Allegri si lamenta dei falli della Spal, solo che la Juventus ne ha fatti di più (14 a 13)

Nel postpartita di Ferrara, Allegri fa riferimento a un dato sbagliato, spiegando come la Spal abbia «commesso molti falli e spezzettato il gioco della Juventus».

Allegri si lamenta dei falli della Spal, solo che la Juventus ne ha fatti di più (14 a 13)

Tra interviste e realtà

Dopo Spal-Juventus, Massimiliano Allegri è stato ospite di tutti i salottini post-partita. In quello di Mediaset, il tecnico bianconero ha rilasciato alcune dichiarazioni sul gioco duro della Spal, tra applauso ideologico e lamento per il non-gioco: «Ci sono dei meriti da parte loro. La squadra di Semplici ci ha aggredito, non ci ha permesso di giocare. Abbiamo subito tanti falli che spezzettano il gioco e fanno recuperare gli avversari».

Sul sito di Sportmediaset, viene chiarito che l’allenatore della Juventus ha fatto riferimento a un dato sbagliato, che gli è stato riportato negli spogliatoi. Secondo cui la squadra di casa, ieri sera, avrebbe commesso 29 falli. Il dato è sbagliato, quindi la dichiarazione è fuori fuoco: le statistiche della Lega Serie A riportano una statistica addirittura ribaltata. Ovvero: la Juventus ha commesso 14 falli, la Spal 13. Per Allegri non è stata una bella serata, decisamente.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. La fortuna di questo allenatore è stato quell’esonero dal Milan dopo la disfatta in casa col Sassuolo, Caonde andò via per varie divergenze e lui si trovò a fagiuolo, se no faceva chissà la fine dei tracchi. Ha detto ieri alla Stampa abbiamo fatto un’opera di bene alla Spal, capito? che riconoscenza alla sua ex squadra. Ci hanno ammorbato la guallera con Sarri per quella presunta frase sessista, lui Allegri se ne andato senza salutare come al solito, un comportamento da cafone. Nessuno lo sottolinea peccato non era Sarri. Sui falli? non sanno nemmeno contare.

    • infatti la cosa bella è che praticamente inanella gaffes grottesche ogni volta dà fiato alla bocca, ma i media (tra cui questo) lo dipingono come lo stereotipo del manager col master in comunicazione.
      come se noi persone con un minimo di raziocinio fossimo sordi e ciechi.

  2. Stefano Valanzuolo 18 marzo 2018, 14:41

    Sui falli. Ad inizio secondo tempo, entrata netta di Matuidi in ritardo e sulla caviglia. Può capitare.Ncapit giallo. Dieci minuti dopo, fallo uguale di uno della Spal: che non capiti piu. Giallo!

  3. Stefano Valanzuolo 18 marzo 2018, 14:37

    Col suo cappotto scuro di sartoria (bello ma un po’ stretto: si porta) e la cravatta in tono, gli occhi in giù e lo humour di un sopravvissuto di Varsavia, Allegri soprattutto prova a portare sfortuna e, qualche volta, gli riesce. Non sempre. Ex giocatore molto mediocre, ha il rancore congenito, da allenatore, proprio di quei bambini abituati ad avere sempre il giocattolo più bello, nuovo e costoso prima degli altri. E se si scaricano le pile di domenica, e il su babbo non gliele va a comprare, il bambino viziatissimo fa il pazzo e strepita. Se fosse vivo il povero grande Boncompagni, spiegherebbe tutto questo anche ad Ambra…

  4. Dybala ha fatto su Lazzari lo stesso fallo di Larussa su Formigli, e, come il prode Ignazio, anche lui l’ha fatta franca.

  5. giocare prima o dopo è uguale, poi prima vuole vincere per mettere pressione, poi dopo aver pareggiato dice che avremo tutta la pressione.
    vuole giocare ogni tre giorni, ma ora la squadra era stanca perché ha giocato troppe partite.
    sarà il modello di comunicazione che tanto ammira il Napolista, ma sicuramente non riesce a fare pace col proprio cervello.

  6. giancarlo percuoco 18 marzo 2018, 10:42

    meno male che non pioveva.

  7. Piagnistei livornesi 😂😂😂

Comments are closed.