Sky-Mediaset, Mediapro spiazzata dall’accordo: si torna a pensare al canale autoprodotto dalla Lega

La partita per i diritti tv della Serie A è tutt’altro che chiusa, o definita: la nuova convergenza tra broadcaster toglie un compratore per Mediapro, che ora studia strade alternative.

Sky-Mediaset, Mediapro spiazzata dall’accordo: si torna a pensare al canale autoprodotto dalla Lega

Milano FinanzaGazzetta dello Sport

Mediapro e la Lega, ora, sono rimasti spiazzati. È questo il senso dei due pezzi di Milano Finanza Gazzetta dello Sport sui diritti tv della Serie A (triennio 2018-2021). L’accordo Sky-Mediaset ha cambiato le carte in tavola, il quotidiano milanese spiega che «la nuova sinergia commerciale e strategica, che prevede la possibilità, per Sky, di acquistare la newco Premium, consente a Mediaset di non destinare un bugdet per le immagini della Serie A».

In pratica, un compratore in meno per le licenze acquistate in esclusiva da Mediapro, con l’obbligo di agire da intermediario. È proprio quello il punto: la condizione dell’azienda spagnola potrebbe cambiare ancora, anche perché i 600-650 milioni che potrebbero arrivare da Sky non potrebbero mai coprire realmente l’investimento fatto. Allora, torna in campo l’ipotesi del canale autoprodotto. Che, come spiega ancora Milano Finanza, potrebbe essere «venduto poi ad altri soggetti quali Telecom, Perform o le tv locali o agli over-the-top potenzialmente interessati alle immagini del calcio italiano. Con un ruolo diverso, tecnico e più defilato, di Mediapro».

I dirigenti di Mediapro, intanto, sono in arrivo in Italia. Secondo quanto raccontato dalla Gazzetta dello Sport, l’accordo Sky-Mediaset ha in qualche modo “preteso” che i manager spagnoli calassero di nuovo in Italia. È necessario verificare la nuova situazione. Per la rosea, Mediapro «sta rivedendo i suoi piani. Anche perché si sospettano ricadute negative sull’investimento da 1,05 miliardi», confermato pochi giorni fa con la prima tranche di garanzia versata alla Lega. Ora, però, tutto è tornato in gioco.

ilnapolista © riproduzione riservata