Se avessi visto Cagliari-Napoli potrei parlarvi di Cragno

Cagliari-Napoli, la partita non guardata: il gol di Callejon, la prestazione di Allan e Hamsik, il Cagliari che inizia bene ma poteva fare molto poco.

Se avessi visto Cagliari-Napoli potrei parlarvi di Cragno

Arrivederci

Se avessi visto la partita ora potrei parlarvi Cragno, un giovane e (mi dicono) valente portiere, una promessa. Vi racconterei di Cragno difensore estremo del Cagliari calcio, generoso baluardo dei 7 metri. Un ragazzo in grado di balzare da un lato all’altro della porta senza paura, e perché dovrebbe averne?

Lui è Cragno, il portiere del futuro. Eccolo il futuro che non è ancora arrivato, perché poi la partita si gioca nel tempo presente e la si racconta nel tempo passato. La partita al futuro è soltanto immaginata, magari ne faremo un’altra rubrica, un futuro in cui l’ormai inespugnabile Cragno non lascerà entrare nella sua porta nemmeno un pallone, ma che dico pallone, nemmeno un moscerino.

Intanto Cragno al presente di ieri sera che è il passato in cui raccontiamo ha preso cinque gol, uno sull’altro, uno dopo l’altro. Di destro in diagonale, in anticipo da opportunista, di sinistro all’incrocio dei pali, su calcio di rigore, su calcio di punizione. Cragno, arrivederci.

Il gol di Callejon

Se avessi visto la partita avrei notato, già al primo replay del gol di Calle, il movimento perfetto (ben messo in evidenza da Alfonso Fasano nell’analisi tattica della partita) dello spagnolo, di Mertens, di Insigne e di Hamsik, quando Allan ha accelerato; qualora lo avessi visto avrei pensato che sarebbe stato impossibile non segnare, tutti erano al posto giusto, tutti sapevano, tutti aspettavano.

Marek e Mario e Allan

Se avessi visto la partita avrei capito da subito che quella azione del secondo tempo avrebbe portato al gol del capitano, e che gol, avrei potuto raccontarvi di come Hamsik – ieri sera – abbia fatto una delle migliori partite della stagione, una partita quasi perfetta.

Se avessi viso la partita ora potrei dirvi che quando Mario Rui si è preparato a calciare la punizione ho pensato: “Segna”, ed esattamente su quel palo, in quell’angolo alto. Pensate. In più se l’avessi vista avrei potuto finalmente ammettere che Mario Rui, che dipenda da Sarri o meno, è un fior di terzino. Mario Rui uscito definitivamente da Narcos.

Se avessi visto la partita vi racconterei di Allan, forse il miglior centrocampista del campionato, anzi, togliamo il forse. Vi direi di come sul 4 a 0 andava a strappare palla dagli sconcertati giocatori del Cagliari che lo guardavano come a domandargli: “Per favore, facci fare almeno un paio di metri”.

Il mio vecchio amico Bruno

Se avessi visto la partita potrei raccontarvi di una grandissima armonia dei movimenti, di una sicurezza eccezionale, di un Cagliari che almeno per venti minuti ha provato a giocare, di calciatori che sorridono – prima, durante e dopo la partita – di calciatori che si cercano, che si aiutano, che si trovano.

Se l’avessi vista come si fa con i posticipi del lunedì sera ora scriverei al mio vecchio amico Bruno, grandissimo tifoso del Cagliari, e gli direi: “Bru’, su, non dipende da te. E non dipende dal Cagliari”.

Se l’avessi vista oggi mi sentirei leggero così come ci si sente quando si domina divertendosi.

Se l’avessi vista oggi a Milano ci sarebbe il sole e a Napoli starebbe nevicando.

Note a margine

  • Gabbiadini ha segnato.
  • Il Milan fa il miglior gioco del campionato.
  • Il Cagliari avrebbe meritato di più (nel senso di gol subiti).
  • Il prossimo portiere del Napoli non è Cragno.
  • Mario Rui ti chiedo scusa, ti ho sottovalutato.
  • #IoStoConSarri verso “la terra sconosciuta”.
ilnapolista © riproduzione riservata
  1. in realtà Cragno non poteva far nulla su nessuna delle reti subite, anzi ne ha evitato altre due..

  2. “Il Cagliari avrebbe meritato di più (nel senso di gol subiti)” è bellissima.

  3. Vorrei dedicare anche io un pensiero all’uomo Cragno, rifacendomi a un autore tra i più colti e raffinati della poesia Italiana… gli 883

    Hanno ucciso (di gol, eh!) l’uomo Cragno,
    Chi sia stato ben si sa,
    Lo hanno proprio massacrato
    Cinque volte si è chinato…

    Hanno ucciso l’uomo Cragno,
    Non si sa neanche perché
    Forse con le sue dichiarazioni
    L’ha fatta fuori dal bide’?

  4. Francesco Sisto 27 febbraio 2018, 18:56

    5vorrei dire una cosa sul rinvio Juve-Atalanta: É stat o patatern!
    É vero che i 3 puti sono virtuali, ma intando stanno la, noi li abbiamo fatti, loro ancora no, ed adesso e come se fosse la juve a giocare dopo, e se Sabato non dovessero vincere a Lazio…
    (Ancora una volta, fatevi tutte le sgrattate opportune)

  5. Piccoli uomini crescono.magari verrà visto di buon occhio da Marotta.

  6. giulio minniti 27 febbraio 2018, 18:41

    Ormai Montieri è il suggello a ogni partita dominata del Napoli. Solo dopo averlo letto si può archiviare le meraviglie del giorno prima e rivolgersi (con più fiducia, grazie anche a lui) alla nuova settimana e prossima partita. Perché lui che non la guarda, con le parole, il giorno dopo ti fa rivedere dentro cose che non avevi capito guardandola.
    E secondo me oggi in questo ti sei superato. Eccezionale, è davvero un piacere leggerti, grazie 🙂

  7. Il quarto; no CRAGNO non è il prossimo portiere del Napoli, dopo quelle affarmazioni e soprattutto dopo la montagna di gol che lo hanno sommerso. Si, forse, un domani a qualche d’una della “B” o altra nei dilettanti. Meret della Spal un Campioncino.

    • Non scherziamo. Al di là di dichiarazioni improvvide è un gran bel portiere e a me francamente non dispiacerebbe affatto.

      • Concordo, e poi… dichiarazione “improvvide” ma circostanziamole.
        La domanda era volutamente tendenziosa visto che chiedevano a Cragno cosa pensava circa la Juventus che sarebbe stata spettatrice interessata della garà del lunedi sera.
        E Cragno ha risposto “spero di fare un favore alla Juventus” che, se non si ragionasse sempre alla ricerca del complotto, potrebbe essere letto semplicemente come “spero di uscirne almeno con un pareggio, se non con una vittoria” perchè è LOGICO che fare un favore alla Juve equivaleva ad avere un risultato positivo per il Cagliari.

        Anche Gasperini, il juventinissimo Gasperini, sabato scorso, prima della partita rinviata disse “spero di fare un favore al Napoli”, non certo perchè gli siamo improvvisamente simpatici, ma semplicemente perchè vorrebbe far punti per la sua squadra.

        Ormai siamo maestri nell’arte di inventare le polemiche.

        • Assolutamente d’accordo con te su tutta la linea. Che poi la cosa si presti allo sfottò e allo sventolargli sotto il naso “le cinque pere” ci sta, è goliardia e va bene. Ma passare dallo sfottò a tutto l’astio che ho visto tra stampa e social è davvero fuori luogo.

Comments are closed.