L’Equipe: sospetto di combine per Psg-Stella Rossa 6-1

Secondo un informatore «molto autorevole», un dirigente della Stella Rossa avrebbe scommesso cinque milioni di euro su una sconfitta della sua squadra con cinque gol di scarto.

L’Equipe: sospetto di combine per Psg-Stella Rossa 6-1

In apertura

In questo momento, la notizia d’apertura de L’Equipe online interessa molto anche il Napoli. Secondo quanto riportato dal quotidiano francese, ci sarebbero dei sospetti di combine per Psg-Stella Rossa 6-1, match del secondo turno del Gruppo A di Chmpions League. Ovviamente, si tratta dello stesso girone della squadra di Ancelotti.

Secondo una «fonte autorevole», il procuratore finanziario nazionale e i vertici dell’Uefa sarebbero stati allertati su una scommessa da cinque milioni di euro sulla vittoria del Psg. Niente di strano, se non fosse che la puntata pare sia stata fatta da un dirigente del club serbo. E che sia stata una giocata precisa, su una sconfitta della Stella Rossa con cinque gol di scarto. Il guadagno potenziale sarebbe di molte decine di milioni di euro. Per assicurarsi che tutto andasse nella giusta direzione, questo dirigente avrebbe coinvolto anche alcuni calciatori della squadra.

Il ruolo del Psg

Secondo L’Equipe, l’informatore anonimo di cui sopra aveva allertato le autorità francesi e l’Uefa di un incontro segreto tra questo corruttore e il presidente del Psg  Nasser Al-Khelaïfi, il giorno prima della partita. I due si sarebbero incontrati in un palazzo parigino, anche se poi questo meeting non si è verificato. Il giorno dopo, però, il 6-1 finale ha fatto drizzare le antenne alla polizia e all’Uefa. Tanto che gli investigatori hanno assunto un esperto non meglio identificato che ha seguito la partita e ha alimentato dei sospetti su una possibile passività di alcuni giocatori serbi.

Le indagini sono proseguite dopo il fischio finale. Secondo le informazioni arrivate alla procura e all’Uefa, dei misteriosi scommettitori avrebbero dovuto consegnare il denaro della vincita al dirigente della Stella Rossa dopo la partita. Gli investigatori non sono riusciti a intercettare questo presunto scambio di denaro, ma intanto non sono arrivate conferme dalle agenzie di betting, che non hanno riscontrato scommesse sospette sul match del Parco dei Principi. Su questo punto, L’Equipe scrive in maniera chiara: «Se sono state puntate somme eccessivamente alte, sono state collocate su operatori clandestini».

Le smentite

Sono subito fioccate le smentite. La Stella Rossa, attraverso il suo presidente onorario  Dragan Dzajic, ha respinto tutte le insinuazioni; anche il Psg ha inviato un comunicato direttamente a L’Equipe, il club parigino si dice «stupefatto e indignato» di queste accuse. Al termine del pezzo, il giornale spiega come si tratti solo di sospetti, non ci sono ancora prove tangibili in merito alla combine. In ogni caso, «tutte le ipotesi restano aperte, dall’accomodamento del risultato fino alla denuncia diffamatoria per nuocere alla reputazione della Stella Rossa».

ilnapolista © riproduzione riservata