Mediapro-Serie A, martedì dovrebbe l’anticipo da 50 milioni. Ma le perplessità restano

Incontro De Siervo-Mediapro a Madrid, l’emergenza sembra rientrata. I manager spagnoli incontrano Sky e Mediaset, ma sognano ancora il canale tematico della Lega.

Mediapro-Serie A, martedì dovrebbe l’anticipo da 50 milioni. Ma le perplessità restano

L’articolo della Gazzetta

Luigi De Siervo a Madrid per risolvere il caso-Mediapro. La Gazzetta dello Sport racconta gli ultimi sviluppi del caos per  i diritti tv, con l’azienda spagnola che ha chiesto di bloccare i pagamenti per via di alcune perplessità rispetto alla delibera dell’Antitrust. Secondo quanto riportato dalla rosea, la situazione sarebbe meno critica di quanto si potesse pensare negli ultimi giorni: «Mediapro ha confermato che martedì arriveranno i 50 milioni di anticipo previsti dal contratto».

L’incontro tra De Siervo – ad di infront – e il presidente di Mediapro Jaume Roures ha schiarito un po’ il cielo sulla vicenda, ma ha comunque intercettato i dubbi di Mediapro sull’affare-Serie A. Gli spagnoli vorrebbero avere «la possibilità di modificare la composizione dei pacchetti senza dover ottenere l’ok delle autorità che dilaterebbe i tempi di 60 giorni». Inoltre, vorrebbero «riconosciuti i diritti di commercializzare (o valorizzare) la pubblicità». Secondo gli avvocati della Lega Serie A, il bando era chiarissimo su entrambi i punti. Ora non resta che aspettare martedì, giorno della scadenza per il famoso versamento da 50 milioni. La Gazzetta scrive che Sky sarebbe pronta a intervenire in caso di creazione di un nuovo bando.

Nel frattempo, lo stesso Roures prosegue con i suoi incontri esplorativi. Avrà un nuovo faccia a faccia con Mediaset e vedrà per la prima volta Sky. Ricordiamo che Mediapro ha acquistato i diritti come intermediario, quindi queste trattative porteranno alla vendita delle licenze ai broadcaster. Quindi, si tratta di vere e proprie trattative. In ogni caso, conclude la Gazzetta, «i manager spagnoli non hanno ancora abbandonato l’idea del canale tematico. Solo che una forzatura in questa fase minerebbe la loro credibilità. Ecco perché è più probabile che in un secondo momento, dopo aver prodotto le garanzie finanziarie, facciano un tentativo con la Lega per convincerla della bontà del business editoriale».

ilnapolista © riproduzione riservata