Marelli spegne le polemiche su Juve-Bologna: «Pjanic da giallo, non ci sono rigori per i rossoblu»

La ricostruzione di Marelli: «Fallo imprudente, Pjanic non toglie la gamba dopo l’anticipo subito: giusto il provvedimento disciplinare del’arbitro».

Marelli spegne le polemiche su Juve-Bologna: «Pjanic da giallo, non ci sono rigori per i rossoblu»

Moviola argomentata

Luca Marelli, ex arbitro di Serie A, spegne sul suo blog le polemiche post Juve-Bologna. Sui social sono circolate le immagini del fallo commesso da Pjanic ai danni di Kreicj, in molti hanno lamentato la mancata espulsione del centrocampista bosniaco. Marelli ha disinnescato ogni accusa spiegando la dinamica dell’episodio a titolo di regolamento.

Sopra, abbiamo visto il frame del fallo, questa la spiegazione della dinamica: «L’arbitro Mariani interrompe il gioco ed ammonisce Pjanic per fallo imprudente. È vero che, in queste prime giornate di campionato, si sono viste troppe scelte poco severe in occasione di contrasti pericolosi tra calciatori ma non esageriamo anche in questo senso. Che Pjanic, in alcune circostanze, esageri nell’affondare i tackle (come accaduto a Parma, gara nella quale avrebbe dovuto essere espulso per il fallo grave su Di Gaudio) è riconosciuto ma non tutti per tutti i contrasti devono essere ricercate cause che possano portare al cartellino rosso per poter gridare allo scandalo».

«Pjanic che cerca di contrastare il pallone a Krejci, nella seconda appare evidente che il centrocampista del Bologna riesca ad anticipare l’avversario. Pjanic commette una leggerezza: una volta anticipato non toglie il piede ma lo lascia a contatto con l’avversario. Il giallo è corretto (imprudenza), il rosso sarebbe stato decisamente eccessivo. Il Var, ovviamente, non interviene perché ormai c’è la certezza che non ci saranno review per episodi visti e valutati in campo».

Nella lista degli episodi analizzati, c’è anche quello del presunto rigore su Okwonwko, per fallo di Benatia. Anche in questo caso Marelli è categorico, e scrive che il penalty non era assolutamente da assegnare. In ogni caso, qui c’è il pezzo completo per chi volesse approfondire la lettura.

 

ilnapolista © riproduzione riservata