La Stampa: “Partita non da Juve, sconclusionato anche Allegri che ha sbagliato i cambi”

Gigi Garanzini: «La sua manina felice nel pescare i cambi, stavolta non si è vista. Perché Bernardeschi dopo Douglas Costa e Dybala?»

La Stampa: “Partita non da Juve, sconclusionato anche Allegri che ha sbagliato i cambi”
Photo Matteo Ciambelli

“Sembrava una passeggiata”

Gigi Garanzini, su La Stampa, non è stato tenero con la Juventus né con Allegri.

“È evidente – ha esordito – che prima o poi doveva succedere. Ma non è da Juve lasciare per strada due punti così. Non è da Juve, in particolare, un secondo tempo tanto sconclusionato, in campo e in panchina. Dopo aver mancato di chiudere, nel primo, una partita che aveva davvero l’aria della passeggiata”.

Garanzini ha ripreso le parole dell’allenatore bianconero sulla testa a Old Trafford dopo dieci minuti della ripresa. Però, aggiunge: “Strano è non aver fiutato il pericolo, che una Juve normale annusa di lontano, quando Piatek ha dato due segnali ravvicinati di risveglio”.

“Perché Bernardeschi al posto di Mandzukic?”

E a proposito di stranezze, include anche le sostituzioni di Allegri:

“Da lì alla fine, a proposito di stranezze, non è da escludere che anche Allegri sia un po’ andato insieme. La sua manina felice nel pescare i cambi ideali è diventata ormai proverbiale: stavolta, con Douglas Costa già subentrato e fuori fase, Dybala ci poteva ancora stare, prima di vederlo all’opera. Ma l’aggiunta di Bernardeschi è sembrata troppo: al posto di Marione poi, che in questo periodo un po’ si trascina ma in un assalto finale con quei cross che fischiava- no è l’unico che proprio non può mancare”.

ilnapolista © riproduzione riservata