Sarri: «La condizione perché io continui a Napoli è che si possa migliorare»

Conferenza stampa: «De Laurentiis era fortemente intenzionato a spendere, Giuntoli ha avuto le palle di non prendere un calciatore a caso».

Sarri: «La condizione perché io continui a Napoli è che si possa migliorare»
Sarri

In conferenza stampa

Maurizio Sarri in conferenza stampa al termine di Benevento-Napoli: «MIlik si allena con noi da poco tempo, e solo per la parte fisica e tattica. Non è ancora inserito nelle parti di sedute in cui ci sono contrasti. Sta riducendo il gap e quindi si proverà ad inserirlo anche su questo tipo di lavoro, ma sicuramente non sarà pronto per sabato».

Sarri sul mercato e il rinnovo: «L’ultimo pensiero che mi passa per la testa è il rinnovo. Il contratto c’è, prevede delle clausole. Il presidente vorrebbe negoziare, ma l’unica che conta davvero è che io non consideri il ciclo finito o meno. Se considero che il ciclo può proseguire, che ci siano dei margini di miglioramento, il problema non si pone neanche. Il mercato di gennaio non inciderà minimamente sulle mie valutazioni. Giuntoli è un fuoriclasse, ha fatto delle scelte da uomo con due palle così. Poteva comprare un calciatore a caso, De Laurentiis era fortemente intenzionato a spendere ma ha preferito non comprare e assumersi una certa responsabilità, piuttosto che mettermi in difficoltà con un calciatore non adatto. Una decisione fenomenale, potrebbe incidere la sua presenza nelle mie valutazioni sul futuro».

La partita contro il Benevento

«Stasera la gara era più difficile di quanto suggerisse la classifica. C’erano tutte le componenti per una trappola. Era un derby, magari per loro era più sentito rispetto a noi, poi volevano iniziare la rincorsa, hanno entusiasmo per gli acquisti importantissimi. Dovevamo chiuderla, ma loro stavano davvero bene».

 

ilnapolista © riproduzione riservata