Milojević: «Il Napoli non ha punti deboli, ma noi non vogliamo essere delle comparse»

Il tecnico della Stella Rossa Vladan Milojević in conferenza stampa: « Rispetto per tutti, paura di nessuno. Vogliamo un buon risultato».

Milojević: «Il Napoli non ha punti deboli, ma noi non vogliamo essere delle comparse»

In conferenza stampa

Il tecnico della Stella Rossa Vladan Milojević presenta il match contro il Napoli in conferenza stampa: «Ci siamo, è arrivato il momento che aspettavamo. Non vediamo l’ora di giocare. È difficile spiegare cosa significa per noi. Vogliamo ripetere questo percorso anche nelle prossime stagioni, il girone è difficile, le gare saranno dure ma sarà uno spettacolo. Rispetto per tutti, paura di nessuno. Vogliamo un buon risultato e non fare la comparsa».

«Il nostro obiettivo – prosegue Milojevic – era arrivare a giocare certe partite. Tanti calciatori sono rimasti, hanno dimostrato amore per questa squadra e questa maglia nonostante le richieste arrivate sul mercato. Non abbiamo paura di nessun avversario, rispettiamo la squadra di Ancelotti, parliamo di un gigante europeo, ma vogliamo combattere su ogni pallone, in ogni partita. Il Napoli non ha punti deboli, ma noi ci siamo preparati bene, sappiamo come affrontare la partita. Ben? Sta recuperando dal punto di vista fisico».

Sulla pressione dell’esordio in Champions: «Per molti nostri giocatori è la prima partita a questo livello, noi siamo cresciuti molto e cercheremo di fare un buon risultato. La pressione c’è, ma ci aiuta a fare meglio. Dobbiamo divertirci, la partita sarà uno spettacolo, dimostreremo a tutti che Belgrado e la Serbia sono dei luoghi incantevoli».

Le parole di Krsticic

Anche Nenad Krsticic, centrocampista della Stella Rossa ed ex della Sampdoria, è intervenuto in conferenza stampa: «Ci saranno le leggende della Stella Rossa in tribuna, per noi è un motivo d’orgoglio. Vogliamo scrivere la storia di questo club. Sarà entusiasmante affrontare il Napoli, giocare di fronte a 52mila persone. Ho giocato contro il Napoli ed ho trovato uno stadio caldissimo, pensavo fosse il più caldo fino a quando non sono arrivato qui».

L’atteggiamento tattico del Napoli: «Parliamo di una squadra che non ha punti deboli, io dovrò seguire Hamsik, è il calciatore più difficile da affrontare. Analizzeremo la squadra di Ancelotti per trarre vantaggio dai loro pochi problemi, vogliamo continuare a giocare in Europa».

 

ilnapolista © riproduzione riservata