Ronaldo, ecco la difesa: «Documenti falsificati, il rapporto fu consensuale»

Il team legale di Ronaldo passa al contrattacco: «L’accordo con Kathryn non è un’ammissione di colpevolezza, e fu firmato anche per le pressioni del Real».

Ronaldo, ecco la difesa: «Documenti falsificati, il rapporto fu consensuale»

La dichiarazione pubblica del nuovo avvocato

Doveva succedere, e infatti è successo: Cristiano Ronaldo ha fatto partire il suo contrattacco per il caso-Mayorga. La star portoghese ha fatto rilasciare una dichiarazione pubblica al suo nuovo avvocato, che a sorpresa non è David Chesnoff, bensì Peter S. Christiansen, un legale di Las Vegas.

La linea difensiva di Ronaldo, questa mattina, occupa una pagina dei principali quotidiani. E si basa sulla negazione totale delle accuse: «Ronaldo respinge in modo veemente la versione di Kathryn Mayorga, come fa dal 2009. Secondo lui, il rapporto è stato consensuale. I documenti che contengono dichiarazioni di Ronaldo e sono stati riportati dai media sono complete falsificazioni. Significative porzioni dei documenti hackerati sono stati alterati e/o completamente fabbricati».

Questionario manipolato

Il riferimento dell’avvocato Christiansen riguarda il questionario diventato di dominio pubblico negli ultimi giorni, in cui Ronaldo ammetterebbe i rifiuti ricevuti da Kathryn durante il loro incontro. Il legale parla di «campagna diffamatoria» e spiega che la decisione di versare i soldi dell’accordo extra-giudiziale firmato nel 2010 (375mila dollari) era da ricondurre alla volontà di Ronaldo di salvaguardar la propria immagine. L’interpretazione della Gazzetta dello Sport: «L’avvocato ha precisato che il pagamento non è da considerare una ammissione di colpa».

La Gazzetta aggiunge a questo quadro la notizia di ieri del Correiro de Manha sulle pressioni fatte a Cristiano dal suo club di allora, il Real Madrid. Anche questa indiscrezione farebbe parte della linea difensiva del fuoriclasse portoghese. Che, però, spinge forte anche su un altro punto: Ronaldo e Kathryn, dopo il rapporto sessuale, sarebbero tornati al “Rain”, la discoteca in cui si sono conosciuti, per divertirsi “per qualche altra ora”. Un particolare che pare molto strano e ovviamente cambierebbe tutto. Il contrasto con la versione di Kathryn Mayorga è evidente: la ragazza ha detto di aver lasciato hotel e discoteca dopo l’incontro con Cristiano».

ilnapolista © riproduzione riservata