Gli sfoghi (privati?) di Spalletti: «Totti non correva più, all’Inter non vogliono spendere»

Alcune dichiarazioni informali di Luciano Spalletti sul Corriere della Sera: «Pallotta mi ha fatto capire che avrebbe venduto i migliori. A Milano l’ambiente è depresso».

Gli sfoghi (privati?) di Spalletti: «Totti non correva più, all’Inter non vogliono spendere»

L’articolo del Corriere della Sera

Una bomba. Anzi, un bombardamento. Luciano Spalletti si è confessato a un gruppetto di tifosi giallorossi dopo Inter-Roma, e oggi le sue parole sono sul Corriere della Sera. In un ristorante milanese, ci sarebbe stato un incontro informale tra l’allenatore dell’Inter e alcuni supporter in trasferta. Al di là del giudizio sull’operazione del quotidiano milanese, le parole del tecnico nerazzurro hanno fatto, fanno e faranno rumore. È roba grossa, tra la Roma 2016/2017 e l’Inter 2017/2018. Due situazioni tecniche e ambientali tutt’altro che facili. Ecco alcune delle dichiarazioni di Spalletti: «Totti non correva più, e gli altri giocatori si deprimevano se lo facevo giocare. E Pallotta mi aveva fatto chiaramente capire che avrebbe venduto i pezzi migliori».

Non è che all’Inter la sua condizione sia migliorata granché, stando alle (presunte) dichiarazioni di Spalletti: «Com’è la situazione qui? In società non vogliono spendere e l’ambiente è a un passo dalla follia, tipo Roma: sempre sul filo dell’equilibrio. A volte, è un ambiente depresso. Mi avete rotto le scatole, e io ho portato la Roma al 2° posto, prima del Napoli. E mo’ col cavolo che lo prendete, il Napoli. Volete vincere? A Roma? Non avete capito nulla, e non l’hanno capito neanche qui a Milano: con questa Juve, che c’ha due squadre, e non si vince una fava!». Niente male davvero. Vedremo se questa vicenda avrà seguito nei prossimi giorni, con le prossime conferenze stampa.

ilnapolista © riproduzione riservata