De Luca risponde a Borriello: «I 20 milioni del San Paolo come atto dovuto? Parole da cialtroni»

Duro intervento di De Luca al Mattino: «Il Comune dovrebbe tacere, un anno e mezzo fa avevano promesso di occuparsi del San Paolo».

De Luca risponde a Borriello: «I 20 milioni del San Paolo come atto dovuto? Parole da cialtroni»
Il presidente della Regione Campania Vincenzo de Luca

Le parole del governatore al Mattino

Puntuale e velenosa risposta del governatore Vincenzo De Luca alle parole di Ciro Borriello. L’assessore allo Sport del Comune di Napoli, attraverso il Corriere del Mezzogiorno, ha definito «un atto dovuto» il finanziamento da 20 milioni di euro arrivato da Santa Lucia per il San Paolo.

Parlando ai microfoni de Il Mattino, De Luca ha spiegato la sua posizione e ha contrattaccato nei confronti dell’amministrazione: «I 20 milioni della Regione per ristrutturare lo stadio San Paolo sarebbero un atto dovuto? Perché? Possibile che ogni volta che aprono bocca debbano fare i cialtroni? È tanto difficile cominciare a fare le persone serie? Sullo stadio San Paolo ci sono 25 milioni della Regione Campania. Il Comune dovrebbe tacere. Un anno e mezzo fa ci hanno detto che avrebbero pensato loro ai lavori,  con 20 milioni del Credito sportivo. Quindi per parte nostra abbiamo programmato le Universiadi con 5 milioni per la pista di atletica, l’impianto di illuminazione e l’impianto audio del San Paolo».

«Ora – conclude De Luca – scopriamo che non hanno più un euro, quindi con una santa pazienza incontro il presidente del Napoli De Laurentiis e decidiamo di attribuire altri venti milioni di soldi delle Universiadi, cioè di soldi della Regione. Non vogliamo neanche un grazie dal Comune, ma che perlomeno stiano zitti».

ilnapolista © riproduzione riservata