La curva dell’Atalanta: «Noi non siamo napoletani, ben venga “Odio Bergamo!”»

Nota ufficiale dei gruppi organizzati a supporto dell’Atalanta: «Non siamo razzisti, per noi i cori contro Napoli sono sfottò e campanilismo».

La curva dell’Atalanta: «Noi non siamo napoletani, ben venga “Odio Bergamo!”»

In vista di Atalanta-Napoli

Comunicato della Curva Nord di Bergamo in vista di Atalanta-Napoli. Sarà una partita molto importante, soprattutto dopo le ultime settimane di discussioni sul tema della sospensione delle partite per i cori razzisti. La Figc, dopo le parole di Ancelotti e altri allenatori (oggi si è aggiunto di nuovo anche Allegri), ha annunciato sanzioni esemplari in caso di nuove manifestazioni discriminatorie sugli spalti. I gruppi organizzati dell’Atleti Azzurri d’Italia hanno deciso di premunirsi, pubblicando una nota in cui annunciano che non arretreranno rispetto a certi cori.

L’oggetto del loro comunicato riguarda cori più soft come “Noi non siamo napoletani”, non c’è menzione a quelli sul Vesuvio. Per loro, si tratta di «campanilismo e sfottò, componenti basilari ed elementari del calcio». Una posizione già espressa un anno fa, dopo che il Giudice Sportivo chiuse il settore per gli ululati a Koulibaly. Sotto, direttamente dalla pagina Facebook della Curva, il testo completo del comunicato. Addirittura, gli atalantini sostengono che per loro ben vengano canti come “Odio Bergamo!” e “Bergamasco Contadino!”. In ogni caso, la tensione resta sopra il livello di guardia. Alla partita Atalanta-Napoli mancano ancora tre giorni, ma è già un appuntamento decisivo. Per le due squadre in campo, ma anche, evidentemente, per tutto quello che succederà intorno al gioco, sugli spalti e per l’arbitro. A dirigere la gara sarà Piero Giacomelli di Trieste.

ilnapolista © riproduzione riservata