Fin qui, manca Ancelotti nel calciomercato del Napoli

Non per forza nomi altisonanti, anche giovani già riconosciuti a livello di internazionale come Pulisic. Il Napoli sa muoversi sotto traccia

Fin qui, manca Ancelotti nel calciomercato del Napoli

Crediamo che ci sia dell’altro

Dieci giorni di calciomercato – ufficioso, perché quello ufficiale apre il primo luglio – e secondo noi la strategia del Napoli non è stata ancora individuata né quindi raccontata. Sì, già un centinaio di nomi si sono alternati tra siti, giornali, trasmissioni. Ora, con la cosiddetta globalizzazione dell’informazione, assistiamo anche al fenomeno delle notizie che dall’Italia rimbalzano in altri Paesi e viceversa. Nel tritacarne passa di tutto, a un certo punto è apparso persino Cristiano Ronaldo, quindi figuriamoci.

Noi però crediamo che ci sia anche dell’altro. I nomi fin qui apparsi e associati al Napoli, sono nomi che hanno più o meno sempre gravitato attorno al Napoli. Dai portiere Leno e Rui Patricio, a Simone Verdi che dovrebbe essere il primo acquisto ufficiale, tutti i centrocampisti che sono stati segnalati per il post-Jorginho.

Carletto è il made in Italy da esportazione

Qualcosa ci dice, potrebbe anche essere una vana speranza, che ci sia dell’altro. Non Cristiano Ronaldo, ovviamente. Però calciatori che, pur rispettando i paletti imposti al Napoli dalle esigenze di bilancio, diano il senso dell’arrivo di Ancelotti a Napoli. Un allenatore che, lo stiamo vedendo in questi giorni, è una vera e propria star internazionale. Senza voler enfatizzare, ma è certamente un testimonial del made in Italy da esportazione.

Lunedì dovrebbe essere ufficializzato Simone Verdi. Abbiamo espresso i nostri dubbi, soprattutto in relazione ai 25 milioni, ma riconosciamo che parliamo di un talento e che potrebbe essere l’ennesimo gran bel calciatore dimenticato nella provincia italiana. Come fu per Zola scovato alla Torres da Luciano Moggi. Verdi però non ha pedigree internazionale. Già è diverso il discorso per il terzino destro del Salisburgo, Lainer, che ha giocato un’ottima stagione in Europa League, ha 25 anni, e tra l’altro sarebbe acquistato a un prezzo irrisorio: 10 milioni. 

Pulisic

Il Napoli ci ha abituati a chiudere operazioni in gran segreto. Come del resto è stata quella di Ancelotti il cui nome accostato a Napoli inizialmente provocò soltanto ilarità. Operazione anticipata solo da Oracolo Rossonero (e successivamente da Carlo Alvino). E proprio Oracolo Rossonero ha fatto un nome che darebbe la misura della nuova dimensione del Napoli: Pulisic, ventenne americano di origini croate, che da tre stagioni gioca nel Borussia Dortmund. Può fare il trequartista o l’esterno, vanta già ventuno presenze in Nazionale, il Guardian lo inserì tra i migliori 50 calciatori nati nel 1988. Ecco, ci saremmo aspettati lui al posto di Verdi. E se non Pulisic, comunque dal Napoli di Ancelotti ci aspettiamo un paio di colpo fuori categoria. Non per forza campionissimi, ma anche giovani che sembrano predestinati e che hanno già esperienza internazionale.

Pulisic

I due profili

È uno dei valori aggiunti che Ancelotti deve portare a Napoli: giovani che sono molto più di una scommessa, oppure calciatori esperti che possano garantire quel salto di qualità a livello di personalità. Perché se l’obiettivo è crescere in Europa (e lo è, anche per sacrosante ragioni di business), bisogna anche attrezzarsi per farlo. E qui torniamo a quattro anni fa, quando Benitez e Higuain si spesero in prima persona per convincere Khedira a vestire la maglia azzurra. E poi sappiamo come andò a finire.

