L’allenatore del Chelsea passa per Marina Granovskaia. Favorito Tuchel, c’è anche Sarri

I rumors accreditano un’offerta di Blues di 7 milioni l’anno all’allenatore del Napoli, ma ci sarebbe già stato un incontro tra il Chelsea e l’ex tecnico del Dortmund. E c’è pure Luis Enrique

L’allenatore del Chelsea passa per Marina Granovskaia. Favorito Tuchel, c’è anche Sarri
Marina Granovskaia qui con Hazard che firma il rinnovo del contratto con il Chelsea

Un’offerta a Sarri da sette milioni l’anno

I rumors che circolano da qualche giorno accrediterebbero un’offerta del Chelsea di Abramovich per Maurizio Sarri. Un’offerta consistente: circa sette milioni di euro a stagione. Che, con un contratto triennale, significherebbe un’operazione da 50 milioni di euro: 14 lordi a stagione più gli otto previsti dalla clausola. Un investimento importante.

Quel che è certo è che le strade del Chelsea e di Conte sono destinate a separarsi a fine anno. Il risiko internazionale degli allenatori non può prescindere da due nomi: Luis Enrique e Tuchel ex Borussia Dortmund. Poi ci sono anche altri nomi, Ancelotti e Allegri in testa. C’è Pochettino, e c’è anche Maurizio Sarri. E anche altri, così come la panchina in ballo non è soltanto quella del Chelsea: ci sono anche Arsenal, Psg, forse Tottenham.

L’incontro con Tuchel

Oggi su Twitter rimbalzava la notizia – non si sa quanto recente – di un incontro la Marina Granovskaia e Thomas Tuchel


Granovskaia, per quei che pochi non lo sapessero, è il braccio operativo del Chelsea, la persona di fiducia di Roman Abramovich. Potremmo spingerci a scrivere che è lei a dirigere e a controllare i Blues. Ovviamente per conto di Abramovich. Fu lei a dettare le condizioni per il rinnovo alla bandiera John Terry, è stata lei a far capire a Conte che le strade si sarebbero divise a fine stagione. Il tweet di oggi accredita un incontro tra Granovskaia e Tuchel e il suo staff.

I giochi non sono fatti

Ovviamente sono rumors. Non c’è nulla di certo. A parte l’importanza del ruolo di Marina Granovskaia. Tutto deve passare per lei. Figurarsi l’ingaggio del prossimo allenatore del Chelsea. Allenatore che deve far dimenticare il gioco utilitaristico di Conte in una Premier dominata dal City di Guardiola. I giochi non sono ancora fatti, come ha fatto capire anche De Laurentiis oggi. È ovvio che un’offerta del genere – andare al Chelsea per sette milioni netti l’anno – sarebbe irrinunciabile per Sarri, sarebbe l’offerta della vita. Potrebbe dipendere pure dall’esito del campionato. Anche se va ricordato che anche Tuchel, come Sarri, al momento non ha vinto nulla di significativo fatta eccezione per una Coppa di Germania col Dortmund.

ilnapolista © riproduzione riservata