Allegri: «Non rispondo a De Laurentiis, ma nel calcio ci vuole equilibrio»

Massimiliano Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Juventus: «Siamo responsabili di tanti bambini che si approcciano allo sport, complimenti al Napoli per la stagione».

Allegri: «Non rispondo a De Laurentiis, ma nel calcio ci vuole equilibrio»
Photo Matteo Ciambelli

In conferenza stampa

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Juventus: «Loro devono raggiungere la Champions, noi lo scudetto. Ai ragazzi ho detto che se vogliono una settimana in più di vacanza, devono vincere il titolo domani. Speriamo di chiudere il discorso scudetto. Veniamo da una bella vittoria in Coppa Italia».

La conferenza stampa è stata l’occasione per rispondere alle parole di De Laurentiis: «Non rispondo a certe dichiarazioni, lui è il presidente di un altro club e può dire quello che vuole. L’unica cosa che voglio aggiungere è che nel calcio, come in tutte le cose, è necessario avere equilibrio. Se vogliamo iniziare un cammino di civilizzazione per tutto l’ambiente, dobbiamo essere responsabili. Il comportamento di milioni di bambini che approcciano lo sport dipendono da noi, dai nostri comportamenti. E dalle risposte delle istituzioni. Credo che questo sia un passo importante da fare, per tutti».

La stagione del Napoli: «Non è che loro sono scomparsi, noi siamo stati bravi a rimanere calmi dopo aver perso con loro. La squadra di Sarri ha fatto comunque una grandissima stagione, portata avanti giocando molto bene. Sono migliorati su alcuni dettagli. In questa stagione hanno vinto certe partite che negli anni passato non riuscivano a vincere. Poi hanno trovato una Juve che ha fatto numeri importanti, difficili da battere. Bisogna comunque far loro i complimenti per quello che hanno fatto».

Allegri torna anche sul concetto di bel gioco: «Giocare bene o male è relativo. La cosa più difficile è riuscire a centrare gli obiettivi giocando bene. La stagione è fatta di tanti momenti ed episodi, bisogna saperli gestire ed è importante gestire anche la rosa. Bisogna lavorare in funzione del risultato, sfruttando al massimo le caratteristiche della rosa. Questo non vuol dire giocare male, e vale per tutti. Poi ci sono allenatori più bravi a fare certe cose e altri con diverse caratteristiche. Ma quando si allena una grande squadra, occorre vincere».

ilnapolista © riproduzione riservata