Salvati i primi sei giovani calciatori dalla grotta in Thailandia, continuano le operazioni subacquee

Primi risulati positivi per le operazioni di salvataggio, tre dei giovani usciti dalla grotta sono stati portati in ospedale.

Salvati i primi sei giovani calciatori dalla grotta in Thailandia, continuano le operazioni subacquee

Un’incredibile operazione di salvataggio

Sono iniziate le operazioni di salvataggio per i tredici giovani calciatori rimasti bloccati in una grotta thailandese dallo scorso 23 giugno. Si tratta di ragazzini tra gli 11 e i 16 anni, accompagnati dall’allenatore 25enne. Si erano avventurati in una grotta interdetta in questo periodo a causa dei monsoni, e sono rimasti intrappolati dopo l’inizio di una pioggia torrenziale. Dati per dispersi dopo gli allagamenti, sono stati ritrovati vivi sei giorni fa. Solo che si trovano in un punto difficilmente raggiungibile, circa 4.5 chilometri dall’uscita dove si sono installati i mezzi per i soccorsi. Ovviamente, si tratta di stretti cunicoli che potrebbero riallagarsi nuovamente, e che in alcuni punti si possono attraversare solo in apnea, e nuotando. Un soccorritore locale, Saman Gunan, è morto cercando di portare soccorsi ai calciatori in difficoltà.

Ora, però, sembrano esserci buone notizie. Come riporta La Repubblica, sei dei 13 ragazzi sono stati portati in salvo. Di questi, tre sono stati portati all’ospedale più vicino. Gli altri tre sono riusciti ad uscire dalla grotta dopo essere passati per la cosiddetta “camera tre”, il campo base dei soccorritori sotto terra. Tanti sommozzatori thailandesi e stranieri saranno impegnati ancora per giorni nelle operazioni di salvataggio, che durano in media 11 ore per ogni bambino. In alcuni punti, infatti, la visibilità è nulla e quindi occorrono due sub professionisti per accompagnare un solo ragazzo. I ragazzi hanno potuto comunicare con l’esterno tramite alcune lettere, l’allenatore si è scusato per aver organizzato l’escursione. Anche in occasione di altre trasferte avevano visitato alcuni luoghi della zona, ma era andata decisamente meglio. Ora si aspetta che il salvataggio possa essere concluso con successo, sarebbe un risultato incredibile dopo il pessimismo dei primissimi giorni.

ilnapolista © riproduzione riservata