League vinta nel 2015, la finale Olimpica vinta con il Brasile. Nel 2014 saltò la semifinale mondiale con la Germania, proprio come gli ottavi dell’anno scorso contro il Real Madrid. Ora deve prendere in mano il Psg, magari il problema “europeo” della squadra di Tuchel è il problema della sua stella numero uno».

La verifica sarà stasera, sul prato del Parco dei Principi. C’è il dubbio sulla formazione titolare, Tuchel potrebbe proporre un 4-3-3 elastico con Marquinhos davanti alla difesa, in modo da organizzare velocemente la scalata verso la linea a tre. In avanti, però, non ci sono dubbi. Neymar, Mbappé e poi gli altri. Probabilmente toccherà a Cavani.

 

ilnapolista © riproduzione riservata