Leonardo: «Difficile fare grandi colpi, non ho sentito Conte. Bonucci vuole la Juventus»

Leonardo presentato in conferenza stampa come nuovo direttore dell’area tecnica del Milan: «Bonucci? Non è detto che vada, non è detto che restu»

Leonardo: «Difficile fare grandi colpi, non ho sentito Conte. Bonucci vuole la Juventus»

LeonaLa conferenza stampa

Dopo la nomina di ieri come nuovo direttore dell’area tecnica del Milan, Leonardo è stato presentato oggi alla stampa in conferenza. Le sue dichiarazioni più significative: «In questa prima finestra di mercato non penso che sarà possibile fare un grande investimento. I prezzi del mercato non ci aiutano in questo senso. Il calcio è cambiato. I conti, il Fair Play Finanziario, esistono. Il calcio che genera più soldi è quello inglese. Però ciò tiene tutto in piedi, sono i sentimenti, i legami, la storia, la tradizione. Il Milan ha avuto giocatori, dirigenti e persone più importanti di me».

Bonucci-Juventus: «Non ho incontrato solo i bianconeri. Leonardo ha espresso un desiderio, cercheremo di accontentarlo. Altrimenti, vedremo, deve essere interessante per tutti. Il tutto da un’idea di Bonucci, da un’idea tranquilla, che ha esposto come sua. Lui è stato il simbolo dell’ultimo calciomercato, vedremo che fare in grande sintonia: non è detto che vada, non è detto che resti».

Il passaggio all’Inter da allenatore: «Capisco le mie scelte, capisco le reazioni. E le rispetto. Se entrano in discussione i sentimenti, è perché ci sono stati. Comunque c’è rispetto, quando è successo il mio passaggio all’Inter già avevo vissuto certe sensazioni».

Leonardo su Gattuso-Conte: «Il mio punto di vista è condiviso dalla società. Gattuso è stato il primo ad essere confermato da Elliott nel comunicato. Sento parlare di Conte, ma è normale, siamo in mezzo al mercato e c’è un grande allenatore libero. Con Conte nessuno ha mai parlato, c’è Gattuso che è cresciuto molto e andiamo avanti con lui».

Reina-Chelsea-Donnarumma: «Nessuna offerta per Pepe, secondo noi è una coppia di portieri ben assortita. Se arriveranno proposte, vedremo».

ilnapolista © riproduzione riservata