Il piano di Infantino per il mercato: stop alla finestra invernale, chiusura anticipata della sessione estiva

Un programma di 11 punti che rivoluzionerebbe il calcio: Infantino ha nel mirino i club con troppi calciatori sotto contratto e le commissioni per i procuratori.

Il piano di Infantino per il mercato: stop alla finestra invernale, chiusura anticipata della sessione estiva

Limitazione per il numero di calciatori

Gianni Infantino, presidente della Fifa, si prepara a rivoluzionare il calciomercato. Secondo quanto riportato da L’Equipe, il boss del calcio mondiale vorrebbe modificare una porzione importante del regolamento alla base delle sessioni di trasferimento, a cominciare dalla loro calendarizzazione. Infantino vorrebbe infatti limitare l’intero carrozzone a una sola finestra, quella estiva, cancellando il mercato di gennaio. Anche la proposta della Premier, che anticiperà la chiusura della sessione estiva, trova favorevole l’ex segretario dell’Uefa. Le parole di Infantino: «Ha più senso iniziare la stagione conoscendo già i tuoi calciatori».

Nel mirino del programma di Infantino – composto da 11 punti e che dovrebbe essere presentato a fine mese -, anche il numero di calciatori tesserabili e di prestiti. Secondo quanto Marca, nel mirino del presidente della Fifa sarebbe finita l’Udinese, che ha 103 calciatori sotto contratto in tutte le leghe europee. Un altro punto potrebbe essere quello relativo agli stipendi, in modo da cercare un reale equilibrio tra le squadre in campo. Infine, un altro punto molto delicato. le commissioni dei procuratori. Secondo Infantino, i 400 milioni di euro finiti nelle tasche degli intermediari, rispetto ai 5,1 miliardi di costo totale del calciomercato, sono una cifra preoccupante. Inoltre, una maggiore trasparenza e una limitazione rispetto alle provvigioni per gli agenti potrebbe evitare corruzione e riciclaggio del denaro.

ilnapolista © riproduzione riservata