Crediamo quindi che i nomi attualmente in circolazione possano essere anche depistaggi messi in atto da intermediari, agenti, forse dallo stesso Napoli. Il nostro augurio è che almeno un paio di colpi possano riflettere l’immagine di Ancelotti un allenatore che ha decisamente spiazzato il calcio italiano, e non solo, accettando di venire ad allenare qui. Ovviamente senza dimenticare che la base di partenza del Napoli è una signora base. Una squadra robusta, con talenti invidiati in tutta Europa, che però potrebbe essere ulteriormente migliorata con pochi colpi mirati. C’è da aspettare anche il mercato in uscita. Jorginho, forse Hamsik, bisogna capire il futuro di Callejon e magari anche quello di Hysaj se e solo se Sarri dovesse finire al Chelsea. Colpi da cui il Napoli deve trarre il miglior beneficio possibile, perché gli altri club a noi la beneficenza non la fanno né tanto meno ci esprimono gratitudine. Com’è logico che sia.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Domenico Spinella 9 giugno 2018, 22:52

    Il ridicolo Salisburgo è comunque arrivato in semifinale di Europa League

  2. Achille Cirillo 9 giugno 2018, 19:48

    Mamma mia il mercato non è neppure cominciato (quando ci sono mondiali ed europei è anche più lento), e leggo commenti allucinanti, gente che ha già deciso che Ancelotti è l’ultimo dei cretini che è venuto a svernare e prendere solo soldi, sperando che fallisca così da gonfiare il petto e dire io l’avebo detto. Leggo di un Napoli immobile e in confusione sul mercato, quando ci sono due mesi di tempo per la campagna acquisti, e infine leggo di una rosa del Napoli a dir poco scarsa che per miracolo si è piazzata seconda, miracolo che peraltro pare siano riusciti anche in passato… Questo ADL è proprio fortunato, dovrebbe giocare al Superenalotto…è proprio vero alcuno tifoso meritan di guardare un bel Napoli Sora o una avvincente trasferta ad Acireale. Io quelle partite le ricordo bene (a Sora ci sono andato per davvero) e il Napoli degli ultimi anni lo sognavo ad occhi aperti…

    • Matteo De Matteis 10 giugno 2018, 3:44

      Ci meritiamo i Corbelli e i Naldi

    • Aggiungerei al tuo commento che … Tutta questa acrimonia è dovuta a qualche biglietto e a qualche panino che pseudo tifosi ora devono comprare di tasca loro …. poveracci

  3. Interessante per me era vedere se un “social” prima o poi riusciva a farsi una domanda “da solo”.
    Senza ripetere come un pappagallo qualunque cosa gli dicano.
    Ad esempio una facile facile: con Ancelotti che bisogno c’è di vendere Jorginho o Hjsay ecc.. e molto probabilmente Koulibaly?
    Non gli andavano forse bene ad Ancelotti?
    E allora perché li vendono?
    Ma neanche questa (facile facile) è riuscito far zampillare dalla sua zucca il social in circa un mese ormai.

  4. Ancelotti è un signor valore aggiunto.
    Soprattutto permette di vendere quello che ha creato Sarri coi babbioni sempre contenti, altrimenti avrebbero fatto la rivoluzione.

  5. Ma dico io perché continuate a scrivere sciocchezzuoke…..eppure il presidente è stato chiaro.
    Compreremo uno o due portieri, un terzino destro, un centrocampista e un esterno d attacco.
    L esterno l abbiamo preso, il terzino quasi quindi manca poco.

