Il Napoli è la squadra europea che registra l’incidenza di infortuni più bassa

Un’indagine della Uefa premia il lavoro del Napoli per la prevenzione di incidenti di gioco e in allenamento: il numero di infortuni muscolari e/o traumatici è il più basso tra le squadre top in tutta Europa.

Il Napoli è la squadra europea che registra l’incidenza di infortuni più bassa
Giuntoli e il dottor De Nicola a Roma contro la Lazio (Photo Ciambelli)

I risultati del Football Research Group

Il Napoli è un’eccellenza assoluta nella prevenzione degli infortuni non traumatici. I risultati dell’indagine del Football Research Group (FRG) dell’Uefa premiano lo staff medico azzurro rispetto a 22 club della Champions League (tra cui anche Juventus, Manchester City, Real Madrid, Barcellona). L’incidenza di lesioni o problemi muscolari del Napoli è bassissima: il tasso è pari a 0,0 su 1000 ore tra gioco ed allenamento, su un massimo di 5,4. Infatti, basta andare indietro con la mente a questa stagione per contare le assenze minime di Insigne, Albiol e Chiriches.

Per quanto riguarda gli infortuni in allenamento, il valore di 0,2 è il più basso registrato nell’intera indagine; idem per gli incidenti in gara, tre, fino ad un massimo di 35. La quota più bassa appartiene ancora al Napoli. I dati sono aggiornati a dicembre 2017, ma la sostanza non cambia: vanno aggiunti il piccolo stop di Mertens a Benevento e la ricaduta di Ghoulam in allenamento, ma la media resta bassissima. Soprattutto a confronto con altre squadre europee.

 

ilnapolista © riproduzione riservata