La Liga contro l’Uefa, parla Tebas: «Ci stanno prendendo in giro col Fair Play finanziario»

Le dichiarazioni di Javier Tebas, riprese da L’Equipe: «Il fair play finanziario è morto, non ha valore. Denunceremo la Uefa».

La Liga contro l’Uefa, parla Tebas: «Ci stanno prendendo in giro col Fair Play finanziario»

Le parole riportate da L’Equipe

Le sentenze Uefa sul Fair Play Finanziario erano destinate ad alimentare molte polemiche. Soprattutto quella riferita alla condotta del Psg, inizialmente non sanzionato dalla confederazione internazionale. Puntuali, ecco le dichiarazioni do Javier Tebas, boss della Liga. Il numero uno del campionato spagnolo aveva già attaccato la Uefa nello scorso anno, fino a “stimolare” letteralmente un’indagine ufficiale sui bilanci del club parigino.

Ora, nuove dichiarazioni di fuoco nei confronti dell’Uefa, riportate da L’Equipe: «Dobbiamo guardare la decisione della Uefa sul PSG in modo più dettagliato, ma ad un primo sguardo direi che ci stanno prendendo in giro. Tutto questo dimostra che il fair play finanziario è morto perché non ha valore. Affronteremo la questione con le autorità competenti in Europa e in Svizzera, denunciando il fair play finanziario della Uefa nella sua interezza»

In ogni caso, le parole di Tebas vanno lette con attenzione. Intanto, perché in passato le violazioni di Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona sono state “bypassate”. E poi perché l’indagine sul Psg è ancora lontana dalla conclusione. Il club di proprietà di Nasser Al-Khelaifi è infatti ancora sotto osservazione, entro il 30 giugno dovrà generare plusvalenze per 60 milioni e poi altri 150 fino al 2019. Tanto che la stessa Equipe ha pubblicato ieri una vera e propria lista di calciatori in vendita, con Di Maria e Pastore pezzi pregiati del campionario.

ilnapolista © riproduzione riservata