  6. Pacojonathan 9 giugno 2018, 18:12

    Io penso che la società calcio napoli abbia una conduzione stile “salumeria”: zero programmazione, zero organizzazione… ma le va bene, in quanto tra i suoi tifosi, si contano migliaia di ingenui e boccaloni (uso tali termini per non essere bannato, ma meriterebbero altro) che parlano all’aria e sognano ad occhi aperti (esattamente quello che vuole per noi il romano adl), casomai aspettano giocatori dal barcellona (dopo il mondiale, per averli gratis!!!!), osannano il chiattone romagnolo da perfetti incompetenti e denigrano l’unico allenatore al mondo (Sarri ovviamente) che con la rosa che mette a disposizione il pifferaio romano, avrebbe portato (come dimostrato nei fatti) la squadra in champion… ps. “Speriamo che Sarri non trovi squadre, avremo l’allenatore per sostituire ancelotti, quando a gennaio voleranno gli stracci” ah ah ah

    • White Shark is still here 9 giugno 2018, 19:46

      Guarda, anche se mi auguro che sia io che te possiamo sbagliarci, trovo la tua idea del subentro a campionato in corso suggestiva, ma al tempo stesso inapplicabile. Non tanto per i vincoli contrattuali che obbligherebbero un Sarri “bloccato” a sottostare a detti vincoli, quanto per il fatto che in quel caso si che volerebbero gli stracci. Sarri non credo sia un Ballardini o un Guidolin di turno che si fa manovrare a bacchetta dallo Zamparini o Preziosi del caso.
      PS. Voglio proprio vedere quanti articoli potranno sfornare i Napolisti dopo le soporifere conferenze stampa di Carletto 😀.

    • Ma allora – parlando solo di quelle squadre che hanno sofferto in serie B o C come noi – che tipo di conduzione hanno toro Samp Genoa fiorentina? Tabaccheria? Panetteria? Gelateria? Comunque su Sarri la penso come te. E anche sulle perplessità su Ancelotti.

    • Nicola Lo Conte 11 giugno 2018, 16:22

      Questa generale idiosincrasia per i ‘chiattoni’, come già avvenne con Benitez, sarebbe da studiare, sul serio. Ma che v’hanno fatto di male?

      • O sei chiattone pure tu… scherzo… è che dopo la terza partita il montato spagnolo mi stava già sul cxxxx, ed invece per quanto riguarda ancelotti non riesco a mandare giù che siamo passati dalla poesia di Sarri (e non mi si dica che con la poesia non si vince, perchè quella era l’unica strada per “provare” a vincere…) allo squallore (una mia previsione, per la quale spero di sbagliarmi, ma sono pronto a scommeterci) dell’ (appunto) chiattone emiliano

  7. Tutto quello che volete, ma se il Napoli non vuole perdere punti all’inizio deve dare ad Ancelotti una squadra fatta ad inizio ritiro. Se facciamo i soliti strazi con arrivi e partenze all’ultimo minuto pagheremo questa cosa. La Roma sta procedendo spedita sul mercato e temo quest’anno ci sorpasserà di nuovo, considerando che secondo me Di Francesco non ha ancora espresso il suo potenziale come allenatore. Inoltre Spalletti è al suo secondo anno, e ben ricordiamo come con la Roma ci ha resistito in un girone di ritorno da record. A volte ho come la sensazione che nello statuto del Napoli, tra gli obiettivi aziendali, non figuri il perseguimento della vittoria di trofei.

    Verdi è un potenziale fuoriclasse ed una scommessa. Io ad istinto credo che la scommessa sarà vinta. A me ricorda un po’ Lavezzi, anche se in un ruolo diverso, uno che parte palla al piede e se ne trascina appresso 2 o 3. Francamente non capisco questo rigurgito di scetticismo. Non dimentichiamo che il poverino giocava nel Bologna che non è esattamente il Brasile, quindi secondo me ancora non abbiamo visto molto del suo potenziale.

    Però….però…Ancelotti va aiutato. In fretta. De Laurentiis sta aspettando che l’allenatore si porti in ritiro tutti (i vari Machach, Ciciretti, Ounas…) e che faccia scarto e tengo. Il problema è che per fare questo passerà tutto il ritiro, ed anche oltre, considerando che scarti 4-5 giocatori e ne devi prendere almeno 2-3. Quando? Come?

