Prestazione da incubo e cartellino rosso: Dybala dimostra perché gioca ancora nella Juventus

Nella notte dello Stadium, l’ennesima conferma: Dybala è un signor calciatore, ma solo pensare a un paragone con i vari Ronaldo, Messi e Neymar è una pura follia.

Prestazione da incubo e cartellino rosso: Dybala dimostra perché gioca ancora nella Juventus

Due episodi che fanno la differenza

A Torino, nella notte di Cristiano Ronaldo, abbiamo visto come e quanto possa essere sbagliato il pompaggio mediatico di un calciatore. E noi non parliamo di media, il problema è dello stesso calciatore. Da una parte abbiamo visto un fuoriclasse assoluto, dall’altra abbiamo visto un aspirante campione perdere completamente la testa. Paulo Dybala è questo, è così, è un esempio di quello che non funziona (narrativamente) nel nostro calcio. Tra sette mesi e dodici giorni compirà 25 anni, alla sua età Cristiano Ronaldo aveva già vinto una Champions ed era già diventato il calciatore più pagato nella storia del calcio. Dybala, invece, ha segnato 6 gol in 25 partite internazionali e questa sera si è reso protagonista di una prestazione davvero negativa. Zero incursioni nella cronaca e negli highlights; una simulazione chiarissima e un fallo incauto, soprattutto dopo il primo giallo. Il cartellino rosso ha chiuso definitivamente la partita.

Una costante, nella storia recente della Juventus: Paulo Dybala è un potenziale campione ancora incompiuto a certi livelli. Spesso accostato ai migliori d’Europa e del Mondo, sempre pronto a scongiurare qualsiasi paragone con una partita decisiva giocata senza acuti, senza strappi. Unica eccezione: Juventus-Barcellona 3-0, lo scorso anno. Dopo quella notte magica. qualcuno lo mise accanto a Messi, parlò di futuro Pallone d’Oro. Il problema è proprio questo, a ripensarci. Perché riconoscere che Dybala è un signor calciatore, potenzialmente decisivo in Serie A ma inconsistente a livello europeo, servirebbe a chiarire certe distanze. Certe differenze. Tra lui e Ronaldo (o Messi), tra lui e Neymar, tra lui e i più grandi. Tra la Juventus e il Real Madrid.

Ecco, questa serata riporta sulla terra tutti i discorsi fatti dopo prestazioni di alto livello. La Juventus è arrivata due volte in finale di Champions, ode alla Juventus. Ma è ancora lontana dal top, da un certo top rappresentato dal Real Madrid. Dybala gioca (ancora) nella Juventus, forse non è un caso.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Bei commenti tecnici sul Napolista

  2. dino ricciardi 4 aprile 2018, 18:37

    Dybala può fare il salto di qualità solo lasciando la Juve ed andare in una squadra dove si GIOCA A CALCIO, dove le sue caratteristiche vengono esaltate.
    Credo che lo sappia e penso che a fine anno va via.

  3. Un simulatore seriale. In Italia avrebbero dato quel rigore a occhi chiusi, immediatamente e senza alcun dubbio, e guai a chi si sarebbe lamentato! Dybala è un buon, forse ottimo, calciatore, ma ieri ha dimostrato tutta la sua immaturità. Mi pongo una domanda maliziosa: ma non è che per caso non riesce a diventare un “top player” proprio perchè gioca in una squadra dalla filosofia calcistica molto povera che non gli permette di “svilupparsi” appieno? Poi vabbe’ c’è il discorso della spiccata attitudine all’imbroglio, che è l’autentica ragione sociale di Vinovo e dintorni. Mi chiedo se dopo la fìgura barbina in mondovisione di ieri sera non gli sia venuto il dubbio che forse fare il simulatore può farti vincere qualche partita, ma poi rimani sempre e comunque un pover’uomo. Altro che fuoriclasse.

    • Marchese di Carabàs 4 aprile 2018, 23:31

      Non è che nessun giocatore del Napoli è un top player perché gioca in un ambiente in cui se non ci si piange addosso un po’ prima dell’allenamento nemmeno ti lasciano infilarti gli scarpini?

    • Dybala, voleva esportare la scuola Juve anche all’estero se ci avrebbe riuscito gli facevano subito un monumento in Piazza. Lui lo sa gli hanno dato un rigore ancora peggio quello in Coppa Italia FABBRI l’arbitro. Ma all’estero non sono appecorati, i Cuadrado e i Dybala simulatori, li sbattono fuori senza pietà.

    • Maurizio Giuoco 5 aprile 2018, 11:31

      Quello che mi fa ridere di più e che invece di sostenere le squadre italiane in Europa,continuate a deriderle appena cadono!!iniziate a giocare voi certe partite visto che sn secoli che nn fate niente sia in Italia che all estero😂😂😂😂

      • Carino, il Maurizio. Mi mandi i tuoi commenti sui social in screenshot quando il Napoli perse col Real Madrid e con lo Spartak? Voglio proprio vedere quanto ci hai sostenuti.

      • antonietta61 5 aprile 2018, 13:04

        qui non c’entra nulla il sostegno o la derisione, si fa critica, questo sì ed è giusto che accada: la 1^ in classifica che ha speso anche per il 2017-2018 i suoi 100/120mio per potenziare la squadra (non certo per vincere il 7^ scudetto, lo raccontassero ad altri) ma non crea gioco, non fa giocare un signor difensore come rugani, ma ancora e sempre le cariatidi di barzagli e chiellini, merita critica, perché ha tutto per fare bene e meglio sia in Italia che all’estero, ma si inventano campioni per un goal al sassuolo……

      • Perchè i napoletani sono considerati italiani quando vanno sui vostri Stadi? tifare per voi italiani? vi qualificate da soli. Ricorda i giubili di gioia quando uscì il Napoli dalla Champions col Real Madrid da parte dei tifosi cafardi juventini e da parte di Stampa e Siti rubentini. Ricorda i veri Sportivi Napoli-Milan la si perse uno scudetto no un quarto di Champion, tutto lo Stadio 90.000 ad applaudire il Milan di Sacchi,Virdis, Van Basten, non sapete manco dove sta di casa la sportività. Incominciate a giocare? non farci ridere, la mafia appartiete da altre parti lo sai bene rubentino.

  4. giancarlo percuoco 4 aprile 2018, 10:43

    se vogliamo è un pochino lo stesso “dramma” di Insigne.

    • antonietta61 5 aprile 2018, 13:00

      si ma insigne lo massacrano appena sbaglia qualcosa! e poi non mi pare sia stato mai paragonato a messi/neymer etc.
      con dybala sempre tutti molto buonisti, chissà perché…….
      ps: se gli errori che ha fatto icardi ieri sera contro il milan li avesse fatti insigne, oggi che avremmo letto?

  5. confy1926 fnsempre 4 aprile 2018, 7:06

    Il più grande simulatore di tutti i tempi, guarda caso dove gioca?

  6. Scherziamo? a Torino hanno paragonato Dybala a Messi anzi Dybala gli è superiore. Poi diciamo noi napoletani Messi è a guallera e Maradona e Dybala che ree???

Comments are closed.