De Laurentiis: «Se finiremo sei punti dietro alla Juve, qualcuno ci avrà tolto lo scudetto»

Aurelio De Laurentiis durante la conferenza stampa di presentazione del ritiro di Dimaro: «Non dobbiamo avere paura di dirlo, nel calcio ci sono condizionamenti esterni».

De Laurentiis: «Se finiremo sei punti dietro alla Juve, qualcuno ci avrà tolto lo scudetto»

Un estratto della conferenza stampa

Durante la conferenza stampa di presentazione del ritiro di Dimaro, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato dell’andamento del campionato, dal punto di vista arbitrale. Queste le sue frasi: «Il calcio è complesso, la palla può andare a destra e a sinistra. Ci sono dei condizionamenti esterni che sono al limite della liceità, non c’è stata ancora una chiarificazione su quanto sia lecito e non illecito nel mondo del calcio. Noi cerchiamo di condurre la nostra azienda da persone perbene, divertendoci».

«Vediamo di vincere nelle prossime due partite – continua De Laurentiis -, in modo da poter dire a chi ha creato casino: “Strunz!”. Alla napoletana. Così vediamo se sono reali questi punti che mancano. Se dovessimo mantenere questa distanza di sei punti anche a fine campionato, vorrà dire che gli otto punti che mancano per mancate applicazioni della Var e comportamento discutibile degli arbitri danno lo scudetto al Napoli. Dobbiamo dire le cose come stanno, non dobbiamo avere paura. In Italia, questo atteggiamento silente porta ad accettare la mafia, la mafia di stato, la camorra, la sacra corona unita. Il nostro è il paese più inquinato al mondo. E la colpa è anche nostra. Del nostro silenzio».

ilnapolista © riproduzione riservata