    • White Shark is still here 9 giugno 2018, 20:04

      Appunto perché a 25/26 anni, un potenziale fuoriclasse (come lo definisci), gioca nel Bologna qualche perplessità la suscita, non trovi? Poi, le vie del Signore sono infinite e troviamo il nuovo Bale.

      • Beh si, questa è la componente “scommessa”, ed è sicuramente la ragione per cui non costa 60 milioni. Però a mio avviso non è neanche una ragione per essere perplessi. Diciamo che ci sono delle incognite. Di sicuro ha talento e non sottovaluterei la questione doppio piede, che è una dote parecchio rara.

    • dino ricciardi 10 giugno 2018, 0:54

      Verdi è un bel giocatorino che ci sta benissimo in questo Napoli.
      Questo è il livello dei giocatori che dobbiamo comprare.
      Ne prospetti del campionato francese o 25 enni di quello austriaco che si sono fatti notare solo per poche partite in Europa league contro squadre modeste.
      Nessuno pretende i Benzema o i Vidal ma giocatori giovani ma forti e non semplice scommesse.
      Questi acquisti lasciamoli all’Udinese.

      • perfettamente d’accordo

      • Prospetti del campionato francese tipo koulibaly?

        • dino ricciardi 10 giugno 2018, 17:16

          quanto anni hai aspettato che diventasse Koulibaly?
          Tu sei uno di quelli che 4 posto e quarti di champions ..io preferisco lottare per qualcosa ,dei piazzamenti non me frega un caxxo.

          • a) Koulibaly era Koulibaly già dal primo anno di Sarri
            b) In cosa ciò ti differenzia dallo juventino medio?

          • dino ricciardi 10 giugno 2018, 21:24

            Ma che ragionamenti sono?Cosa centrano i Juventini?
            Io da tifoso voglio concorrere per vincere poi se non ci riesci amen.
            Da un po di giorni portate avanti la tesi che è meglio piu piazzamenti che non lottare per lo scudetto .
            Bene,ricordati che se Carletto,e spero di no,si prende 15 punti dalla Juve e passa qualche turno di Champions non avrà fatto meglio di Sarri.
            State mettendo le mani avanti per non cadere.
            A te se interessano i piazzamenti puoi sempre cambiare sport e giocare ai cavalli.

          • Non hai capito: per puntare a vincere dobbiamo aumentare i ricavi, il Napoli deve puntare sempre sulle coppe per i prossimi anni e sperare che gli vada più bene che male rispetto al passato. Solo così potrai competere con gli altri top club, marchio sempre in tv a livello internazionale che acquista valore e ricavi champions. Se speri che nel campionato italiano ti fanno vincere con il potere tutto da una parte ti illudi. Non è che nel 2018/2019 si azzera quello che è successo nel campionato 2017/2018 nel campionato 2015/2016 e così all’indietro ad libitum. Io continuo a seguire il Napoli solo perché sono curioso di Ancelotti, ma se dovessimo stare a quello successo quest’anno è più la voglia di lasciar perdere.

            Riguardo ai piazzamenti, io tifo il Napoli, squadra della mia città e sono orgoglioso di quello che sta facendo,soprattutto parametrandosi alla sua storia non ricca di vittorie e i vicissitudini societarie da dimenticare. Se vince sono contento se non vince mi incavolo, ma non diventa un fallimento. Il tifoso come dici tu è il tifoso medio della juve, se vince è contento altrimenti fa tutto schifo, de laurentiis pappone, tizio e caio nun so buon, ancelotti è nu chiattone etc. etc. questo modo di fare che vorrebbe essere popolare non vi distingue dagli juventini dai quali tanto siete ossessionati. Tu ora vuoi i campioni, pure se il Napoli non se li può permettere quando abbiamo fatto grandi cose con Hamsik, Lavezzi, Cavani, Callejon, Jorginho, Allan, Koulibaly che non erano nessuno.

