Toh, i media scoprono che il Napoli non è una schiappa

Le griglie sono un lontano ricordo, le scartine sono diventate prime donne, la panchina si è allargata. In attesa dei sediolini al San Paolo

Toh, i media scoprono che il Napoli non è una schiappa
Foto calcio Napoli

Chi è il numero uno, Higuain o Ronaldo?

Sono andati in cortocircuito. C’era da aspettarselo. Dopo settimane di esaltazione del più grande campione del mondo, Ronaldo, della inavvicinabile Juventus e bla bla bla, ora i media scoprono che poi il Napoli non è mica una schiappa.

E c’è di più. Passando da DAZN a Sky Sport, un commentatore di Milan-Atalanta dopo il bel goal del Pipita si è lasciato scappare: «Higuain, il più grande giocatore italiano». Due sono le cose: o il più grande è Ronaldo o lo è Higuain. Mettetevi d’accordo.

Le “scartine” sono diventate prime donne

Diceva un cinese del secolo scorso: “Grande è il disordine sotto il cielo”. È che, avendo tutti o quasi sbagliato le griglie di partenze si fa fatica a riconoscere i propri errori. La lettura dei giornali sportivi di stamani concilia una piacevole ebrezza. Il solo fatto che abbiano scoperto che esiste il Napoli di Carlo Ancelotti fa piacere. Ci inebria. Conferma che, al di là di come andrà a finire, il Napoli combatterà, giocherà, si divertirà. E farà divertire. È già un miracolo che nello spogliatoio anche le “scartine” sono diventate prime donne. Sarà il merito di mister Carletto, ma un Napoli con una panchina giusta, né stretta né larga ci fa piacere. Aspettiamo solo i nuovi sediolini e i wc del San Paolo. Sindaco de Magistris permettendo.

ilnapolista © riproduzione riservata