Napoli-Lazio 1-1, il primo tempo: inizio shock, poi Callejon ricaccia l’inferno

De Vrij porta in vantaggio la Lazio dopo pochi secondi, Inzaghi sembra davvero aver bloccato il Napoli. Poi, all’improvviso, Jorginho trova Callejon, è il pareggio.

Napoli-Lazio 1-1, il primo tempo: inizio shock, poi Callejon ricaccia l’inferno

Le prime sensazioni

Memorie di Napoli-Bologna in avvio: pronti via, prima azione della Lazio e palla in rete. Cross dalla fascia, stavolta è la destra; Reina non è proprio scattante sulla deviazione impercettibile di De Vrij, ma l’azione è davvero ravvicinata. Uno a zero e la Lazio si rintana dietro, com’è giusto e ovvio e comprensibile che sia. Con Immobile in avanti, Milinkovic-Savic e Lui s Alberto tra le linee, il gioco di rimessa è un’idea davvero funzionale, soprattutto se il Napoli sbaglia molto e il resto dei tuoi calciatori pressa benissimo, chiudendo tutti gli spazi.

La Lazio è compatta dietro, è sicurissima, non accusa la reazione del Napoli e anzi si rende pericolosa in due occasioni. Con Parolo, di testa, e poi con una gran percussione di Milinkovic-Savic. In mezzo, tiri da lontano arzigogolati e fuori misura di Insigne e Mertens. Strakosha mai impegnato. Il Napoli prende possesso del pallone, inizia a sbagliare di meno, siamo nel finale del tempo e la Lazio comincia ad accorciare con minore precisione. Fallo di Lucas Leiva, ammonizione per il brasiliano dopo un intervento duro. Jorginho smarca Callejon davanti la porta, il lancio del brasiliano è un gioiello. José stoppa alla grande, ovviamente ha eluso il fuorigioco, è il suo momento. È 1-1.

Partita carica, la Lazio riprende a cucire interventi poco ortodossi e anche Milinkovic-Savic viene ammonito. Cintura la testa a Callejon, Sarri vuole l’espulsione e viene espulso lui. Il secondo tempo sarà complicatissimo, la Lazio è davvero un brutto cliente.

ilnapolista © riproduzione riservata