          • dino ricciardi 12 giugno 2018, 7:50

            Non voglio i campioni,non sono cosi stupido da non capire fin dove possiamo alzare l’asticella anche a costo di sacrificare qualche giocatore importante.
            Ma poi non vorrei prospetti ma giocatori giovani e forti ,tipo Verdi, per avere una rosa omogenea per poter competere in Italia ed in Europa.
            Il buon Carletto miracoli non ne fa se non gli dai giocatori di buon livello,se permetti una cosa è Verdi un altra è Ounas o Machach.
            Continuo a credere che passare il messaggio che dei piazzamenti in Italia ed in Europa siano meglio che lottare per lo scudetto sia sbagliato.

          • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 12:25

            Dino ,ma allora ti sei fissato con Ounas e Machach?La juve ha un centinaio di calciatori,gli Orsolini, i Favilli,i Cerri e tanti altri che non sono campioni.La lazio rovista nei bidoni della spazzatura e ogni tanto tira fuori delle perle:Luis Alberto aveva fallito nel Liverpool e con loro è stato sei mesi senza giocare.Poi si è rivelato un buon giocatore.Perchè sei così intransigente con i nostri?Può darsi che sia delle pippe assolute,ma vogliamo dargli il tempo necessario per capirlo?

          • dino ricciardi 12 giugno 2018, 16:47

            Raffaele,Non sono intransigente,cresceranno e diventeranno buoni giocatori ma devono fare un percorso diverso mandandoli in prestito.
            La rosa deve essere omogenea,se il titolare vale 100 la riserva deve valere almeno 80 non 40……Ounas e Machach non potevano essere le riserve di Callejon o Hamsik.

          • Ma chi sono sti giocatori giovani e forti? Per averli devi prenderli prima che diventino famosi, devono diventare famosi da te. Che poi il Napoli possa fare qualche operazione intelligente con qualche giocatore di nome tipo Dembele, me lo auguro anche io, ma non è facile e ne puoi fare una/due ogni paio di anni. Prendi sto ruiz, ma alla fine chi lo conosce? Qualcuno che si vede tutte le partite comprese quelle del betis (alzi la mano chi vede il betis abitualmente) o gli addetti ai lavori. Under chi lo conosceva? Eppure era la seconda scelta della Roma, la prima scelta era Ounas.

    • Chissenfrega del campionato. Dobbiamo andare almeno in semifinale di champions facendo qualche vittoria clamorosa. Campionato è una buffonata.

      • giancarlo percuoco 10 giugno 2018, 14:23

        azz almeno in semifinale!!!!!!!!

        • Sì giocando al 120% in champions. Si può fare con un po’ di fortuna e qualche sorteggio buono.

          • giancarlo percuoco 10 giugno 2018, 21:56

            ah, ecco, con po (!) di fortuna e un buon sorteggio (!!).

          • Certo il campionato italiano è morto, che vuoi vincere?

          • giancarlo percuoco 11 giugno 2018, 13:19

            la coppa marziana

          • Te lo hanno detto che non ridono neanche i bambini?

          • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 12:28

            Cerca sempre di essere ingaggiato da “made in sud”. Ma non ci riesce mai,chissà perché…..

