Stadio San Paolo, settori chiusi per i sediolini nuovi. Il Napoli attende per gli abbonamenti

Il Mattino fa il punto sullo scontro: Il Comune: «La gara sarà assegnata il mese prossimo». Il Napoli non può lanciare la campagna abbonamenti

Stadio San Paolo, settori chiusi per i sediolini nuovi. Il Napoli attende per gli abbonamenti

Prosegue lo scontro

Il Mattino fa il punto della situazione sull’annosa battaglia tra Comune e Calcio Napoli per lo stadio San Paolo. La società fa sapere che se l’Amministrazione li avesse avvisati dell’evento, avrebbero preso qualche precauzione in più per il manto erboso. Il Comune risponde con l’assessore Ciro Borriello e risponde così: «Il presidente De Laurentiis deve farsene una ragione: fino a quando non ci sarà un uso esclusivo da parte suo dello stadio, i concerti si faranno».

E poi c’è la grana sediolini. Che andrebbero sostituiti, sul Napoli pende il rischio di inagibilità da parte dell’Uefa. L’assessore Borriello minimizza, sostiene che arriverà una deroga dell’Uefa, almeno fino a gennaio.

“La gara verrà assegnata il mese prossimo”

Borriello: «La gara per i sediolini verrà assegnata il mese prossimo ed è arrivata la copertura finanziaria. Abbiamo superato anche i problemi con la Regione. Ci sono imprese capaci di dimezzare i tempi per l’installazione dei sediolini, oggi previsti in 90 giorni lavorando su 4 turni. Vediamo chi si aggiudica la gara. Non vogliamo creare disagi ai tifosi». La capienza si ridurrà a 55mila spettatori.

Il Napoli per ora ha inserito anche Palermo come possibile sede per le partite di Champions. E fa sapere che al momento non c’è un cronoprogramma dei lavori. Il Napoli – scrive Il Mattino – non avrebbe ricevuto rassicurazioni né sui fondi né sui tempi dei lavori. Tanto che non può ancora lanciare la campagna abbonamenti perché non sa quali settori dello stadio saranno chiusi e per quanto tempo.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Credo che Borriello sia il più rivoluzionario di tutti della mitica giunta della rivoluzione arancione..quando apre bocca è sempre per un “i lavori partiranno il …”, ancora mai sentito che hanno compiuto qualcosa.

    Come i seggiolini azzurri. O la raccolta differenziata al 70% di Gigino ‘a bandana.

    • Vivo all’estero e non ho maniera di giudicare l’operato della giunta. Detto questo, Borriello mi sembra un genio. Riesce sempre a fare cacchiate… Anche statisticamente na cosa buona la dovra’ pur fare nella vita, aspettiamo fiduciosi e speriamo che questa sia la volta buona.

      • Vivo anch’io all’estero, in Germania come suggerisce il nickname, e torno ogni volta sempre più deluso, è sempre una coltellata al cuore vedere che nulla cambia, una cosa stupenda in mano ad una giunta di incompetenti, un declino da dopo Bassolino, ero inizialmente entusiasta della Iervolino così come per Gigino, già con le promesse di migliorare trasporti, Bike Sharing e differenziata sembrava avere idee chiare. Manco una promessa mantenuta.

  2. Giulio Ceraldi 10 giugno 2018, 11:58

    Capirai. Gli abbonamenti…
    Se non sbaglio lo scorso anno non abbiamo nemmeno raggiunto i diecimila abbonati. Nonostante i risultati della squadra. Quest’anno, con questa storia dei lavori, ho l’impressione che non arriveremo nemmeno a cinquemila.

  3. Mario Fabrizio Guerci 10 giugno 2018, 11:17

    Già,la campagna abbonamenti.Si starà strappando barba e capelli…?

  4. lanciare la campagna abbonamenti ? ma perchè qualcuno a napoli ancora si abbona ?

  5. Enzo Esposito 10 giugno 2018, 9:52

    Basterebbe rompere gli indugi e costruire il proprio stadio. Ma con la bocca si…mangiano i maccheroni!
    Nota a parte sul Comune: cosa si è disposti a fare pur di aver popolarità ed essere intervistati dalle radio e dal Mattino…

  6. Io,spero che le Universiadi saltino……sai che figura e mmmmmmm😂

  7. che tarantella infinita!!!!ma perché non si fa lo stadio de Laurentis!!!!!… forse perché chiacchiere e tabacchiere e legn o banc e napule non impegna!!!!!!!

Comments are closed.