          • Nicola Lo Conte 11 giugno 2018, 16:31

            Dacci pure a noi, l’anno scorso agli ottavi, il Porto o il Bayer Leverkusen invece del Real Madrid e ai quarti ci arriviamo in carrozza, e poi una volta lì te la giochi. La Roma ha passato un girone difficilissimo e tanti complimenti, ma per lo sforzo, a febbraio stava con la lingua di fuori e agli ottavi con lo Shakhtar (la stessa squadra che al San Paolo a novembre noi avevamo preso letteralmente e veramente a SCHIAFFONI) ha sofferto da morire, avesse trovato qualsiasi altro avversario sarebbe uscita. Psicologicamente, per la Champions i romanisti li ha aiutati, se ci si fa caso, proprio la vittoria di Napoli, che nello sviluppo della partita era stata comunque un po’ fortuita (rigiocala altre nove volte e per le palle gol che hai creato quella partita la vinci, altro che perderla). Quindi sì, per avanzare in Champions serve un sorteggio favorevole al momento giusto, e un po’ di fortuna in alcune componenti. E visto che per come stanno le cose competere per il campionato diventa comunque difficile, non è detto che non sia giusto pensare di provarci…

          • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 12:27

            Parole sante.

    • michele o pazzo 10 giugno 2018, 15:20

      Per me lo sopravvaluti un po’ verdi, spero di sbagliarmi che un altro Lavezzi me lo sogno di notte…

  8. Raffaele Sannino 9 giugno 2018, 14:39

    Il mercato vero inizierà con la fine della coppa del mondo.Come accade da sempre.Potrebbero arrivare offerte irrinunciabile che stravolgerebbero la squadra,mi riferisco ad una voce che circola in Spagna (a cui non credo);il Barcellona offrirebbe 40 milioni + Denis Suarez,Paco Alcacer e Andrè Gomes per Koulibaly.Avverandosi una prospettiva del genere,è evidente che il mercato prenderebbe una piega del tutto diversa.Con buona pace di Sarri,che non prevedeva rimpiazzi dal Barcellona in caso di cessione dei nostri.

    • giancarlo percuoco 9 giugno 2018, 19:11

      azz hai fonti fino a laggiù?!?

    • Vincenzo Barretta 9 giugno 2018, 19:59

      Smettila… ho visto sor Carletto. Jorginho è “infelice se resta”, hamsik vuole andare via. Hisaj pure. Non mi pare che fino ad ora si sia visto l’effetto Carlo. Nè in entrata, nè in uscita. Ma a voi pochi rimasti basta citare sarri in senso negativo e il dado è tratto. Già, dimenticavo. Meglio i quarti di Champions e essere 4i in campionato che puntare allo scudetto seriamente. Poi dai, ammettilo. Personalmente somo stato sempre un grande estimatore di Aurelio. Però certe volte diceva bene l’amico sopra. Questa sembra una salumeria. Il nostro ds non parla MAI. Credo che la sua voce non l’ho mai sentita. Smettetela. Che sarri ha fatto nu miracolo

      • Raffaele Sannino 10 giugno 2018, 1:11

        Ma io mica ti impedisco di venerarlo? Costruisci un altarino per lui e ,ogni tanto, accendigli qualche cero.

        • Vincenzo Barretta 11 giugno 2018, 9:10

          Va bene Raffaele… Io accendo il cero. Tu vai oltre le colonne di Giugliano… magari ti rendi conto che non tutti i napoletani sono uguali. Portati pure il direttore.

    • White Shark is still here 9 giugno 2018, 20:09

      Infatti di solito dopo il mondiale pure gli scarti diventano oro. Proprio il momento giusto per fare acquisti, non c’è dubbio. E poi, meno male che ti sei tutelato nel dire che la voce di cui parlavi non la ritieni credibile, altrimenti avrei dubitato dello stato di sobrietà.

      • giancarlo percuoco 10 giugno 2018, 14:20

        e se non è dopo il mondiale sarà a gennaio.

      • Raffaele Sannino 10 giugno 2018, 15:58

        Scorrendo i commenti,ti accorgerai che qualcuno ha problemi molto più grossi della sobrietà.Vaneggia,manco avesse la febbre a 40.

    • Ma se non credi a questa voce perché poi scrivi “con buona pace di Sarri ecc ecc”?

      • Raffaele Sannino 10 giugno 2018, 1:21

        Mi pare poco credibile,ma il Barcellona si rinforza prendendo il meglio che c’è in giro e se considerano KK uno dei migliori difensori al mondo,potrebbero anche farla questa offerta.Dipende pure da quello che dimostrerà in Russia.James fu preso dal real perché fece un grande mondiale in Brasile.Converrai che ,se partisse uno dei nostri in cambio di giocatori del Barcellona,Maurizio avrebbe fatto meglio a tacere.

        • Vincenzo Barretta 10 giugno 2018, 10:16

          Quei 3 che metterebbero nell’affare Koulibaly (se fosse vero) sono 3 mezze tacche. Oppure credi che chi gioca nel barca sia forte a prescindere? Meglio tenere kou, che è realmente un valore aggiunto. Ma mi sa che a te piacciono le figurine panini.

          • Raffaele Sannino 10 giugno 2018, 15:54

            Ahhh…..e io qui ti volevo!! Hai sempre sostenuto che le nostre riserve sono delle pippe.E vabbè.Adesso ti propongo le riserve del Barcellona e sono delle mezze tacche.Ma tu per la panchina chi vuoi?L’uomo ragno come secondo portiere,capitan america,l’incredibile hulk,il mitico thor e i fantastici quattro?E torse,manco bene ti vanno.

          • Vincenzo Barretta 11 giugno 2018, 9:09

            Quando ho sostenuto che le nostre riserve siano delle mezze tacche? Dove l’ho scritto? Possibile semplicemente che un allenatore si fidi più di uno che di un altro senza tropp burdell? Non capisco. Lo stesso discorso lo possiamo fare dicendo.che benitez non faceva giocare Koulibaly o jorginho perché non si fidava abbastanza, ma poi si è visto il.potenziale che avevano. Il calcio è di tutti, Ma non per tutti.

          • Raffaele Sannino 11 giugno 2018, 12:29

            Il bello del web è che un giorno dici una cosa e il giorno dopo giri la frittata.Non perderò tempo a cercare i tuoi (e di tantissimi altri) commenti in cui le riserve non venivano considerati in grado di giocare nemmeno contro il Benevento.Però se i nostri panchinari sono superiori a quelli del Barcellona (a tuo dire),rimane il fatto che il tuo santone non faceva giocare calciatori superiori ai compagni di Messi.

          • Vincenzo Barretta 12 giugno 2018, 0:59

            Ti invito a cercare… spulcia ogni singolo angolo del web (ti aiuto, commento su questo sito e a volte su Sky forum) dove io ho scritto che le nostre riserve sono mezze tacche. Ripeto… per un allenatore, un calciatore può essere utile, un altro no. Lo stesso calciatore non utile può essere ottimo per un altro (ti ho portato gli esempi di kou e jorginho per benitez). Ciò non vuol dire che uno fa bene e l’altro fa male. Ma mi rendo conto che alcuni di voi (fortunatamente pochi) fanno di tutta l’erba il fascio. A pizz o Vesuvio e o mandulin. Caro sannino, amche a Napoli ci sono persone capaci di pensarla in un altro modo che non sia “papponismo” o “difendo adl ad oltranza”. Il direttore non seguirlo, fa parte del suo ruolo scrivere quelle cose. .

          • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 12:17

            Ti arrampichi sugli specchi,se dici che i giocatori del Barcellona non possono nemmeno sedere sulla nostra panchina.I “cacciasordisti” hanno fatto delle riserve scadenti il loro cavallo di battaglia.Ti ho proposto i super eroi “marvel”,ma tu svicoli……per evidente mancanza di argomenti.

          • White Shark is still here 10 giugno 2018, 17:27

            Il problema non si pone nemmeno perché ADL di contropartite non ne ha mai accettata una che sia una e mai lo farà in futuro. Come si dice, ‘cca a pezz e ‘cca o sapon.

          • Vincenzo Barretta 12 giugno 2018, 1:00

            A parte caro white. Ma cedere kou per quei 3… Ma dai.

  9. Articolo sacrosanto, da approvare in pieno. A parte Ancelotti, il Napoli non ha ufficializzato nessuno sino ad oggi, e si è lasciato accostare un sacco di giocatori di dubbio valore che non arricchirebbero la rosa. Giusto che una squadra che si classifica seconda, e che con un pizzico di più di maturità, fermezza e concentrazione avrebbe potuto sottrarre lo scudetto alla Juve, possa avere necessità di alcuni ritocchi sostanziali ma senza stravolgere l’assetto. Però l’immobilità e la pavidità del mercato del Napoli preoccupa assai. Diciamolo francamente: dove lo mettiamo Verdi? Di chi prende il posto, se davvero arriva (e ancora non ha firmato)? A me non pare migliore dei trequartisti attuali e ne avrei fatto a meno, soprattutto per la cifra eccessiva che è costato. E possibile che con centinaia di portieri validi in giro il Napoli non abbia ancora un titolare e un vice di garanzia? Perché non assicurarsi Sirigu? Oltre al portiere, il Napoli deve subito concretizzare in ordine di importanza l’acquisto di: 1) due terzini propulsori più alti di Mario Rui; 2) un centrale che sostituisca Koulibaly per squalifiche, infortuni o appannamenti; 3) un incursore che salti l’uomo. Non so voi, ma a me Younes, che potrebbe avere poca testa e pessimo carattere, visto su Youtube ha impressionato non poco. Ha scatto bruciante e tiro secco, e quindi è un’alternativa a Insigne. Lo terrei e proverei. L’incursore che attiri su di sé due e tre marcatori e libera in tal modo altri attaccanti è quello che ci vuole per il gioco lento e prevedibile del Napoli se rimarrà tale con Ancelotti. Comunque, ribadisco, il mercato è per ora deludente.

    • Per me Younes è una mera partita di giro, non toccherà mai il suolo di Napoli o di Dimaro. Poi magari mi sbaglio ma la mia sensazione è questa.

    • giancarlo percuoco 9 giugno 2018, 19:12

      Franco il mercato inizia a luglio.
      scoraggiamoci più in là.

  10. dino ricciardi 9 giugno 2018, 12:33

    Lainer,25 anni,perfetto sconosciuto che gioca in un campionato ridicolo come quello austriaco comprato ad un prezzo irrisorio??
    DIECI MILIONI DI EURO.
    Ma ci siete o ci fate?
    Ancelotti è stato avvisato?
    Fateci sapere se Carletto ha approvato.

    • Giacomo Molea 9 giugno 2018, 15:29

      Sara’ pure ridicolo ma il Salisburgo e’ una società ricca e in crescita con buoni elementi e hanno fatto un grosso cammino un europa

      • dino ricciardi 9 giugno 2018, 16:48

        Non è ridicolo il Salisburgo,è ridicolo il campionato che fanno e con i giocatori e le squadre che si confrontano.
        Sono molto scettico sul giocatore perchè non sono 10 partite in Europa league che ti fanno diventare forte,magari giocando contro squadre modeste, ne tantomeno il livello del campionato austriaco

    • Pacojonathan 9 giugno 2018, 18:17

      Questo sarà il livello dei nostri acquisti… stai tranquillo… d’altronde la fiumana di tifosi che sbava dietro ad adl solo perchè ha portato ancelotti a napoli è ampia… e lo stesso ancelotti si è assicurato 20 milioni di euro (dico 20 milioni) sapendo benissimo che non farà meglio di Sarri in niente (punti, goal fatti, goal subiti, vittorie, classifica, champion…) ma a lui interessava solo fare un contratto che in questo momento in europa (e nel mondo) non gli avrebbe dato NESSUNO… solo un presidente “lungimirante” come il nostro e soprattutto tifoso, poteva regalargli e buttare nell’immondizia tutto questo denaro…

    • prezzo irrisorio ah ah ah! che ci compri, un chilo di pane!

Comments are closed.